Mercedes: concessionari chiedono risarcimento da 650 milioni di $ Il 70% dei concessionari Mercedes in Australia fa causa al Costruttore contro il modello di agenzia imposto dal 2022

Mercedes: concessionari chiedono risarcimento da 650 milioni di $

Il 70% dei concessionari Mercedes in Australia fa causa al Costruttore contro il modello di agenzia imposto dal 2022

8 Agosto 2022 - 08:08

I concessionari Mercedes in Australia accusano il Costruttore di aver ordito un piano con l’obiettivo di trasformarli in agenti di vendite. Un progetto che minerebbe l’individualità che fino ad oggi ha permesso ai rivenditori diretti di farsi un nome, come dichiara uno storico ex-concessionario che ha rivelato tutti i retroscena e le difficoltà dei suoi ex-colleghi, dopo aver venduto la sua concessionaria. Ecco perché i concessionari Mercedes più coraggiosi hanno chiesto alla Casa auto un risarcimento di 650 milioni di $.

MERCEDES, DAL 2022 I CONCESSIONARI IN AUSTRALIA DIVENTANO AGENTI

La vendita di auto nuove tramite agenzie che rispondono direttamente alla Casa costruttrice, stravolgerebbe totalmente il potere contrattuale dei rivenditori. L’analisi di Deloitte sui modelli agenzia ha spiegato i vantaggi dei Costruttori di auto nell’avere una struttura di agenti anziché di concessionari. Massimizzazione dei profitti, riduzione dei costi e recupero della marginalità sui singoli modelli nella modalità di vendita diretta dalla Casa auto al cliente finale, un po’ come fa Tesla. Ma un grande stravolgimento anche nel rapporto contrattuale con i clienti, che si rivolgerebbero direttamente al Costruttore e non più al venditore, secondo l’orientamento delle norme che regolano i contratti attuali. Così i profitti di un rivenditore diminuirebbero di oltre il 50% rispetto al modello di concessionaria. È ciò a cui starebbero pensando molti Costruttori testando anche la vendita di auto online o tramite showroom. La rete di concessionari Mercedes in Australia dal 1 gennaio 2022 ha dovuto scegliere tra il nuovo modello di agenzia o interrompere i rapporti con la Casa.

CONCESSIONARIA STORICA MERCEDES VENDUTA DOPO 48 ANNI

Secondo quanto dichiarato da Bob Craig (foto sotto) ad ABC News, “Sono tutti in crisi. Il loro sostentamento è in frantumi”, riferendosi ai 55 concessionari Mercedes in Australia. Di questi solo 38 si sono riuniti in una battaglia legale chiedendo un risarcimento di 650 milioni di $ al Costruttore presso la Corte Federale. I concessionari sostengono di essere stati costretti a firmare nuovi accordi per il modello di agenzia con Mercedes con un profitto fisso per ogni auto venduta. Mentre prima ogni concessionario costruiva i suoi profitti individualmente, proponendo anche un prezzo di vendita “concorrenziale” ai clienti. Craig afferma di aver chiuso i rapporti con Mercedes da quando i dialoghi erano diventati più freddi, dopo 48 anni di fedeltà al Costruttore.

LA TRASFORMAZIONE MERCEDES AVVIATA GIÀ NEL 2016

Nonostante non abbia più un legame con la Casa costruttrice Craig si è unito ai suoi ex colleghi per solidarietà. I concessionari supportati anche dall’Australian Automotive Dealer Association, affermano che Mercedes avrebbe avviato già nel 2016 la trasformazione tramite un “finto processo di consultazione” nonostante la maggior parte dei concessionari si fosse dichiarata contraria. “Questo è un caso incredibilmente importante per l’industria automobilistica”, ha affermato James Voortman, amministratore delegato dell’AADA. “In effetti, è probabilmente uno dei casi di franchising più importanti nella storia australiana”.

Sicurauto Whatsapp Channel
Resta sempre aggiornato su tutte le novità automotive e aftermarket

Iscriviti gratis al nostro canale whatsapp cliccando qui o inquadrando il QR Code

Commenta con la tua opinione

X