Colonnine Ricarica auto elettriche: scatta l’obbligo dell’etichetta dal 2021

Scatta l’obbligo dell’etichetta sulle colonnine di ricarica e sulle auto elettriche: ecco i simboli standardizzati per riconoscere i vari connettori di ricarica in Europa

19 marzo 2021 - 9:42

Le colonnine di ricarica per auto elettriche dovranno avere l’etichetta identificativa obbligatoria a partire dal 20 marzo 2021. L’obbligo scatta anche per i veicoli elettrici e ibridi nuovi o immessi sul mercato per la prima volta. Ecco cosa cambia e come si potranno riconoscere le prese di ricarica per auto elettriche secondo lo standard stabilito dal Comitato Europeo di Normazione.

I SIMBOLI PER RICONOSCERE LE COLONNINE RICARICA AUTO ELETTRICHE

Esattamente come è stato per le etichette dei combustibili, dal 20 marzo 2021, scatta l’obbligo delle etichette sulle colonnine ricarica auto elettriche. Secondo quanto stabilito dall’art. 7 della direttiva 2014/94/UE sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi, la Commissione europea ha commissionato al CEN di identificare uno standard. Questo standard, attraverso l’etichetta sulle colonnine per auto elettriche armonizza i vari tipi di ricarica elettrica disponibili sul mercato UE. La Direttiva impone che l’etichettatura sia applicata ai veicoli elettrici e alle stazioni di ricarica per auto elettriche immessi sul mercato per la prima volta o immatricolati a partire dal 20 marzo 2021. Quindi per le auto elettriche già in circolazione non bisogna fare nulla.  Lo scopo è aiutare i consumatori a distinguere spine e prese di ricarica e capire facilmente se sono compatibili nei 27 Stati membri dell’UE, inclusa Serbia, Macedonia, Svizzera e Turchia.

ETICHETTA COLONNINE RICARICA AUTO ELETTRICHE: COME È FATTA

L’etichetta identificativa delle stazioni di ricarica e dei veicoli elettrici ha una sagoma esagonale per tutti i tipi di ricarica, sia in corrente alternata che in corrente continua. La differenza la si riconosce tramite una lettera identificativa e uno schema a colori mostrato nell’immagine sotto:

– La lettera identificativa è di colore bianco/argento su sfondo nero e contorno bianco/argento sugli elementi lato veicolo;

– Mentre è di colore nero su sfondo bianco/argento e contorno nero sulle colonnine ricarica auto elettriche;

Clicca l’immagine sotto per vedere i simboli dei vari standard di ricarica a tutta larghezza.

PER QUALI VEICOLI ELETTRICI E’ OBBLIGATORIA L’ETICHETTA  

Sulle colonnine di ricarica auto elettriche, le etichette saranno visibili o in corrispondenza della presa di corrente o nel vano dove si ripone il connettore per la ricarica. Le etichette stesse etichette saranno mostrate anche in concessionaria, per una maggiore diffusione dei nuovi standard. Tra le categorie di veicoli elettrici che dovranno avere l’etichetta di identificazione della presa di ricarica ci sono:

– ciclomotori elettrici;

– motocicli, tricicli e quadricicli elettrici;

– auto elettriche;

– veicoli commerciali leggeri e pesanti elettrici;

– autobus elettrici;

Sui veicoli elettrici l’etichetta dovrà essere vicina alla presa di ricarica e sul connettore mobile per la ricarica (anche nel caso di cavi di ricarica removibili). Inoltre, dovrà essere descritto sia nel manuale d’uso e manutenzione cartaceo, sia nel manuale istruzioni elettronico nel sistema d’infotainment del veicolo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto prodotte in Cina: sono già il 14% delle vendite in Europa

Toyota Yaris Hybrid vs Toyota Yaris: costi di manutenzione a confronto

Incentivi auto 2021

Incentivi auto 2021: a Ottobre stanziati altri 100 milioni