BMW Serie 3 2019: tecnologica, connessa e sicura

La nuova BMW Serie 3 ha telaio raffinato, motori efficienti, un sistema di infotainment con software 7.0 e dispositivi di guida autonoma di livello 2

21 febbraio 2019 - 10:43

La nuova BMW Serie 3 2019 è pronta a fare il suo debutto commerciale, presentandosi oltre che in una veste estetica completamente rinnovata, anche con una serie di tecnologie tutte nuove per il modello, come la Digital Key o l'Intelligent Personal Assistant. Altissime le aspettative del costruttore tedesco, per il quale proprio la Serie 3 rappresenta il modello più venduto in assoluto. Per il momento, la nuova BMW Serie 3 sarà disponibile unicamente in versione berlina. Tuttavia, la variante Touring non tarderà ad arrivare; la sua commercializzazione comincerà in autunno. In molti mercati, infatti, è la familiare a monopolizzare le vendite. Soprattutto in Italia, dove la station wagon da sola copre l'80% delle vendite complessive del modello.

FORMA PIÙ SLANCIATA La nuova BMW Serie 3 è più lunga di 85 millimetri rispetto alla generazione uscente, portando il totale a 4,70 metri. I centimetri in più sono stati ricavati tutti nel passo, che è cresciuto di 41 millimetri, assicurando un'abitabilità interna maggiore che in passato. A scendere, invece, è il peso. Grazie a un fine lavoro di contenimento delle masse, la nuova Serie 3 è più leggera in media di 50 kg rispetto alla precedente. Tutto nuovo il design, che grazie a soluzioni come la calandra attiva e al sottoscocca carenato permette di registrare un Cx di appena 0,23. Tra le novità ci sono anche i fari anteriori laser, capaci di illuminare fino a 530 metri di distanza. Sono offerti come optional, ma la Serie 3 è l'unica nella categoria ad averli.

IL PIACERE DI GUIDA È ASSICURATO Tra le misure che crescono c'è anche la larghezza, con le carreggiate anteriori e posteriori che si allargano rispettivamente di 43 e 21 millimetri. Queste, unite a un baricentro più basso e a un'ottimale distribuzione dei pesi (50/50), promettono un handling ulteriormente migliorato rispetto al passato. Su tutta la gamma arrivano di serie le sospensioni pneumatiche con ammortizzatori che, all'interno, presentano un secondo pistone che permette di assorbire meglio le sollecitazioni sia in compressione, sia in estensione. In opzione, sulle versioni più performanti, sono disponibili anche le sospensioni attive.

SI ACCENDE CON LO SMARTPHONE Tra le novità che introduce la nuova Serie 3, c'è la Digital Key. Questa tecnologia permette di programmare il proprio smartphone attraverso l'app BMW e di trasformarlo in una vera e propria chiave. Con il telefono si può infatti aprire l'auto e perfino accenderla. In questo modo la chiave tradizionale può essere tenuta a casa. La Digital Key, che utilizza lo stesso protocollo di sicurezza NFC che viene usato per i pagamenti tramite cellulare, permette di configurare fino a cinque dispositivi, ai quali con quello principale si può dare accesso all'uso dell'auto, sia a tempo determinato sia per sempre. Al debutto anche il sistema operativo BMW 7.0 attraverso il quale è possibile controllare i media, il navigatore, oltre al climatizzatore, l'illuminazione interna e molti altri parametri. Si tratta di un software di ultima generazione che può anche essere aggiornato in remoto e che permette un livello di personalizzazione molto elevato sia della strumentazione digitale, visualizzata attraverso uno schermo da 10″3, sia del monitor del sistema di infotainment, che di serie ha una diagonale di 8″8 ma che, a richiesta, può arrivare a 10″25. Il sistema è dotato anche di Intelligent Personal Assistant. Basta dire “Ciao BMW”, ma la frase può essere personalizzata, per iniziare a dialogare con un assistente vocale in grado di rispondere alle diverse esigenze degli occupanti.

GUIDA DA SOLA Per quanto riguarda la guida autonoma, la nuova BMW Serie 3 fa affidamento su tecnologie di livello 2. In particolare, l'auto è in grado di gestire in autonomia la guida in colonna, per velocità fino a 60 km/h, fermandosi e ripartendo per seguire il flusso del traffico. Per il suo corretto funzionamento, però, il sistema richiede che il conducente tenga sempre gli occhi sulla strada. Grazie a una telecamera affogata nel cruscotto, infatti, il sistema monitora costantemente il livello di attenzione di chi guida. Se percepisce movimenti della testa che indicano distrazione, infatti, si disattiva. Tra le varie funzioni di ausilio alla guida, inoltre, la BMW Serie 3 ha il “Narrow Passage Support” che in autostrada riconosce i cantieri ed è in grado di portare l'auto al centro delle corsie provvisorie a striscia gialla che, di solito, hanno carreggiata più stretta, e il Reversing Assistant, che permette all'auto, nel caso questa si infili in un vialetto privato o in una strada chiusa, di ripercorrere a retromarcia la stessa identica traiettoria compiuta andando avanti.

ARRIVA ANCHE L'IBRIDA La gamma della nuova BMW Serie 3 si articola tra versione a benzina e versioni a gasolio. Nel primo caso a listino sono presenti un 2.0 a quattro cilindri da 150 e 190 CV e un 3.0 a sei cilindri da 265 CV. Due anche i benzina, entrambi quattro cilindri di 2 litri, uno da 184 CV e uno da 258 CV. A queste, nella seconda metà dell'anno, si aggiungerà un'inedita 330e ad alimentazione ibrida. Il prezzo di partenza della nuova BMW Serie 3 è di 38.700 euro.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Quanto costa parcheggiare a Malpensa?

Green NCAP, il tool per misurare l’efficienza auto: come funziona

Test e-Fuel e Biodiesel: quanto diminuiscono le emissioni auto?