Ford richiama il Transit: 51 mila veicoli con problemi alle cinture

Le fibbie delle cinture di sicurezza del Transit non sopportano i carichi pesanti. Il richiamo Ford per il Nord America non riguarderebbe l'Europa

29 febbraio 2016 - 11:00

I richiami delle Case costruttrici per problemi legati alla sicurezza sembrano non finire mai. Ad allungare la già corposa lista provvede l'americana Ford, costretta riportare in officina ben 51 mila Transit. Il problema riguarda le cinture di sicurezza, le quali non reggerebbero carichi pesanti.

RICHIAMO PER 51 MILA FORD TRANSIT, MA NON RIGUARDA VEICOLI EUROPEI – Ancora un richiamo, ancora problemi legati alla sicurezza e all'incolumità dei passeggeri di un veicolo; questa volta si tratta di una insolita anomalia che ha colpito un discreto numero di Ford Transit, il versatile mezzo commerciale dell'Ovale Blu, molto diffuso anche alle nostre latitudini ( leggi il richiamo al motore per Ford Transit). Ad essere interessati all'imminente richiamo sono circa 51 mila esemplari della versione Van, adibita quindi al trasporto di passeggeri, costruiti tra febbraio 2014 e gennaio 2016. Si tratta di esemplari venduti in gran parte in Nord America (48.990), Canada (1.781) e Messico (699), quindi, almeno al momento, non sono interessati mezzi venduti sul mercato europeo.

FIBBIE FRAGILI, NON TRATTERREBERO LE CINTURE IN CASO DI INCIDENTE – Il problema riguarda le fibbie delle cinture di sicurezza dei sedili posteriori del Ford Transit (leggi gli altri richiami del Ford Transit), le quali, una volta sottoposte a una forte pressione, ad esempio un oggetto pesante come una valigia piena, sarebbero a rischio di schiacciamento. Il meccanismo interno della fibbia non reggerebbe la pressione e ne deriverebbe un malfunzionamento al congegno che permette la corretta chiusura della cintura di sicurezza. In caso di incidente la fibbia potrebbe rilasciare il fermo e mettere a rischio di danni fisici agli occupanti del veicolo. Il richiamo tecnico prevede una ispezione e, qualora si rendesse necessario, la sostituzione degli elementi a rischio di malfunzionamento. Il richiamo Ford porta alla mente quello, ben più consistente, della Toyota Rav 4, il quale coinvolge 3 milioni di Suv e le cui cinture sono a rischio di strappo in caso di incidente (scopri tutte le Rav 4 sottoposte a richiamo).

RICHIAMO ANCHE PER IL PICKUP F150, MASSAGGIO LOMBARE PERICOLOSO – Al momento Ford è impegnata a risolvere anche un altro problema che sembra affliggere il celebre pick-up F150 (sapevi che la Ford 150 è tra le più vendute in USA); 3.683 esemplari del popolare modello, costruiti tutti nel 2016, monterebbero una serie di sedili massaggianti Multicontour difettosi. Quando la funzione di massaggio lombare è attivata, la gestione elettronica non “pesa” più l'occupante del sedile, non facendo distinzione tra adulti e ragazzi e disattivando l'azionamento dell'airbag frontale in caso di incidente.  Per entrambi i casi Ford ha dichiarato di non essere a conoscenza di incidenti o feriti causati da componenti “incriminati”, ma provvederà quanto prima a mettere in sicurezza entrambi i modelli iniziando apposite campagne di richiamo. Abbiamo specificato che il richiamo delle cinture non riguarda mezzi venduti in Europa, ma è possibile verificare, magari nel caso di mezzi d'importazione, sul sito dedicato Ford Recall e inserire il VIN (numero di telaio) del proprio veicolo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Importo multe stradali: nel 2021 sarà più basso?

Spostamenti a Natale tra regioni: quali regole nel nuovo DPCM?

Multa auto sulle strisce blu: quando si può fare ricorso