Smog a parigi francia

Francia: vietata la pubblicità di auto meno ecologiche dal 2028

La Francia approva il calendario dei divieti per auto e carburanti, ma anche prendere l’aereo al posto del treno sarà più difficile

27 luglio 2021 - 17:00

La Francia ha varato in via definitiva il piano per il clima stabilendo una serie di date che imporranno una progressiva riduzione delle auto a combustione e dei carburanti fossili. I provvedimenti chiave riguardano non solo lo stop alle vendite di auto benzina e diesel, che in Europa dovrebbe scattare già dal 2035. Anche la pubblicità di carburanti e auto più inquinanti sarà messa al bando.

DIVIETI DI CIRCOLAZIONE IN FRANCIA PER AUTO BENZINA E DIESEL

Si chiama Loi climat et résilience (Legge climatica e resilienza) il piano votato dal parlamento francese che stabilisce il calendario con le tappe dei divieti. Nell’ambito di una più ampia serie di provvedimenti che riguardano le zone a basse emissioni, anche le auto a benzina e diesel dovranno fare spazio. In Francia ad esempio tutti gli agglomerati con più di 150.000 abitanti dovranno istituire una zona a basse emissioni (ZFE-m). Dovrebbero essere circa 33 le nuove ZFE. Poi ci saranno i divieti alla circolazione che scatteranno automaticamente nelle 10 aree metropolitane che superano i valori limite della qualità dell’aria:

– Crit’air 5 nel 2023, vieta la circolazione di auto diesel Euro 2 immatricolate dal 1997 al 2000;

– Crit’air 4 nel 2024, vieta la circolazione di auto diesel Euro 3 immatricolate dal 2001 al 2005;

– Crit’air 3 nel 2025, vieta la circolazione di auto benzina Euro 2/3 immatricolate dal 1997 al 2005 e auto diesel Euro 4 immatricolate dal 2006 al 2010;

STOP ANCHE AI VOLI AEREI NAZIONALI  

Sarà inoltre obbligatorio esporre l’etichetta energetica sui veicoli nuovi così come per gli elettrodomestici. Ma non solo, saranno vietati i voli nazionali se esiste un’alternativa in treno in meno di 2,5 ore, ad eccezione dei voli in coincidenza verso una destinazione più lontana. I collegamenti treno-aereo negli aeroporti saranno facilitati con biglietti combinati. Dopo una prima sperimentazione che porterà a uno standard obbligatorio, tutti i prodotti di consumo dovranno avere un’etichetta energetica con l’impatto in emissioni di CO2. L’obbligo vale per gli elettrodomestici come per carburanti e nuovi veicoli.

DIVIETI SU AUTO, NUOVE E CARBURANTI IN FRANCIA DAL 2022

E questo ci porta agli step più imminenti, cioè il divieto di vendere nuove auto diesel e benzina a partire dal 2030 che abbiano emissioni di CO2 misurate nei test di omologazione WLTP superiori a 123 g/km di CO2. Più vicini invece saranno gli altri divieti:

– dal 2028 scatta il divieto di pubblicizzare veicoli più inquinanti;

– dalla seconda metà del 2022 scatta il divieto di pubblicizzare combustibili fossili, quindi benzina, gasolio, metano, GPL.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Quanto guadagna la Casa dalla vendita di una sola auto?

Rumorosità degli pneumatici: quali sono le cause?

Incentivi auto 2021

Incentivi auto 2021: le vetture usate sono prenotabili