Camionista al volante fermato con 4,5 g/l di alcol! Poteva fare una strage

Denunciato autista romeno alla guida di un furgone frigo: aveva una percentuale alcolica da coma etilico. Cosa gli impedirà di rimettersi al volante?

12 gennaio 2015 - 13:00

Venerdì, un autista romeno alla guida di un furgone frigo è stato fermato sulla tangenziale torinese all'altezza dello svincolo di Collegno: ha registrato un tasso di 4,5 grammi per litro di sangue. Dopodiché, l'uomo è svenuto. La pattuglia allora ha chiamato l'ambulanza che ha portato l'ubriaco già in coma etilico all'ospedale di Venaria. Quando si è svegliato, si è allontanato sulle sue gambe ma senza il camioncino, sequestrato insieme alla patente dalla polizia. Il romeno è stato denunciato. E ora la domanda è: potrà ancora guidare qualche mezzo? È giusto che un conducente così pericoloso per la sicurezza stradale possa ancora guidare in futuro?

I LIMITI PER SOGLIE – Ricordiamo che il limite è di mezzo grammo di alcol per litro di sangue. L'articolo 186 del Codice della strada prevede tre fasce, con diverse sanzioni (qui indichiamo le principali). Prima fascia: multa di 527 euro qualora sia stato accertato un valore corrispondente a un tasso alcolemico superiore a 0,5 e non superiore a 0,8 grammi per litro. Scatta anche la sospensione della patente di guida da tre a sei mesi. Seconda fascia: l'ammenda sale a 800 euro e l'arresto fino a sei mesi, se viene individuato un valore superiore a 0,8 e non superiore a 1,5 grammi (più la sospensione della patente da sei mesi a un anno). Terza fascia: sanzione massima di 1.500 euro, arresto da sei mesi a un anno, per un valore superiore a 1,5 grammi per litro (più la sospensione della patente da uno a due anni). Con la sentenza di condanna ovvero di applicazione della pena a richiesta delle parti, anche se è stata applicata la sospensione condizionale della pena, è sempre disposta la confisca del veicolo con il quale è stato commesso il reato, salvo che il veicolo stesso appartenga a persona estranea. Ma se la macchina non è del trasgressore, la durata della sospensione della patente è raddoppiata. E qualora per il guidatore che provochi un incidente sia stato accertato un valore corrispondente a un tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro, la patente è revocata.

NEOPATENTATI – Però, per chi ha la patente da meno di tre anni (neopatentato), e per i guidatori professionali (non è dato sapere se il romeno lo fosse) c'è la tolleranza zero: non può mai bere neppure un goccio d'alcol prima di guidare. Lo prevede l'articolo 186-bis del Codice della strada. I conducenti che guidino dopo aver assunto bevande alcoliche sono puniti con la sanzione di 163 euro qualora sia stato accertato un valore corrispondente a un tasso alcolemico superiore a zero e non superiore a 0,5 grammi per litro. Nel caso in cui il conducente provochi un incidente, le sanzioni sono raddoppiate. Per non correre nessun rischio, è utile fare delle prove da sé, col proprio alcoltest portatile. Non sarà preciso come quello della Polizia ma se di qulità vi dirà sicuramente quando avete sforato il limite legale.

IN CASO DI SINISTRO – Per i conducenti coinvolti in incidenti stradali e sottoposti alle cure mediche, l'accertamento del tasso alcolemico viene effettuato, su richiesta degli organi di Polizia stradale, da parte delle strutture sanitarie di base o di quelle accreditate o comunque a tali fini equiparate. Le strutture sanitarie rilasciano agli organi di Polizia stradale la relativa certificazione, estesa alla prognosi delle lesioni accertate, assicurando il rispetto della riservatezza dei dati in base alle vigenti disposizioni di legge. Copia della certificazione di cui al periodo precedente deve essere tempestivamente trasmessa, a cura dell'organo di polizia che ha proceduto agli accertamenti, al prefetto del luogo della commessa violazione per gli eventuali provvedimenti di competenza. I fondi necessari per l'espletamento degli accertamenti di cui al presente comma sono reperiti nell'ambito dei fondi destinati al Piano nazionale della sicurezza stradale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Safety Days 2022

Safety Days 2022: zero vittime della strada in 12 Paesi UE

Targhe estere UE boccia il divieto

Targa personalizzata auto: si può avere in Italia?

Offerte auto con rottamazione

Offerte auto con rottamazione: ottobre 2022