Maserati: tra 2 anni la prima elettrica, ma il suono sarà la vera sfida

L'AD Fedeli ha confermato la supercar elettrica derivata dalla concept: sarà migliore di una Tesla ma il problema non sono le batterie

11 ottobre 2016 - 11:02

Nell'offerta mondiale di auto elettriche un brand di lusso come Maserati non poteva non cominciare a dire la sua, anche se in ritardo a causa di una policy aziendale che ha puntato ad altro. Tra qualche anno potremo vedere un concept di una coupè gran turismo del Tridente, ma la cosa più interessante è che non sfrutterà tecnologie simili a quelle attualmente presenti in commercio.

UNA MASERATI ELETTRICA Con quasi ogni brand automobilistico incline al fornire, attualmente a listino oppure in tempi brevi, un modello completamente elettrico, anche Maserati ha cambiato rotta ed ha puntato verso questo genere di offerta fino ad oggi non considerata appieno (leggi come Tesla attacca il CARB, ritenuto causa di intralcio per le auto elettriche). A dichiarare che tra un paio d'anni sarà presentato un concept Maserati ad alimentazione esclusivamente a batterie è lo stesso Roberto Fedeli, AD del brand italiano di auto di lusso, che ha specificato la possibilità di vederla disponibile in commercio a partire dal 2019 o dal 2020.

TECNOLOGIA INNOVATIVA Ciò che più ha interessato delle dichiarazioni rilasciate da Fedeli riguarda la tecnologia che sarà sviluppata: la sua anticipazione lascia intendere un'auto che non seguirà gli standard attuali in tema di motore elettrico e batterie, ma avrà una tecnologia che potrà imporsi come nuovo punto di riferimento del settore (leggi le dichiarazioni di Marchionne sull'auto elettrica). A dare ancora più peso alle sue parole c'è la volontà del brand premium di FCA di non ispirarsi all'americana Tesla, attualmente il marchio che garantisce auto elettriche con la maggiore autonomia, poiché definita non il meglio possibile della tecnologia elettrica (leggi come Daimler punta all'auto premium elettrica).

RUMORE SILENZIOSO Una delle grandi sfide dei produttori di supercar che immaginano modelli elettrici anziché spinti da propulsori termici è la classica tonalità di scarico, vero tallone d'Achille del motore elettrico. Questo è un fattore estremamente emotivo per gli appassionati, tanto che nel tempo alcune Case hanno reso marchio registrato proprio le tonalità dei propri motori, e Maserati è in cerca di una soluzione anche a questo dilemma: attualmente non sono stati rilasciati dati in merito a come si penserà di ovviare a questo “inconveniente”, ma potremmo vederne delle belle.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Traffico A4 in tempo reale

Traffico A4 in tempo reale: info sulla viabilità

Unipol Sai: numero verde, contatti e info utili 2021

Tangenziale velocità

Distanza percorsa in Italia: +90% per le auto rispetto a maggio 2020