Altro Poliziotto morto in incidente: a quando la cintura obbligatoria?

Per il Ministero anche gli agenti dovrebbero indossare le cinture, ma poi c'è libero arbitrio sui casi in cui possono non metterla, come le emergenze

1 febbraio 2019 - 14:10

Un altro agente ci ha rimesso la vita, un altro servitore dello Stato morto in servizio in un grave incidente stradale, presumibilmente durante un inseguimento – ma non è ancora chiaro agli investigatori. Il cordoglio alla famiglia è il sentimento più forte che possiamo esprimere in questo momento da parte della redazione, ma è nostro dovere anche porci qualche domanda su un argomento più volte dibattuto che ci ha spinti anche a chiedere chiarimenti al Ministero. Probabilmente sarebbe andata lo stesso così, ma vogliamo portare nuovamente l'attenzione sulle indicazioni, poche e interpretabili, che il Ministero impone sull'utilizzo della cintura di sicurezza da parte degli agenti di polizia.

L'INCIDENTE DELLA POLIZIA CON 3 MEZZI L'incidente in cui ha perso la vita l'agente della Polizia Stradale di Livorno è ancora da chiarire, anche se dalle immagini scattate sul luogo dell'impatto avvenuto nella zona portuale di Livorno pare la carambola delle 2 auto civili, più quella della Stradale contro un mezzo pesante possa essere nata da uno scontro frontale violento. Sul caso c'è molta riservatezza degli inquirenti ma se le cose fossero andate davvero così forse quella cintura di sicurezza obbligatoria per gli agenti di Polizia come per chiunque si metta al volante avrebbe quantomeno limitato i danni.

CINTURA OBBLIGATORIA A META' Ma allora perché, se è obbligatoria (come sostiene il Ministero in una circolare), le nostre forze di polizia non le indossano? Eppure guardandoci in giro, in altri Paesi d'Europa questa disposizione vien rispettata con più rigore. Il nodo sta tutto nell'arbitrarietà affidata agli agenti che possono non indossarla nelle situazioni di emergenza, si legge nella circolare 559/A/2/756.M.3/23833 del 22 dicembre 2010 di cui abbiamo parlato qualche tempo fa: “la valutazione, prudente e restrittiva, delle situazioni di emergenza è rimessa ai singoli operatori sulla base delle circostanze contingenti”. Una zona franca giustificata dai livelli di criminalità non uniformi da nord a sud, che forse richiederebbe un chiaro indirizzo per salvaguardare la sicurezza di chi rischia la vita per garantire sicurezza agli altri.

IL POST FB DELLA POLIZIA Intanto il Ministero dell'Interno, attraverso la pagina Facebook della Polizia di Stato, scrive: “Ancora un incidente mortale per una pattuglia della Polizia stradale, un altro fratello di giubba ha perso la vita mentre era in servizio – si legge nel post della Polizia di Stato – Fabio non ce l'ha fatta, per lui l'impatto è stato fatale, mentre Gino (l'altro poliziotto ferito, ndr) sta ancora lottando per la vita all'ospedale di Cisanello (Pisa)”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Radiazione auto per esportazione 2020

Radiazione auto per esportazione: dal 2020 è obbligatoria la revisione

Gomme quattro stagioni: la classifica 2019 per marca e modello

Lavorare in Porsche: è il miglior luogo di lavoro 2020