Incidenti per guida in stato di ebbrezza: -25% con l’alcolock

L’alcolock può impedire il 25% di incidenti mortali per guida in stato di ebbrezza. Lo rivela un’indagine USA sull’abuso di alcol al volante

24 luglio 2020 - 11:00

L’uso obbligatorio dei sistemi di rilevamento dell’alcol al volante potrebbe salvare 9 mila vite ogni anno. Lo afferma l’IIHS (Insurance Institute for Highway Safety) con il nuovo studio sull’efficacia dei sistemi che impediscono la guida in stato di ebbrezza. Secondo l’indagine, oltre 1 incidente mortale su 4 si potrebbe evitare se il sistema più noto come alcolock fosse standard su tutte le auto.

INCIDENTI PER GUIDA IN STATO DI EBBREZZA: L’INDAGINE IIHS

Non abbiamo fatto molti progressi nella lotta contro la guida in stato di ebbrezza dalla metà degli anni ’90“, afferma Charles Farmer, vicepresidente della ricerca e dei servizi statistici IIHS. “Questo (provvedimento, ndr) potrebbe dare un colpo al problema della guida sotto effetto di alcol“. L’alcool al volante è la causa del 30% dei decessi degli ultimi 10 anni negli Stati Uniti e secondo l’IIHS circa 1 milione di persone all’anno vengono arrestate dalla Polizia per guida in stato di ebbrezza. Numeri che si potrebbero ridurre estendendo l’uso dell’alcolock a tutte le auto. Attualmente in molti Stati la legislazione impone il blocco all’avviamento dell’auto in caso di positività, solo ai conducenti già condannati per guida in stato di ebbrezza. Farmer è giunto alla conclusione analizzando i dati degli incidenti stradali tra il 2015 e il 2018 con almeno un conducente coinvolto positivo all’alcoltest.

INCIDENTI PER GUIDA IN STATO DI EBBREZZA E FASCE DI ETÀ 

Il rischio di incidente per guida in stato di ebbrezza nell’indagine IIHS varia in funzione dell’età del conducente e del livello di BAC (Blood Alcohol Concentration), cioè l’equivalente in grammi /litro di alcol presente nel sangue:

– Con un livello BAC di 0,09% (0,09 g/dL) di alcol nel sangue la probabilità di morire in un incidente è 60 volte maggiore tra 16-21 anni, rispetto alla stessa età di conducenti sobri.

Tra 22-34 anni, con 0,09 g/dL di alcol nel sangue la probabilità di morire in un incidente è 21 volte quella dei conducenti sobri.

Oltre 35 anni, con 0,09 g/dL di alcol nel sangue la probabilità di morire in un incidente è 16 volte quella dei conducenti sobri.

GUIDA IN STATO DI EBBREZZA: L’ALCOLOCK IN AUTO DAL 2025 

L’indagine dell’IIHS conta che 37.636 morti si sarebbero potuti evitare con un livello di BAC inferiore a 0,08%, il limite in molti Stati USA. Ma non solo: con un BAC pari a zero, le vite salvate sarebbero state 12 mila. L’indagine tiene anche conto che, al di là della guida in stato di ebbrezza, alcuni incidenti mortali sono dipesi da cause diverse. Il modo più veloce per raggiungere questi obiettivi, sarebbe una legge federale. Per ora, il progetto DADSS prevede che alcuni produttori di veicoli inizieranno ad offrire il sistema alcolock come optional dal 2025. Tuttavia in un sondaggio del 2009, meno della metà dei consumatori era disposto a pagare un extra sull’acquisto dell’auto per un sistema alcolock. “Molte funzioni di sicurezza optional vengono considerate rapidamente come essenziali“, afferma Farmer. “Ci vorrà del tempo affinché questa tecnologia raggiunga il suo pieno potenziale, ma è una parte importante della strategia generale per contrastare la guida in stato di ebbrezza“. Ecco i Paesi UE in cui è già diffuso l’alcolock.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ghiaccio nero sulla strada: cos’è e dove si può trovare

Paraurti Tesla Model 3: se piove si stacca e Tesla riconosce il difetto

Bollo auto 2020 in Sicilia

Bollo auto 2020 in Sicilia: esenzione per i redditi più bassi