Vendere un'auto con finanziamento in corso

Acquisto auto nuova: solo il 30% pensa di pagare in contanti

Italiani irremovibili sull’acquisto dell’auto nuova dopo il Coronavirus: ecco cosa è cambiato nel processo d’acquisto, test drive e come intendono pagare

1 luglio 2020 - 9:33

L’emergenza Coronavirus ha cambiato il rapporto degli italiani con l’auto negli spostamenti, ma lo ha fatto anche sull’acquisto dell’auto nuova e del noleggio. Un’indagine italiana rivela che l’emergenza Covid-19 non ferma la voglia del test drive in concessionaria ma con le dovute cautele. Ecco chi e come è deciso a comprare un’auto nuova o noleggiarla nella fase 3.

ACQUISTO AUTO NUOVA: CHI LA UTILIZZERÀ DOPO IL CORONAVIRUS

Quasi il 67% degli italiani è intenzionato a utilizzare l’auto per gli spostamenti abituali quando la situazione sarà tornata alla normalità. Solo l’11% si dichiara pronto a salire sui mezzi pubblici, mentre il 7% (in calo dall’11% di giugno) utilizzerà la bici. 4 italiani su 10 (erano 5 su 10 a maggio) scelgono l’auto per ragioni di sicurezza, al fine evitare eventuali contagi, mentre altri 4 l’hanno sempre utilizzata.

ACQUISTO AUTO NUOVA: PAGAMENTO IN CONTANTI, FINANZIAMENTO O NOLEGGIO

L’indagine di una nota azienda di consulenza propone un’istantanea di come sta cambiando la mobilità in Italia. Alla domanda come preferiresti acquistare un’auto, solo il 31% si dice intenzionato a farlo in contanti. Quasi la metà con un finanziamento e l’11% ricorrendo a formule di noleggio a lungo termine, con un canone mensile e costi fissi, evitando investimenti più impegnativi. Clicca sull’immagine sotto per vederla a tutta larghezza.

ACQUISTO AUTO NUOVA E TEST DRIVE: COME FARLO DOPO IL CORONAVIRUS

Cambia anche il processo di acquisto dell’auto nuova: il 30% del campione è favorevole ad avviare la trattativa online, il 70% invece vuole andare in concessionaria. Quasi la metà dei più informatizzati gradirebbe WhatsApp per entrare in contatto con il rivenditore, il 25% preferirebbe utilizzare Skype. Per il 56% dei potenziali acquirenti ci sarebbe maggiore disponibilità a contattare la concessionaria nel pomeriggio, il 17% in prima serata. Sabato e domenica è per il 43% il momento migliore. Oltre la metà (6 su 10) sono favorevoli alle prove a domicilio con dispositivi individuali di protezione, il 30% preferisce farlo in concessionaria.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cassazione multa col rosso

Cassazione: multa col rosso valida anche se apparecchio non tarato

ruota di scorta

La ruota di scorta è obbligatoria?

Passare con il rosso: l’hanno fatto 3,5 milioni di americani nel 2019