Jaguar Land Rover investe 1 miliardo di dollari sulle elettriche in Cina

Con i fondi del partner Chery JLR metterà in commercio una versione ibrida, elettrica e plug-in per ogni modello entro il 2020

28 novembre 2018 - 20:09

Jaguar pronta ad accrescere la sua presenza industriale in Cina. L'obiettivo è quello di potenziare i rapporti con quello che si sta sempre più affermando come il primo mercato mondiale in materia di auto elettrificate. L'azienda ha messo in campo un maxi investimento da 1 miliardo di dollari con l'obiettivo di arrivare, entro il 2020, ad avere un modello elettrificato per ciascun mezzo presente nel proprio listino ufficiale. Il piano rientra in un più ampio investimento di ben 18 miliaridi di dollari da distribuire sui prossimi 3 anni. Insomma il SUV full-elettric I-PACE pare proprio destinato a non rimanere a lungo il solo veicolo 100% elettrico presente nel listino del gruppo Jaguar Land Rover.

SCOMMESSA CINESE Jaguar Land Rover stringe i rapporti con la cinese Chery allo scopo di potenziare la sua presenza in Cina. La casa automobilistica britannica, investirà circa 1 miliardo di dollari nello sviluppo di veicoli elettrici. L'obiettivo è quello di puntare sul polo di sviluppo economico e tecnologico che si sta affermando a Changshu in Cina. Il corposo investimento porterà alla costruzione di un nuovo stabilimento dedicato alla produzione dei propulsori elettrici e di un nuovo reparto di carrozzeria basato sulle strutture esistenti all'interno dello stabilimento di Jaguar Land Rover a Changshu. Insomma il gruppo JLR punta ad accrescere la sua efferta di vetture elettrificate assicurandosi una linea di produzione all'altezza della domanda che è prevista in rapida crescita (Leggi nuova Range Rover Evoque arriva l'ibrido 48V). I media locali riferiscono che l'azienda sarebbe pronta a realizzare anche un nuovo centro di ricerca e sviluppo, compresa una pista di prova pre le auto uscite dalla catena di montaggio.

OPERAZIONE CHIARA Jaguar Land Rover è intenzionata ad offrire propulsori ibridi, plug-in o elettrici su ogni modello della sua gamma entro il 2020. A tal fine, investirà circa 18 miliardi di dollari entro i prossimi tre anni nello sviluppo delle attuali e di nuove tecnologie. Per raggiungere entro i tempi fissati tutti questi ambiziosi obiettivi Jaguar Land Rover ha scelto, come altri costruttori, di investire in Cina (Leggi il nuovo SUV elettrico Volkswagen nasce in Cina). Il gruppo britannico è presente in Cina con una partnership con il brand locale Chery, fondata nel novembre 2012 la joint venture 50:50 tra Chery e Jaguar Land Rover costruisce circa 200.000 veicoli all'anno. Insomma, complici i nuovi investimenti, ci si aspetta che i numeri siano chiamati a crescere in linea con gli ordinativi che sono attesi in forte crescita complice la sfiducia occidentale nei confronti del diesel.

ORIZZONTE ATTUALE Mentre JLR sta investendo enormi quantità di denaro nello sviluppo di veicoli elettrici, va detto che al momento ha solo un EV nella sua gamma, ovvero il SUV Jaguar I-Pace. I-Pace è stato ben accolto dai clienti e dalla stampa automobilistica tanto da essere finalista del concorso europeo Auto dell'anno. Nei giorni scorsi Land Rover ha presentato la nuova Evoque che è disponibile da subito con l'inedito sistema mild-hybrid da 48 Volt. L'azienda ha fatto sapere che tra 12 mesi introdurrà anche una motorizzazione ibrida plug-in basata su un motore a tre cilindri.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Nuova Nissan Micra 2019: per l’Italia arriva la versione GPL

Semaforo rosso: multa con T-Red valida anche senza omologazione

Kia HabaNiro: EV a guida autonoma vicina alla produzione in serie