Auto elettriche: arriva la certificazione obbligatoria anche per i concessionari

Per le concessionarie Ford arriva l’obbligo della certificazione auto elettriche: ecco quanto dovranno pagare per l’aggiornamento e le attrezzature

18 febbraio 2021 - 17:00

Le auto elettriche ed ibride stanno crescendo sempre di più nelle vendite ed è difficile pensare di entrare in una concessionaria senza incrociarne qualcuna tra i nuovi modelli esposti. Per vendere auto elettriche però molti Costruttori potrebbero seguire l’orientamento di Ford che ha annunciato – per ora solo negli USA – la certificazione EV obbligatoria. Ecco di cosa si tratta e quanto costerà ai concessionari Ford vendere le auto elettriche già dal 2021.

LA CERTIFICAZIONE AUTO ELETTRICHE ANCHE PER VENDERLE

Come vi abbiamo già raccontato, fare manutenzione e riparazioni sulle auto elettriche ed elettrificate in Italia richiede l’abilitazione CEI 11-27. Qualcosa di molto simile dovranno avere i concessionari Ford USA per vendere le auto elettriche, riporta CarDirect. La lettera indirizzata ai rivenditori della rete Ford, sarebbe un invito ad acquisire la certificazione EV per la vendita dei prossimi modelli elettrici (incluso il Ford F150 EV e la Mustang Mach-E). Da non sottovalutare il fatto che Ford ha intenzione di vendere solo auto elettrificate dal 2026 in Europa (e probabilmente solo elettriche dal 2030). E’ plausibile immaginare che l’obbligo della certificazione EV ben presto approderà anche nel continente europeo.

CERTIFICAZIONE AUTO ELETTRICHE: QUANTO COSTA

La certificazione per auto elettriche sarebbe inizialmente facoltativa e diventerà obbligatoria solo successivamente per la vendita delle auto elettriche Ford. In sostanza, sarà qualcosa di cui i rivenditori ufficiali non potranno fare a meno, ma oltre la mera autorizzazione, per fortuna c’è di più. Secondo quanto riporta il magazine, ogni concessionaria dovrà pagare circa 35 mila dollari (l’equivalente di 29 mila euro) per acquistare attrezzature e strumenti per la manutenzione, riparazione e la ricarica delle auto elettriche.

L’OBBLIGO DELLA CERTIFICAZIONE AUTO ELETTRICHE E IL BLOCCO PRENOTAZIONI

Se da un lato la certificazione per vendere auto elettriche sarà facoltativa inizialmente, il secondo step creerà dei blocchi per i rivenditori che non sono aggiornati. Ford infatti potrebbe poi accettare le prenotazioni online dei veicoli elettrici e Plug-in solo dai rivenditori che si sono adeguati. Bisognerà vedere se anche altri Costruttori si muoveranno allo stesso modo e soprattutto se questa politica non porterà a un ridimensionamento forte dei rivenditori dai volumi di vendita limitati, quelli che soddisfano ancora una richiesta di auto prevalentemente ICE. Ciò non toglie che, come accade già anche in Italia, i concessionari più piccoli possano diventare succursali di più grandi gruppi con maggiori flussi d’investimento a disposizione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cassazione: danni da buca stradale, Comune non sempre responsabile

Auto senza assicurazione

Auto senza assicurazione: lo Stato perde 280 milioni all’anno

Ztl Torino orari

Ztl Torino: orari di oggi, mappa e proroga