Acquisto auto elettriche

Incentivi auto in Veneto: fino a 4.500 euro con rottamazione

Nuovi incentivi auto in Veneto: fino a 4.500 euro con contestuale rottamazione di vetture inquinanti. Le domande si possono inviare fino al 6 aprile 2020

17 marzo 2020 - 12:41

Sono ripartiti gli incentivi auto in Veneto per l’acquisto di vetture ecologiche. La Giunta Regionale ha approvato infatti un bando rivolto ai cittadini privati per la concessione di un contributo da 1.500 a 4.500 euro a fronte della rottamazione di veicoli altamente inquinanti e contestuale acquisto di automobili a basso impatto ambientale di nuova immatricolazione. Sono stati stanziati 600.000 euro di cui 300.000 per auto elettriche e ibride e gli altri per veicoli bifuel e tradizionali (almeno Euro 6D Temp). Per accedere al contributo i richiedenti devono possedere un reddito imponibile personale non superiore a 75.000 euro, quindi l’incentivo non è per tutti (la soglia comunque è abbastanza alta).

INCENTIVI AUTO IN VENETO 2020: IMPORTO DEL CONTRIBUTO

L’importo del contributo varia da 1.500 a 4.500 euro in funzione delle emissioni di CO2 e NOx della vettura da acquistare. Ovviamente più basse sono le emissioni, più alto è l’importo: per esempio chi compra un’auto elettrica a emissioni zero riceve l’intero contributo di 4.500 euro. Il limite massimo di CO2 ammissibile per una vettura affinché possa usufruire dell’incentivo è di 120 g/km. Ribadiamo, l’auto da acquistare dev’essere nuova (no usate, no km 0). Contestualmente all’acquisto bisogna obbligatoriamente rottamare una vecchia autovettura inquinante benzina da Euro 0 a Euro 3, diesel da Euro 0 a Euro 5 e bifuel benzina/metano e benzina/gpl da Euro 0 a Euro 3. Nel riquadro seguente il dettaglio sull’importo degli incentivi auto in Veneto in base al diverso livello di emissioni (click sull’immagine per visualizzarla più grande).

INCENTIVI AUTO VENETO 2020: PLATEA DEI BENEFICIARI

Possono presentare la domanda per il contributo i soggetti privati, residenti in Veneto, che possiedono un reddito imponibile personale, come da dichiarazione dei redditi 2019, non superiore a 75 mila euro. Sono riconosciute tre fasce di priorità in base al reddito. Nel caso in cui la domanda risulti superiore all’offerta avranno precedenza le fasce più basse: 1) Fascia A: reddito imponibile inferiore o uguale a 25 mila euro; 2) Fascia B: reddito imponibile superiore a 25 mila euro e inferiore o uguale a 50 mila euro; Fascia C: reddito imponibile superiore a 50 mila euro e inferiore o uguale a 75 mila euro. Il richiedente dev’essere intestatario o conintestatario sia della vettura acquistata che di quella rottamata. Importante: ciascuna persona fisica può presentare una sola domanda di contributo. I contributi sono cumulabili con eventuali altri incentivi auto, per esempio l’Ecobonus 2019-2021 del Governo.

INCENTIVI AUTO 2020 IN VENETO: COME PRESENTARE LA DOMANDA

La richiesta dell’incentivo, munita di marca da bollo da 16,00 euro, va presentata tramite email, entro e non oltre il 6 aprile 2020, inviando l’intera documentazione in formato PDF all’indirizzo di posta elettronica certificata ambiente@pec.regione.veneto.it. Nel campo oggetto dev’essere indicata la dicitura ‘Bando Auto 2020 – Tutela Atmosfera’. L’email può essere inviata anche da un indirizzo non PEC. I documenti da allegare sono disponibili nell’apposita sezione del portale della Regione Veneto insieme al bando completo dell’iniziativa, consultabile anche sotto l’articolo cliccando sul tasto rosso Scarica PDF. Vista l’attuale limitazione degli spostamenti causata dal Coronavirus, non è assolutamente ammessa la presentazione della domanda a mano presso gli uffici regionali. Ci sarà comunque tempo fino ad agosto per procedere all’acquisto e alla rottamazione dei veicoli interessati, si spera ad emergenza finita.

Scarica PDF

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto elettriche 2020: i problemi più frequenti e su quali modelli

Blocco diesel Euro 4 nel 2021: il calendario delle regioni

Consumi auto Metano e GPL: come si calcolano?