Fiat 500, UNESCO e S'ignora: intesa tra arte, spettacolo e cultura

Con Giovanni Caccamo e Giovanni Robustelli Fiat 500 girerà l'Italia dell'UNESCO, per spettacoli unici nel loro genere

22 marzo 2017 - 20:57

Ci sono tante icone italiane nel mondo, esemplari che con il tempo si sono fatti apprezzare in ogni angolo della Terra per un misto di passione e simbolismo. Fiat 500 è una delle auto italiane più conosciute, merito non solo dei suoi numeri di vendita ma soprattutto dell'aura di quasi fanatismo che si è creata attorno ad essa. Un'opera d'arte su quattro ruote, che negli anni non ha mancato di mostrarsi in vesti sempre più variegate e differenti, non per ultime le sorelle “cresciute” 500L e 500X (leggi la nostra prova su strada della Fiat 500X). Grazie a questo heritage decennale Fiat ha sposato, assieme ad UNESCO, il progetto “S'ignora”, che porterà gli artisti Giovanni Caccamo e Giovanni Robustelli in giro per l'Italia.

ERA IL LUGLIO DEL 1957 Precisamente il 4 Luglio del 1957 la prima Nuova Fiat 500 usciva dalla linea di produzione, pronta per aprire un'era che vive di successo ancora oggi. La Nuova Fiat 500, chiamata in questo modo per sottolineare la discendenza diretta dalla 500 “Topolino”, assolse al compito di offrire agli italiani una vettura economica ed alla portata di tutti, commercializzata al prezzo di 490.000 lire. Da allora sono state vendute circa 6 milioni di 500 in tutto il mondo, circa 4 dei quali grazie alla rivisitazione in chiave moderna lanciate durante il 2008. Da allora il listino di Fiat si è sempre evoluto e tante auto sono entrate ed uscite di produzione, ma nessuna è riuscita a replicare il successo popolare ottenuto dalla piccola utilitaria con motore posteriore raffreddato ad aria

I PROGETTI SPECIALI DI 500 Nel tempo la Fiat 500 ha amato mostrarsi in vesti completamente diverse, per aggiornarsi di volta in volta con influenze che potrebbero definire il suo corso storico come una corrente stilistica. E' del 2008 il modello Fiat 500 by Diesel, che con il suo colore opaco richiamava gli stilemi del brand di moda, ma nel 2009 c'è stata anche la 500 Pink, con una livrea completamente rosa. Con un salto direttamente al 2011 si è avuta la 500C by Gucci, che ha richiamato il trittico colorato verde-rosso-verde sulla capote ed i sedili in pelle Frau, mentre nel 2015 è arrivato un chiaro richiamo al passato con la Fiat 500 Vintage '57 e la sua livrea azzurra. Ultima in ordine di realizzazione è arrivata dalla collaborazione con il famoso cantiere Riva: Fiat 500 Riva, con interni in pelle bianca e particolari che richiamano il mondo nautico secondo uno dei Costruttori di imbarcazioni più importanti al mondo (leggi anche di come la Fiat 500 si sia aperta ai nuovi servizi di connettività).

LA 500 60ESIMO ANNIVERSARIO Come spesso accade durante il concludersi di decadi di produzione di modelli particolari ed iconici, Fiat ha intenzione di festeggiare i 60 anni di Fiat 500 con, indovinate, un modello speciale. Nel 2017 si ha il 60esimo anniversario di produzione della piccola auto italiana, ed a partire da Luglio sarà disponibile la Fiat 500 60esimo Anniversario. Tra le carte che la rendono speciale ci sono la plancia rossa così come il logo 500 con, all'interno, il numero 60, mentre la carrozzeria mostra una doppia tonalità con la bandiera italiana che funge da linea di demarcazione. Da buona serie limitata non poteva mancare la targhetta, vicino al freno a mano, indicante il numero di serie crescente da 1 a 560.

IL CINQUECENTISMO Così come sottolineato durante la conferenza stampa alla quale abbiamo preso parte, negli anni clienti ed appassionati da tutte le parti del mondo si sono virtualmente ed emotivamente uniti in quello che è definibile il “Cinquecentismo”. L'interesse che lega il semplice rapporto auto-automobilista si è elevato a corrente culturale che è riuscita ad influenzare generazioni di giovani e meno giovani. L'icona della Fiat 500 si è riuscita ad imporre col tempo direttamente nel modo di pensare delle persone, per le quali non è più vista come semplice oggetto ma come passione, collezione, amore e, in alcuni casi, vera e propria rappresentazione artistica (leggi la nostra prova su strada della Fiat 500). Se la produzione di Fiat 500 dovesse terminare oggi stesso per non riprendere mai più, dunque, il cult di questo modello permarrebbe nitido e lucido come pochi esempi nella storia, ancora meno se restringiamo lo sguardo al semplice mondo automobilistico.

IL PROGETTO S'IGNORA In virtù di questo suo status la Fiat 500 è stata la candidata ideale per legarsi al progetto “S'ignora” che ha così creato un filo conduttore tra la firma italiana, l'UNESCO e gli artisti Giovanni Caccamo e Giovanni Robustelli. In ben 9 date complessive i due talenti si esibiranno al pubblico all'interno di siti italiani che sono patrimonio mondiale dell'UNESCO, con una rappresentazione che fonde la voce di Caccamo al pennello di Robustelli. Sarà compito di Giovanni Caccamo e delle sue canzoni, scelte di volta in volta tra le 40 più rappresentative della sua carriera e che per la sua persona e figura professionale hanno avuto un significato particolare, ispirare e guidare la mano di Giovanni Robustelli nella creazione di una tela unica: di volta in volta il pittore seguirà l'ispirazione delle note e produrrà opere originali ed irripetibili nel loro genere, che successivamente sanno esposte e poi vendute, devolvendo così parte del ricavato direttamente a favore della protezione di siti patrimonio dell'umanità. Fiat 500, come icona e musa ispiratrice, sarà l'auto ufficiale del duo artistico e li accompagnerà durante tutte le tappe, oltre ad essere teatro di una serie di pillole video che saranno diffuse attraverso i canali social ufficiali di Giovanni Caccamo. E' chiaro che non poteva mancare un hashtag ufficiale del tour, per cercare di far vivere e conoscere le località che ospiteranno le manifestazioni anche a chi non può fisicamente essere presente: #Signora.

Date del tour:

 

  • 21 Aprile: Genova, Palazzo Spinola – Circolo Artistico Tunnel
  • 28 Aprile: Alberobello, Belvedere Santa Lucia
  • 1 Maggio: Aosta, Piazza Emile Chanoux – Les Mots Festival
  • 6 Maggio: Torino, Palazzo Ceriana Mayneri – Circolo della Stampa
  • 10 Giugno: Siracusa, Piazza Duomo – Ortigia
  • 29 Giugno: Carpi, Piazza Re Astolfo – Carpi Summer Festival
  • 15 Luglio: Agropoli, Castello di Agropoli
  • 27 Luglio: Lerici, Castello di Lerici
  • 28 Luglio: San Gimignano, Rocca di Montestaffoli

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Frenata automatica: ancora molti limiti nei test AAA da 50 km/h

Ztl Roma orari mappa permessi

Ztl Roma oggi in centro: mappa e come funziona

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)