Ecorally San Marino 2019: riparte la gara delle auto a basse emissioni

Auto ibride, elettriche, GPL e metano si sfideranno tra San Marino e Montegiardino nella gara di regolarità: anche SicurAUTO.it è pronto per l’Ecorally 2019

27 giugno 2019 - 11:24

Il 22 settembre scatta il verde per gli autoveicoli ecologici che si sfideranno nell’Ecorally 2019 Trofeo Energreen. Lungo le strade della Repubblica del Titano si svolgerà la 13^ edizione della competizione di regolarità tra San Marino e Montegiardino. Accanto all’Ecorally ci sarà anche l’edizione Press, riservata ai giornalisti che accoglie in gara veicoli ibridi, GPL e Metano mono e bifuel nella sua 10^ edizione. Tenetevi pronti perché il divertimento è assicurato anche quest’anno!

QUALI VEICOLI SONO AMMESSI ALL’ECORALLY

L’edizione Ecorally 2019 vede in gara mezzi elettrici, ibridi, mono, bifuel e dual fuel gassosi (GPL, GNL e metano), biometano, biocarburanti, idrogeno  divisi in quattro gruppi. Gruppo S Classe A – Auto Elettrica e Elettrica ibrida plug-in; Gruppo M Classe B – Auto a Metano, a GPL, a Biocarburanti e Classe C –  Auto Ibride non plug-in; Gruppo R Classe D – Auto a Idrogeno e Classe E –  Auto a Idrogeno Fuel Cell; Gruppo O Classe F –  Moto Elettrica e Classe G –  Moto a Metano e GPL. I mezzi per essere ammessi devono essere ufficialmente registrati per la circolazione su strade pubbliche.

COME PARTECIPARE ALL’ECORALLY SAN MARINO

La gara nata nel 2006, ha come obiettivo la promozione e lo sviluppo dei veicoli a basso impatto ambientale, per dimostrarne le possibilità di utilizzo nella vita quotidiana . Per partecipare non è necessario essere piloti, la gara è aperta a tutti, anche se richiede attenzione e impegno in quanto il percorso da seguire e i tempi da rispettare sono indicati nel Road Book, il navigatore cartaceo utilizzato nelle competizioni di regolarità. Ogni equipaggio è composto da un pilota e un co-pilota o navigatore. Il conducente e il co-pilota possono scambiarsi i ruoli durante l’evento a condizione che entrambi abbiano la patente di guida e licenze sportive necessarie. Il navigatore invece non può alternarsi alla guida e deve aver compiuto il 16° anno di età e assenso scritto di un genitore.

IL PERCORSO DELL’ECORALLY 2019

Il percorso 2019 in fase di definizione, toccherà alcuni dei Castelli della Repubblica di San Marino e sconfinerà anche in territorio italiano. La durata è più limitata rispetto alle precedenti edizioni, decisione motivata dalla necessità di agevolare i veicoli elettrici. L’autonomia e i tempi di ricarica sarebbero stati incompatibili con il tragitto fino alla Città del Vaticano o al Principato di Monaco come in passato. La base per la manifestazione è la località di Montegiardino, uno dei 9 Castelli della Repubblica di San Marino. E’ il Castello più piccolo come territorio e densità abitativa, oggetto negli ultimi anni di un recupero all’insegna della sostenibilità ambientale, in tema con la filosofia della manifestazione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Revisione auto e proroga Covid: le nuove scadenze al 2021

Zone rosse e coprifuoco: autocertificazione, il modulo di NOVEMBRE

Enjoy: ecco come funziona l’algoritmo che controlla lo stile di guida