FCA: a cosa servono i 6 miliardi di euro da investire in Italia?

Il piano industriale in Italia e i prossimi modelli su cui FCA vuole investire oltre 6 miliardi di euro: novità, anteprime e tappe sino al 2022

26 giugno 2020 - 12:52

FCA Italy ha ufficialmente l’ok alla linea di credito concessa nell’ambito del Decreto Liquidità. Un prestito che conferma i piani sui modelli elettrici e ibridi e sul rilancio industriale del settore da realizzare entro il 2022. Ma a cosa serviranno esattamente i 6,3 miliardi che FCA vuole investire in Italia? Ecco le risposte.

FCA E LA LINEA DI CREDITO PER INVESTIRE IN ITALIA

Al centro degli investimenti FCA in Italia nel triennio 2020-2022 non poteva che esserci il futuro ibrido ed elettrico di Fiat Chrysler. Il piano beneficia per l’80% della garanzia SACE (Società Cassa Depositi e Prestiti) ma con la supervisione del Ministero dello Sviluppo Economico. Il contratto siglato con Intesa San Paolo per i prossimi 3 anni, ha lo scopo di supportare esclusivamente le attività di FCA in Italia e circa 10.000 piccole e medie imprese che contribuiscono al settore automobilistico italiano. FCA assicura che la maggiore liquidità sarà destinata a FCA Italy e ai suoi fornitori italiani per “il riavvio della produzione industriale in Italia e il proseguimento di importanti progetti di investimento”.

A COSA SERVONO I 6 MILIARDI DA INVESTIRE IN ITALIA

Gli investimenti da oltre 6 miliardi di euro in Italia, riguardano in particolare i modelli ibridi ed elettrici Fiat, Jeep e Maserati. Ma si pianifica anche l’ampliamento di un’infrastruttura dedicata alla ricarica dei veicoli elettrici e una supply chain di componentistica in Italia gestita da Mopar. Tra i piani già avviati in Italia che saranno supportati dalla linea di credito ci sono:

– la produzione della nuova Fiat 500 elettrica, già avviata a Torino;

– la produzione delle Jeep Compass e Jeep Renegade plug-in pronte al via a Melfi, alle quali si aggiungeranno le versioni Mild Hybrid anche per la Fiat 500X;

– la produzione di una supercar sportiva Maserati MC20 nello storico stabilimento a Modena;

– preparare la produzione di un modello Alfa Romeo di segmento C-UV a Pomigliano;

– la produzione delle nuove Maserati GranTurismo e GranCabrio anche elettriche, Maserati Ghibli e levante anche ibride a Torino;

– preparare lo stabilimento di Cassino per la produzione della nuova Maserati di segmento D-UV;

– lo sviluppo e la produzione del nuovo motore FireFly Mild Hybrid a Termoli. Clicca sull’immagine per vederla a tutta larghezza.

GLI INVESTIMENTI FCA IN ITALIA OLTRE LE AUTO IBRIDE

Tutti i lanci dei nuovi modelli e l’avvio di produzione saranno completati a tappe tra il 2020 ed entro il 2022. Gli investimenti FCA Italy da 6,3 miliardi di euro daranno ampio supporto anche ad altre iniziative, in parte già avviate per la creazione di un ecosistema elettrico a Torino. Nel complesso Mirafiori FCA installerà pannelli fotovoltaici per produrre energia solare, un centro di assemblaggio di batterie (Battery Hub) ampliando il progetto pilota Vehicle-to-Grid. In Piemonte invece sono stati avviati investimenti per trasformare parte dell’ex stabilimento Fiat di Rivalta nel nuovo centro logistico di ricambi, che a quanto pare eleggerà il sito a più grande polo logistico Mopar in Europa.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pneumatici POR

Pneumatici POR per fuoristrada: cosa sono e norme da rispettare

Autostrade Liguria

Autostrade Liguria: chiusure e strade alternative

Incidenti stradali in Europa: -36% di vittime per l’effetto Coronavirus