BFGoodrich presenta Mud-Terrain T/A KM3, la gomma per strade "difficili?

Il nuovo pneumatico BFGoodrich promette maggiore motricità sui fondi scivolosi e resistenza ai tagli. Ecco il Mud-Terrain KM3 in anteprima

15 ottobre 2018 - 13:59

La strada percorsa dalla maggior parte delle auto, è molto diversa e insidiosa di quella percorsa dalle auto nate per fare off road, i fuoristrada che abbandonano l'asfalto per affrontare percorsi insidiosi fatti di fango, ghiaia, rocce e manovre a sangue freddo. Una pratica che per molti è una passione che BFGoodrich supporta con pneumatici fatti apposta per resistere ai maltrattamenti di una guida in off road e progettati per offrire migliore sicurezza di guida nelle situazioni più difficili. Su questo filone di sviluppo è nato il  Mud-Terrain T/A KM3 presentato in occasione della diciottesima edizione del 4×4 Fest.

PNEUMATICI NEL SEGNO MICHELIN La diciottesima edizione del 4×4 Fest, il più importante evento che riunisce gli appassionati del mondo off-road BFGoodrich ha presentato il nuovo pneumatico Mud-Terrain T/A KM3, per utilizzi in condizioni estreme. E' riconosciuta dagli appassionati come la marca specializzata nel fuoristrada da 40 anni, imparentata con il Costruttore Michelin, e con Mud-Terrain T/A KM3 BFGoodrich promette di migliorare ulteriormente le prestazioni in arrampicata, motricità e robustezza su terreni fangosi e rocce.

CONCEPITO PER IL FANGO E L'ARRAMPICATA Il BFGoodrich Mud-Terrain T/A KM3 – secondo il costruttore  -ha il 5% di motricità su fango in più rispetto al suo predecessore. Le barrette “Mud-Phobic” sulle spalle dello pneumatico sono posizionate in maniera tale da rilasciare il fango compatto e permettere una migliore trazione su fondi fangosi e cedevoli. Il disegno del battistrada composto da massicci tasselli è concepito per fornire un'aderenza ottimale da qualunque angolo di approccio. Per arrampicarsi meglio la mescola Krawl-Tek del BFGoodrich Mud-Terrain T/A KM3 fornisce l'8% in più di trazione su rocce e altre superfici lisce e la Flex-Zone lineare dello  pneumatico gli permette, a bassa pressione, di flettere e di aggrapparsi anche alle superfici più ostili.

DERIVATA DAGLI PNEUMATICI DA GARA Lo sviluppo della gomme è stato concepito per ottenere maggiori prestazioni nei percorsi off-road più estremi con una elevata protezione dei fianchi per resistere a urti e pizzicature, strappi e tagli causati da oggetti contundenti. I fianchi del KM3 infatti sono il 27% più robusti integrando la tecnologia CoreGard Max, collaudata nelle competizioni e derivata dallo pneumatico BFGoodrich Baja T/A KR3 Desert-Racing. Questa tecnologia aiuta a prevenire rotture e perforazioni, grazie al maggiore spessore della zona del fianco soggetta ai danneggiamenti. Non ci sarà da aspettarsi che l'auto si muova in punta di piedi sull'asfalto, vista la particolare forma del battistrada tassellato  ma BFGoodrich promette di aver ottenuto solide performance stradali e un livello di rumorosità accettabile.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Ford: il futuro in Michigan tra auto autonoma e elettrica

Novità in arrivo nel Codice della Strada: la targa diventa portatile

3 Costruttori che hanno prodotto più auto con AEB nel 2018