Auto "sbagliate? e impossibili: ad Aprile i Costruttori s'inventano di tutto

Un giorno l'anno durante il quale tutto è possibile, anche per le auto. I Pesci d'Aprile più curiosi

31 marzo 2016 - 10:00

Se durante tutti i giorni dell'anno la Case Automobilistiche mantengono un tono serio e distaccato, questo non si può dire del 1 Aprile. Nel tempo sono state diffuse immagini e idee curiose di trovate inusuali, poi rivelatesi false: erano dei semplici “Pesci d'Aprile”, che hanno fatto cadere in errore in tanti per poi scatenare una grossa risata. Vediamo di quanto humor sono capaci i Costruttori. Alcuni li abbiamo anche scoperti, infatti leggi qui della curiosa gomma-pesce di Continental.

UN CAVALLO FATTO D'ERBA Nei pressi dell'aeroporto di Stansted, periferia di Londra, un agricoltore avrebbe ricreato sul terreno il cavallo simbolo della Mustang: l'intento dietro questa impresa, che nel video creato ad hoc viene specificato un tempo di lavoro di 6 giorni per 20 persone, la tracciatura GPS per la forma e la possibilità di essere visto dagli aerei in arrivo ed in partenza, sarebbe stato quello di omaggiare un'auto della quale egli stesso sarebbe stato innamorato fin da piccolo, da quando l'avrebbe vista passare avanti casa. La notizia è però falsa, perciò inutile guardare dagli oblò mentre si atterra a Stansted.

L'AUTO DEL COLORE CHE VUOI Per il primo giorno di Aprile 2015 Skoda avrebbe lanciato un nuovo optional per la Fabia, alla modica cifra di 500 sterline: il Colour Concept System. L'intento sarebbe stato quello di una personalizzazione estrema dell'auto, sulla quale ogni pannello della carrozzeria, cerchi compresi, avrebbe potuto cambiare colore a seconda del proprio estro. In tanti magari hanno fantasticato dietro questa idea che vede l'unobtainio, un nuovo elemento, come responsabile del cambio colore e risolutore di una delle scelte più difficili in fase di acquisto, ma i sogni sono durati un solo giorno: era uno scherzo, smascherato il 2 Aprile. Voi avreste preferito la carrozzeria colorata o quella completamente avvolta dagli airbag? Leggi qui del Pesce d'Aprile di Volvo.

RIPARARE L'AUTO CON…LO SMARTPHONE L'idea di poter riparare le bozze sulla propria auto con il semplice utilizzo dello smartphone è arrivata da DentsAway, specialista di questo genere di riparazioni. L'azienda avrebbe lanciato un'applicazione proprietaria la quale, attraverso la fotocamera del telefono, riuscirebbe a modificare la forma della carrozzeria ed a farla tornare come nuova. Idea forse un po' troppo “spinta” e difficile da credere così su due piedi, sia perché questa applicazione avrebbe tagliato il business stesso dell'azienda sia perché una tale operazione sarebbe…fisicamente impossibile.

L'AUTO PER PASSARE INOSSERVATI Giusto il primo giorno di Aprile del 2008 Seat avrebbe lanciato sul mercato una vernice elettroriflettente: grazie ad una speciale tecnologia la verniciatura della carrozzeria avrebbe automaticamente replicato la mimica dell'ambiente circostante, rendendo di fatto l'auto invisibile. Non bisogna guardare molto lontano per immaginare ci sia qualcosa di strano dietro tutto ciò, poiché un'auto con tali caratteristiche comporterebbe non pochi problemi in termini di circolazione ed incidenti.

ADDIO OCCHIALI ALLA GUIDA Anche Auto Windscreens porta il suo contributo all'ilarità generale del 1 Aprile, con una messa in scena diffusa nel 2010: i parabrezza con correzione oftalmica. La pubblicità fasulla coinvolse il pilota Tom Chilton come testimonial, che spiegava come questi speciali parabrezza costruiti appositamente dietro prescrizione medica avrebbero annullato la necessità di indossare occhiali o lenti a contatto. Tutto falso, ovviamente, poiché nella realtà distorcerebbe non poco la vista, anche quella dei passeggeri (però con questi, forse, sareste riusciti a vedere la smart che cammina sulle rotaie, Leggi qui del Pesce d'Aprile della Daimler.

IL CLACSON SU MISURA Anche Peugeot fa parte della schiera di Costruttori che ha proposto un'idea particolare, poi smentita. Il 1 Aprile 2014 la notizia diffusa è stata della possibilità di personalizzare il clacson della propria vettura grazie all'Audio Sonic Personalisation Programme, un programma adatto a chi avrebbe voluto riflettere nella “voce” dell'auto la propria personalità. Lungi dal Codice della Strada accettare una simile idea, che infatti si è rivelata falsa, ma quanti di voi avrebbero personalizzato la propria Peugeot?

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Coronavirus viaggiare in auto in Europa

Coronavirus: viaggiare in auto in Europa. Quali frontiere chiuse?

Metano Self Service: a rischio il rifornimento fai da te

Consumi e prezzi benzina – gasolio giù: fino a -26% da inizio 2020