Sospensione bollo auto

Sospensione bollo auto per Coronavirus: le Regioni coinvolte

Alcune regioni hanno disposto la sospensione del bollo auto a causa dell'emergenza Coronavirus. Il pagamento è differito di tre o quattro mesi

26 marzo 2020 - 11:19

La sospensione del bollo auto a causa del Coronavirus non è tra i provvedimenti del Decreto Cura-Italia di marzo, con sommo dispiacere di molti automobilisti. Tuttavia alcune regioni, che sono le effettive destinatarie dei proventi, hanno deciso in autonomia di rinviare la scadenza del pagamento della tassa di proprietà dei veicoli per alleggerire la spesa delle famiglie in un momento così delicato. Nella maggior parte dei casi la sospensione del bollo auto 2020 riguarda i versamenti che si sarebbero dovuti effettuare tra marzo e maggio, impattando in particolare sulla scadenza di maggio. Mese entro il quale vanno pagati i bolli in scadenza ad aprile che interessano numerosi veicoli, sia quelli con termine annuale che con periodicità quadrimestrale (qui le norme su pagamenti e scadenze del bollo auto).

SOSPENSIONE BOLLO AUTO LOMBARDIA

Disposta ovviamente la sospensione del bollo auto in Lombardia, la regione che più di tutte sta pagando un prezzo altissimo all’emergenza Coronavirus. La Giunta guidata da Attilio Fontana ha disposto infatti per i soggetti che hanno domicilio fiscale, sede legale o sede operativa in Lombardia il rinvio dei versamenti per i tributi regionali non amministrati in convenzione con l’Agenzia delle Entrate (quindi bollo Auto, ecotassa e tassa sulle concessioni). La sospensione degli adempimenti tributari riguarda quelli con scadenza nel periodo compreso tra l’8 marzo e il 31 maggio 2020, purché siano effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un’unica soluzione entro il 30 giugno 2020. Lo stop contempla pure la riscossione della rate in scadenza tra il 31 marzo e il 31 maggio 2020 dei debiti tributari senza che il contribuente incorra nella decadenza automatica della rateizzazione stessa.

SOSPENSIONE BOLLO AUTO PIEMONTE

Anche in Piemonte è stato sospeso fino a giugno il pagamento del bollo auto dovuto dagli automobilisti piemontesi alla Regione. Una delibera approvata dalla Giunta infatti stabilisce che sia ammesso senza applicazione di sanzioni, interessi e oneri aggiuntivi di qualsiasi specie e natura il pagamento entro il 30 giugno 2020 delle tasse automobilistiche dovute nei mesi di marzo, aprile e maggio 2020, fermo restando che non si provvede al rimborso di quanto già versato. Inoltre i contribuenti che hanno in corso un piano di rateizzazione possono posticipare il pagamento delle rate con scadenza nel medesimo periodo al ventottesimo giorno dei tre mesi successivi all’ultima scadenza prevista.

SOSPENSIONE BOLLO AUTO EMILIA-ROMAGNA

La Regione Emilia-Romagna ha deciso che la tassa sull’auto in scadenza tra il 1° marzo e il
30 aprile 2020 può essere pagata entro il successivo 30 giugno, senza alcun aggravio di costi per ritardato pagamento. Non si dà comunque luogo a rimborso di quanto eventualmente già versato. La sospensione dei termini non impedisce il versamento ordinario volontario alla scadenza dovuta.

SOSPENSIONE BOLLO AUTO TOSCANA

C’è più tempo per pagare il bollo auto in Toscana: chi avrebbe dovuto farlo entro il 31 marzo, il 30 aprile o il 30 maggio, potrà versare quanto dovuto senza sanzioni ed interessi entro il 30 giugno 2020. Il provvedimento non vieta di pagare comunque il bollo entro la scadenza prevista, se uno vuole. Niente rimborso per chi ha già provveduto al versamento.

SOSPENSIONE BOLLO AUTO MARCHE

Sospensione del bollo auto per Coronavirus pure nelle Marche. La Giunta regionale ha approvato una proposta di legge che posticipa al 31 luglio 2020 (si tratta dunque della regione con il periodo di sospensione più lungo) il pagamento del bollo e di altri tributi minori. La proposta di legge prevede inoltre la possibilità di adottare in via amministrativa provvedimenti per ulteriori posticipazioni delle scadenze.

SOSPENSIONE BOLLO AUTO CAMPANIA

Stessa cosa anche in Campania: sospensione di tutti gli adempimenti tributari e dei termini dei versamenti relativi alla tassa automobilistica regionale che scadono nel periodo compreso tra il 24 marzo e il 31 maggio 2020, con proroga di tali termini al 30 giugno 2020 senza applicazione di sanzioni ed interessi. Disposta analoga proroga al 30 giugno 2020, per i periodi tributari decorrenti dallo scorso 1° gennaio, per aderire alla modalità di addebito diretto sul conto corrente bancario della tassa automobilistica, come previsto da una recente legge regionale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Grattino scaduto

Grattino scaduto: la multa è sempre legittima?

USA: regole meno dure sulla CO2 per vendere auto più sicure

Coronavirus e Case auto: già a rischio 1,1 milioni di posti di lavoro in EU