Ford Drug Driving Suit: conosci la droga per evitarla

Continua l'impegno Ford nella sicurezza stradale. Dopo la tuta che fa sentire ubriachi, ecco la tuta che simula l'assunzione delle droghe

23 novembre 2015 - 11:00

In Italia, non esistono statistiche sui sinistri dovuti all'alcol, né tantomeno quelli causati dalla droga: grosso modo, a livello mondiale, si stima che un incidente su tre (con conseguenze gravi) sia da addebitare alla guida in stato alterato. Secondo uno studio condotto in Europa, chi si mette al volante sotto effetto di droghe è esposto a un rischio 30 volte superiore di essere coinvolto in incidenti mortali*, tuttavia il 18% dei ragazzi tra i 18 e i 24 anni ha ammesso di aver accettato passaggi in auto da persone che ritenevano avessero assunto droghe. Fra le Case più attive nel combattere questa piaga tremenda (specie fra i giovani), c'è Ford, che ora ha lanciato la Drug Driving Suit. Una tuta che, una volta indossata, simula gli effetti degli stupefacenti. È stata sviluppata per istruire i giovani sui rischi della guida in stato di alterazione psicofisica causata da droghe come la cannabis, l'ecstasy, la cocaina, l'MDMA e l'eroina.

VALORE SCIENTIFICO – Ford ha sviluppato la tuta in collaborazione con i ricercatori del Meyer-Hentschel Institute in Germania, e può essere configurata in modo da simulare le diverse condizioni psicofisiche causate dall'assunzione dei vari tipi di droga, combinando visione distorta o alterata, tremori degli arti, scarso coordinamento motorio, e incrementando i tempi di reazione agli stimoli esterni. La Drug Driving Suit altera i movimenti e l'equilibrio tramite speciali tutori e fasciature asimmetriche e simula stati allucinatori mediante l'utilizzo di cuffie e di occhiali che producono riverberi colorati. Si veda nella foto la persona, come fosse sotto l'effetto di droghe (perché ha la tuta), che non riesce a prendere un gigantesco pallone arancione, quello da basket.

EFFETTI TERRIBILI – “Alcune droghe causano tremori agli arti, quindi abbiamo dotato la tuta di un sistema che simula questo sintomo in modo molto realistico – ha spiegato Gundolf Meyer-Hentschel, CEO del Meyer-Hentschel Institute -. Altre, come l'LSD, causano distorsioni ottiche e lampi di luce e flash nella visione periferica, un effetto ricreato tramite luci a LED e speciali lenti. Unito ai suoni prodotti dalle cuffie, la tuta crea una stimolazione sensoriale simile a quella che si verifica durante gli stati allucinatori”.

COME PER L'ALCOL – La nuova tuta si affianca alla Drink Driving Suit, un dispositivo simile che Ford già utilizza con successo per simulare lo stato di ebbrezza (vedi qui) e far sperimentare ai giovani i rischi causati dall'assunzione di alcool prima di mettersi al volante. La Drug Driving Suit sarà utilizzata, infatti, nel corso del programma di corsi gratuiti Ford Driving Skills For Life, con i quali l'Ovale Blu trasmette ai giovani guidatori i princìpi della guida responsabile, insegnando come anticipare il pericolo, prevenire le situazioni di rischio e gestire le situazioni d'emergenza. Alle sessioni di training hanno già partecipato, in Italia, più di 1.500 ragazzi, ognuno dei quali diventa a sua volta ambasciatore del messaggio della responsabilità alla guida. I partecipanti alle prossime sessioni del programma DSFL potranno indossare la tuta e verificare in prima persona, in un ambiente controllato e con la mente lucida, quali rischi comporti l'assunzione di droghe. Pertanto, una preziosa campagna di sensibilizzazione, cui ovviamente vanno accoppiati i controlli della Polizia in strada, con drogatest e multe salate. Pur ricordando che il nostro Codice della strada ha una voragine in materia, giacché occorre dimostrare l'assunzione della droga poco prima di guidare: vedi qui la denuncia di SicurAUTO.it.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Citroën cambia Brand Identity: nuovo logo dal 2023

Test gomme invernali 2022 – 2023

Multa per parcheggio vicino a incrocio: quanto si paga?