Mal d'auto, Jaguar lo previene con un sistema sensoriale a bordo

Jaguar Land Rover ha messo a punto un sistema che interviene sul comfort dei passeggeri quando misura un'alta probabilità di mal d'auto

5 novembre 2018 - 19:53

Non sono pochi a soffrire i disturbi legati al mal d'auto. Curve e dissestamenti del manto stradale possono provocare a molti effetti a dir poco sgradevoli. In questi cari i rimedi da mettere in campo sono tanti; dalle “soluzioni della nonna” fino ai rimedi farmaceutici. Jaguar Land Rover ha messo in campo alcune ricerche sulla chinetosi che hanno identificato le tecnologie in grado di ridurne gli effetti almeno del 60% gli effetti. Grazie ad una serie di regolazioni effettute sulla dinamica del veicolo sarà possibile adeguare l'abitacolo automaticamente alle esigenze individuali per prevenire il malessere. Insomma la miglior medicina promette di essere proprio l'automobile; vediamo i dettagli dello studio.

ADDIO MAL D'AUTO La chinetosi è un disturbo serio che interessa circa il 70% della popolazione. Jaguar Land Rover ha messo a punto un algoritmo che genera un “punteggio benessere” legato a ciascun passeggero. Una volta generato il dato questo potrà essere utilizzato per personalizzare assetto di guida e funzioni abitacolo (pensiamo ai sedili) riuscendo così a ridurre anche del 60% gli effetti del mal d'auto. Si tratta di una ricerca interesante ma non certo l'unica in questo ambito (Leggi Citroen e gli occhiali anti chinetosi). Per il suo studio Jaguar Land Rover ha raccolto dati sulla chinetosi percorrendo ben 25.000 chilometri. I ricercati hanno verificato gli effetti dell'auto nello svolgimento di determinati compiti, quali, ad esempio, la lettura delle e-mail durante il viaggio.

RICERCA POLIVALENTE Questo studio ha ha consentito di determinare elementi utili anche per lavorare sul fronte dei veicoli autonomi. Si pensa di intervenire minimizzando le correzioni di sterzo e, di conseguenza, il rischio di mal d'auto per i passeggeri a bordo. Spencer Salter, ricercatore Jaguar Land Rover nel campo delle tecnologie del benessere, sottolinea che “In passato poco si sapeva sulle sue cause e sul modo di attenuarla. In futuro i passeggeri dei veicoli autonomi avranno più tempo per lavorare, leggere o rilassarsi sui lunghi percorsi, è importante progettare veicoli che possano predisporsi per ridurre gli effetti del mal d'auto, in modo personalizzato, per ogni passeggero.” Il disturbo spesso si verifica quando le informazioni fornite dalla vista differiscono da quelle provenienti dall'orecchio interno, o dalle sollecitazioni che agiscono sul corpo, pensiamo ai dissesti dovuti al manto stradale non ottimale (Leggi le sospensioni attive che cancellano le buche). Grazie a specifici sensori biometrici l'auto può calcolare il 'punteggio benessere' di guidatore e passeggeri verificando quanto siano predisposti al mal d'auto. Il “punteggio” influirà sulla dinamica del veicolo

APPLICAZIONE CONCRETA Gli attuali veicoli della gamma Jaguar e Land Rover sono già progettati per contrastare la sensazione di nausea. La Jaguar E-PACE, ad esempio, dispone di 26 differenti configurazioni dei sedili ed il sistema Adaptive Dynamics che elimina anche il moto a bassa frequenza dovuto alla strada, altra causa di nausea, variando l'altezza di marcia. I risultati della ricerca sono stati resi disponibili per altri progetti e lo scopo di Jaguar Land Rover è creare un abitacolo talmente personalizzato da offrire ai suoi futuri clienti un'esperienza incomparabile.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto con km scalati: nuove regole per evitare le truffe anche negli USA

Costo benzina in Germania: fino a 50 euro in più con l’ecotassa CO2

Bonus rottamazione auto per TPL: slitta il decreto