Ferrari tarocca dalla Svizzera: la GdF sequestra il clone da replicare

Ferrari tarocca dalla Svizzera: la GdF sequestra il clone da replicare Nascosta su una bisarca per non dare nell'occhio

Nascosta su una bisarca per non dare nell'occhio, la falsa Ferrari di origini giapponesi era destinata probabilmente alla produzione in serie

7 Giugno 2016 - 06:06

La fantasia della criminalità non conosce confini, neppure quella dei falsari di auto. Non parliamo di un qualsiasi veicolo clonato, ma addirittura di una Ferrari: fabbricata chissà dove, è stata la scoperta della Guardia di Finanza di Ponte Chiasso, che al locale valico commerciale han scoperto una 360 Modena taroccata, in fase di assemblaggio, sulla base meccanica di una Toyota MR2. Era nascosta (ma evidentemente non bene a sufficienza) su una bisarca, però i finanziari sono stati bravissimi a individuarla, prima che fosse introdotta in Italia.

NON L'UNICA Secondo quanto riferito dalle Fiamme Gialle, “a un esame attento e approfondito, eseguito con la fattiva collaborazione del 'Servizio assistenza tecnica' della Casa modenese, l'auto è risultata essere la contraffazione di una F360 Modena realizzata sul telaio di una Toyota MR2”. Stando a ipotesi accreditate, l'auto sequestrata (oggetto di notevole camouflage), destinata in Macedonia, sarebbe stata probabilmente utilizzata come modello per la costruzione di altre repliche. Non s'è trattato pertanto di bloccare un solo mezzo, ma di stroncare sul nascere la possibilità di fare un business del falso.

NON IL PRIMO CASO  Il mezzo è stato dunque sequestrato ai sensi dell'articolo 354 del Codice di Procedura penale per la violazione dell'articolo 473 del Codice penale. Non è la prima volta che un clone Ferrari viene beccato dalla Guardia di Finanza. Il fatto è che, su Internet, si trovano kit estetici (vedi qui tutto sul tuning) con meccanica e vetrature che rimangono quelle originali Toyota MR2. In genere, sono disponibili anche con livrea Porsche. E quindi è probabile che anche in futuro si verifichino sequestri analoghi, visto il fascino che esercita la Ferrari (qui tutto sul Cavallino).

DI RECENTE… Proprio negli scorsi giorni, una Toyota MR2 era stata “trasformata” (si fa per dire, si trattava di un tentativo con kit estetico) da un uomo in una Ferrari F430 per immatricolarla. In quel caso era stata la Polizia di Modena a segnalare alla Ferrari il tentativo di immatricolazione del mezzo: il soggetto venne denunciato per per falsificazione e commercio di beni realizzati usurpando titoli di proprietà industriale e per introduzione nello stato e commercio di prodotti con segni falsi.

Commenta con la tua opinione

X