Auto usate, comprarle in Italia costa meno che in Europa

Calano i prezzi medi delle auto usate in Italia: ecco la mappa del mercato auto e quali sono i modelli che gli italiani preferiscono comprare

23 gennaio 2018 - 13:31

Sono sempre di più gli italiani che per scelta o convenienza economica decidono di comprare un'auto usata per rimpiazzare un'auto vecchia o inadatta alle esigenze familiari. Ma nel 2017 benché il mercato delle auto usate – leggi qui tutti i dati – abbia registrato un continuo trend di crescita positivo, gli italiani si mostrano molto più oculati: cambiano auto non per capriccio, spendono meno e soprattutto si orientano sempre di più verso modelli con tecnologie o motori che aiutano a consumare o inquinare meno. E' in estrema sintesi il report di un noto portale di compravendita auto usate che ha tracciato la mappa nazionale con età, preferenze e valore tra chi è alla ricerca di una nuova auto usata da comprare.

CRESCE L'ETA' E SCENDE IL PREZZO Nel 2017 sono sempre di più gli italiani che cambiano l'auto quando ne sentono il bisogno e meno quelli guidati – magari – dal desiderio di salire a bordo di un nuovo modello; lo si deduce dall'età media di 7,4 anni delle auto usate messe in vendita su un noto portale di compravendita. Un altro indice importante che rappresenta le mutate abitudini dei consumatori italiani è che il prezzo medio delle auto usate in vendita online è sceso del 2,6% rispetto al 2016 attestandosi sui 12 mila e 170 euro. Chi sceglie l'auto inoltre va alla ricerca di un modello abbastanza recente e tecnologico ponendo un occhio di riguardo alle auto ibride che salgono al 38% tra le preferenze di chi sta per cambiare auto.

LE CITTA' PIU' CARE E QUELLE PIU' CONVENINETI' Tra i capoluoghi di regione  ai primi posti per maggior numero di passaggi di proprietà troviamo Roma (224.811), Napoli (137.193) e Milano (134.403), ma se si confrontano i dati con la popolazione residente (oltre i 18 anni), si vede come il podio passi a Trento con 748,4 passaggi di proprietà ogni 10mila abitanti, Aosta (692) e Perugia (663,6). Sul piano della convenienza invece tra le province capoluogo di regione “più care” troviamo al primo posto Trieste con un prezzo medio di  16 mila e 10 euro , seguita da Bologna con € 15 mila e 140 euro, Milano con 14 mila e 810 euro, Venezia con 14 mila e 580 euro e Roma con 13 mila e 320 euro. Genova e L'Aquila, sono invece le province dove gli acquirenti possono spendere cifre più basse tra 9 mila e 400 e 9 mila e 830 euro, rispettivamente. In Europa i prezzi medi delle auto usate, secondo l'osservatorio del portale di auto usate che ha realizzato l'indagine, sono molto più; ad esempio in Francia ( 18.470 euro), Germania (14.150 euro) e Spagna (14.850 euro). Nelle tabelle di seguito si può consultare il report più dettagliato di passaggi di proprietà e prezzo regione per regione.

LE AUTO IBRIDE USATE VALGONO 20 MILA EURO Nel 2017, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, è cresciuta del 38% la richiesta di auto ecologiche che in molte città aiutano anche ad aggirare i blocchi del traffico imposti dalle amministrazioni. Una scelta che spinge verso l'alto il tetto di spesa per un nuovo modello alimentato a batterie in media  fino a 19.930 euro. Tra i modelli “green” più ricercati, ai primi posti ci sono le Toyota Auris e Toyota Yaris – leggi qui la nostra prova su strada della Yaris ibrida, ma non è un dato poi così sorprendente se si considera l'identità conquistata negli anni dal Costruttore giapponese nel settore delle auto ibride. “Se da un lato il calo dei prezzi, seppur leggero, offre interessanti opportunità agli acquirenti, – afferma Tommaso Menegazzo, Responsabile del Centro Studi di AutoScout24 – dall'altro l'età media delle auto in vendita resta ancora alta, un dato che mostra come la vettura oggi si sostituisca prevalentemente per necessità.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Distanza di sicurezza in caso di pioggia

Distanza di sicurezza in caso di pioggia: quanto dev’essere?

Le auto con il miglior rapporto qualità-prezzo del 2020

Auto usate “rallentano” gli ADAS: 2,5 passaggi ogni auto nuova negli USA