Prezzo carburante 2022: quanto costa in giro per il mondo?

L’Italia tra i primi 3 Paesi con più tasse su benzina e gasolio: ecco il prezzo carburante 2022 nel mondo secondo un'indagine inglese

3 gennaio 2022 - 13:00

Il prezzo carburante 2022 è al centro dell’indagine di una delle maggiori organizzazioni nel Regno Unito che si batte per ridurre le imposte sui prezzi benzina e gasolio. Dallo studio è emerso che gli inglesi pagano in media 16 sterline in più per un pieno di benzina rispetto alla media degli altri Paesi. Ecco i risultati dell’indagine di FairFuelUK e quanto costa la benzina in giro per il mondo.

PREZZO CARBURANTE 2022: DOVE SI PAGA DI PIU’

Secondo i risultati di FairFuelUK il prezzo della benzina nel mondo è in media di 25 centesimi di sterlina al litro in meno rispetto al Regno Unito. Mentre il gasolio costa circa 35 centesimi di sterlina al litro in meno.  I dati di FairFuelUK riportati da ThisIsMoney, dicono che gli automobilisti in Russia sono i più agevolati poiché pagano circa 94 centesimi di sterlina al litro in meno rispetto ai conducenti in Gran Bretagna. I Paesi dove il prezzo benzina risulta più caro della Gran Bretagna sono:

– Danimarca: +4 pence, circa 5 centesimi di euro in più;

– Grecia: +3 pence, circa 4 centesimi di euro in più;

– Italia: +1 pence, circa 1 centesimo di euro in più;

– Olanda: +18 pence, circa 21 centesimi di euro in più;

– Norvegia: +5 pence, circa 6 centesimi di euro in più;

PREZZO CARBURANTE 2022: DOVE SI PAGA MENO

Secondo i rilievi effettuati al 24 dicembre 2021, i prezzi medi della benzina in Gran Bretagna erano 145 centesimi di sterlina, che equivalgono al cambio a circa 1,7 euro al litro. Secondo l’organizzazione No Profit con un prezzo all’ingrosso di 120 centesimi di sterlina, resta un margine di profitto lordo di 25 centesimi al litro.  Il prezzo medio del diesel si attesta invece a 149 centesimi di sterlina al litro con un costo all’ingrosso di 119 centesimi di sterlina e un profitto lordo di 30 centesimi al litro, ha affermato FairFuelUK. I Paesi dove il prezzo della benzina è molto più basso che in Regno Unito risultano dall’indagine:

– Australia: -59 pence, circa 70 centesimi di euro in meno;

– Cina: -55 pence, circa 66 centesimi di euro in meno;

– India: -43 pence, circa 50 centesimi di euro in meno;

– Giappone: -39 pence, circa 46 centesimi di euro in meno;

– Russia: -97 pence, circa 1,17 euro in meno;

– Turchia: -79 pence, circa 0,9 euro in meno;

– USA: -72 pence, circa 0,8 euro in meno;

Clicca l’immagine per vedere i prezzi di benzina e gasolio a tutta larghezza.

PREZZI CARBURANTE: L’ITALIA TRA I PAESI PIU’ TASSATI

Quella dei prezzi benzina e gasolio in Gran Bretagna è una faccenda politica non nuova, che già prima della pandemia da Covid-19 era finita al centro di dibattiti. Esattamente come per l’Italia, la riduzione delle tasse e accise sul carburante è il motivo principale che vede numerose organizzazioni rivolgersi al Governo per alleggerire la spesa carburante. Non a caso proprio il Regno Unito, la Slovenia e l’Italia sono risultati i 3 Paesi dove in media si pagano più tasse sul prezzo di benzina e diesel in un’altra indagine dell’organizzazione britannica.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Test e-Fuel e Biodiesel: quanto diminuiscono le emissioni auto?

Eccesso di velocità: in Austria confisca del veicolo per chi corre

Audi Q5 45 Sportback: nel test dell’alce non si comporta da SUV