Mercato auto Europa, il 2014 si chiude in positivo

Il mercato dell'auto europeo nel 2014 cresce del 5,4% tornando sopra la soglia dei 13 milioni di vetture vendute

16 gennaio 2015 - 12:23

Nel 2014 il mercato dell'auto europeo torna sopra la soglia dei 13 milioni di unità vendute, immatricolando, in particolare 13.006.451 unità. Sono 670.000 in più rispetto al 2013 (dati ACEA) e corrispondono a un aumento del 5,4% rispetto ai 12.336.883 vetture di un anno fa. Nel mese di dicembre (qui di dati di novembre) c'è stata una crescita delle vendite del 4,9% e 997.238 unità immatricolate (882.353 nel dicembre 2013). Quanto ai 'big five market', il contributo della Gran Bretagna è stato importante(+9,3%), così come il successo del piano di incentivazioni in Spagna (+18,4%). Anche la Germania (+2,9%) e l'Italia (+4,2%) sono cresciute leggermente, mentre la Francia è rimasta stabile (+0,3%). “Ci sono segnali incoraggianti ma il quadro economico è ancora sostanzialmente stagnante – ha affermato Romano Valente, Direttore Generale dell'UNRAE – va quindi rimarcato quanto il mercato italiano abbia bisogno di misure strutturali di riduzione del carico fiscale (qui il confronto con la Germania) su imprese e famiglie, di facilitazione all'accesso al credito e di recupero dell'occupazione, in particolare quella giovanile”.

GERMANIA – La Germania si conferma primo mercato d'Europa chiudendo l'anno 2014 in crescita del 2,9% a 3.036.773 immatricolazioni rispetto alle 2.952.431 dello scorso anno. Il mese di dicembre archivia 229.700 immatricolazioni, il 6,7% in più rispetto al 2013 (215.320 unità), con una quota di acquisti dei privati che scende al 36,2%. Il mercato tedesco resta uno dei più maturi al mondo, il risultato dell'anno appena concluso è di circa l'1,5% più basso rispetto al 2012. Per la Germania la Global Insight prevede un mercato sostanzialmente stabile rispetto al 2014, con una leggera crescita dell'1,3% a 3.090.000 immatricolazioni di autovetture.

GRAN BRETAGNA – Con 2.476.435 autovetture immatricolate, l'anno 2014 per il mercato dell'auto della Gran Bretagna registra una crescita del 9,3% rispetto alle 2.264.737 del 2013: il risultato più alto ottenuto dal 2004 a oggi. Il mese di dicembre, invece, si è concluso con un incremento dell'8,7% (166.198 unità vendute). Nell'intero anno tutti i canali di vendita hanno evidenziato risultati positivi: stessa quota di mercato per privati e noleggio (47,6%), che rispettivamente crescono del 9,8% e dell'8,7% con 1.179.499 e 1.178.416 unità. Incremento del 12%, anche per le società che registrano 118.520 immatricolazioni e una quota del 4,8%. Si stima che le immatricolazioni di autovetture nel 2015 saranno in crescita dell'1,5% a quasi 2.510.000 unità, ma in calo per il 2016 a 2.440.000 autovetture.

FRANCIA – Il 2014 in Francia si chiude con un mercato stabile rispetto al 2013: +0,3% con 1.795.885 immatricolazioni di auto nuove. Il mese di dicembre, invece, registra una flessione del 6,8% rispetto allo stesso mese dello scorso anno archiviando 163.354 immatricolazioni. Non si sono ripetute le modifiche alla tassazione avvenute a fine 2013 e al sistema bonus-malus relativamente alle emissioni di CO2. La Global Insight stima per il 2015 una crescita del 3% rispetto al 2014 grazie alle condizioni economiche maggiormente favorevoli e alle disponibilità di prodotto. Nell'intero anno i privati chiudono con una quota del 54%, il noleggio dell'11,7% e le società del 34,3%.

SPAGNA – Sono 855.308 le autovetture immatricolate in Spagna nell'anno 2014, che permettono al mercato di segnare una crescita del 18,4% rispetto alle 722.689 vetture registrate nello scorso anno. Il mese di dicembre ha contribuito con un incremento del 21,4% grazie alle 73.440 vendite. Principale artefice di questi risultati si rivela il Plan PIVE, che ha generato, dopo 7 anni di crisi, fiducia nei consumi permettendo lo svecchiamento del parco (in Spagna si sta anche rinnovando il Codice della Strada). Tutti i canali sono andati in positivo: i privati registrano il miglior risultato con un incremento del 21,3% dovuto alle 483.767 immatricolazioni. Le società, allo stesso tempo, aumentano il volume del 13,8% con 216.233 unità, mentre il noleggio, con 155.308 immatricolazioni, cresce del 16,1%. Per il mercato del 2015 le Associazioni di categoria spagnole prevedono un'ulteriore crescita rispetto al 2014, stimando un volume vicino al milione di unità.  

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Incendi veicoli elettrici a Londra: +300% nel 2021

Sciopero 25 febbraio 2022 metro bus

Fermata autobus: regole per veicoli e pedoni

Gli italiani fanno meno km degli altri automobilisti in Europa