Incidente con auto senza assicurazione: per il GdP il risarcimento è scontato

Chi viaggia senza Rca e subisce un incidente ha diritto a essere risarcito. Però pagherà una multa per l'assenza della polizza

16 luglio 2015 - 11:00

Il principio è semplice. Se viaggi senza Rca e causi un incidente, dovrai provvedere la risarcimento (e verrai multato per circolazione senza polizza assicurativa): 848 euro più sequestro del mezzo. Se invece viaggi senza Rca e subisci un sinistro senza colpa, hai comunque diritto al risarcimento dei danni alla tua vettura e alla tua persona (e ovviamente verrai multato per l'assenza della garanzia assicurativa). O almeno a pensarla così è il giudice di pace di Napoli, con sentenza 5553/15.

DANNEGGIATO CONTRO LA COMPAGNIA – Il danneggiato (che guidava una Nissan Micra) chiedeva il risarcimento, più il danno da fermo tecnico, derivante da tutti i giorni di mancato utilizzo della vettura: 975 euro, oltre sosta tecnica, interessi e rivalutazione, nonché spese e competenze professionali con attribuzione al procuratore anticipatario. Per la compagnia del danneggiante (chi aveva causato il sinistro alla guida di un autocarro), la richiesta era inammissibile.

LA MASSIMA – Chi subisce un sinistro stradale è un creditore il cui credito dovrà essere liquidato dalla compagnia di assicurazione del danneggiante. La circolazione di un'auto senza la prescritta copertura assicurativa non può implicare il diritto del danneggiato a richiedere il risarcimento dei danni. Per il giudice di pace, gli articolo 193 del codice della strada e 1227 del codice civile non prescrivono che il danneggiato da un sinistro stradale, il cui veicolo sia sprovvisto di copertura assicurativa per la Rca, non possa richiedere il risarcimento dei danni al responsabile civile e alla sua compagnia di assicurazione. La violazione commessa dal danneggiato di un sinistro stradale di aver posto in circolazione la sua auto senza la prescritta copertura assicurativa, non rappresenta un reato perseguibile d'ufficio, trattandosi di violazione al codice della strada in cui si applica la multa da codice della strada. Alla fine, si arriva alla condanna della compagnia, che dovrà sborsare operò 500 euro.

DRAMMA RCA – Ricordiamo che sono addirittura 1.009 gli episodi di omissione di soccorso registrati dall'Asaps (Amici Polstrada) nel corso del 2014: 119 persone uccise,1.224 quelle ferite. Su 1.009 inchieste, 583 hanno condotto all'identificazione del responsabile, arrestato in 121 occasioni, e denunciato a piede libero in altre 462. Ma perché scappano? Al di là di difficili spiegazioni di natura psicologica (il panico dopo aver causato un sinistro), i pirati vanno spesso in fuga perché non sono assicurati. In netta crescita i casi di veicoli con assicurazioni scadute o addirittura false, circostanza accertata in almeno 52 casi, pari al 9% dei casi in cui è stato possibile accertare questa condizione. Insomma, al di là della sentenza del giudice di pace, chi viaggia senza Rca vìola la legge, è una mina vagante e potenzialmente un pirata della strada. E non stupisce che la sentenza arrivi da Napoli, maglia nera delle vetture senza Rca.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

RC auto neopatentati

RC auto: neopatentati pagano sempre il doppio, riforma flop?

Fermo amministrativo auto: dove si parcheggia il veicolo

Prescrizione multa: quando si verifica