Cosa si può trasportare in auto? Limiti e sanzioni

Sappiamo cosa si può trasportare in auto e soprattutto come? Ecco le regole, i limiti e le sanzioni per i trasgressori previste dal Codice della Strada

25 novembre 2020 - 19:38

In auto si può trasportare qualsiasi cosa? Rimandiamo a una guida specifica l’argomento del trasporto degli animali e in particolare dei cani, soffermandoci in quest’ambito sulle norme che regolano e limitano il trasporto di oggetti o bagagli tramite un’automobile, con le relative sanzioni in caso di inosservanza.

COSA SI PUÒ TRASPORTARE IN AUTO?

La questione non riguarda tanto il ‘cosa’ ma il ‘come’. A parte i divieti più ovvi (è chiaro che non si possano trasportare merci proibite, rubate o pericolose) in un’auto si può portare praticamente tutto. Infatti, anche se il Codice della Strada definisce i veicoli della categoria M1, quella delle autovetture, come ‘destinati al trasporto di persone’, si possono tranquillamente adibire anche al trasporto di cose in conto proprio. Di conseguenza non si corre il rischio di alcuna sanzione trasportando in un‘auto oggetti o merci di qualsiasi genere (purché lecite), anche destinate alla vendita. L’importante è che si rispettino le norme sulla sagoma limite, sulla disposizione del carico e sulla massa complessiva.

TRASPORTO IN AUTO: LA SAGOMA LIMITE

L’articolo 61 del Codice della Strada ricorda che ogni veicolo compreso il suo carico deve avere:

larghezza massima non eccedente 2,55 metri. Nel computo di tale larghezza non sono comprese le sporgenze dovute ai retrovisori, purché mobili;

altezza massima non eccedente 4 metri; per gli autobus e i filobus destinati a servizi pubblici di linea urbani e suburbani circolanti su itinerari prestabiliti è consentito che tale altezza sia di 4,30 m;

lunghezza totale, compresi gli organi di traino, non eccedente 12 metri, con l’esclusione dei semirimorchi, per i veicoli isolati. Nel computo della suddetta lunghezza non sono considerati i retrovisori, purché mobili.

Chi decide quindi di trasportare oggetti o merci in un’auto sistemandoli sul tetto o in un bagagliaio socchiuso non deve superare le suddette misure. Altrimenti è soggetto a una multa da 422 a 1.694 euro e può proseguire il viaggio solo se provvede a sistemare il carico secondo le norme. Qui le regole da rispettare per sistemare i bagagli sul tettuccio.

TRASPORTO IN AUTO: LA DISPOSIZIONE DEL CARICO

L’articolo 164 CdS si occupa invece della corretta disposizione del carico nei veicoli. In particolare:

– il carico dev’essere sistemato in modo da evitare la caduta o la dispersione dello stesso, da non diminuire la visibilità al conducente né impedirgli la libertà dei movimenti nella guida, da non compromettere la stabilità del veicolo e da non mascherare dispositivi di illuminazione e di segnalazione visiva né le targhe di riconoscimento e i segnali fatti col braccio.

– il carico non deve superare i limiti di sagoma stabiliti dal già citato art. 61 CdS e non può sporgere longitudinalmente dalla parte anteriore del veicolo. Può sporgere longitudinalmente dalla parte posteriore, se costituito da cose indivisibili, fino ai 3/10 della lunghezza del veicolo stesso, purché nei limiti di sagoma.

– Fermi restando i limiti massimi di sagoma, possono essere trasportate cose che sporgono lateralmente fuori della sagoma del veicolo, purché la sporgenza da ciascuna parte non superi 30 cm di distanza dalle luci di posizione anteriori e posteriori. Pali, sbarre, lastre o carichi simili difficilmente percepibili, collocati orizzontalmente, non possono comunque sporgere lateralmente oltre la sagoma propria del veicolo.

– Gli accessori mobili non devono sporgere nelle oscillazioni al di fuori della sagoma propria del veicolo e non devono strisciare sul terreno. È inoltre vietato trasportare o trainare cose che striscino sul terreno, anche se in parte sostenute da ruote.

L’inosservanza di queste e di altre disposizioni (vi invitiamo a leggere integralmente tutto l’articolo 164 CdS) comporta una multa da 87 a 345 euro. E l’obbligo di mettersi in regola per poter riprendere la marcia.

TRASPORTO IN AUTO: MASSA COMPLESSIVA

Infine l’articolo 167 del Codice della Strada, che regola più specificatamente il trasporto di cose sui veicoli a motore e sui rimorchi, ricorda che le auto e i veicoli a motore in genere non possono superare la massa complessiva indicata sulla carta di circolazione (al punto F2) o, dal 2020, sul documento unico.

Pertanto chi trasporta in un’auto così tanti bagagli o merci da superare la massa complessiva a pieno carico del veicolo di oltre il 5% quella indicata nel libretto, quanto detta massa è superiore a 10 tonnellate, rischia le seguenti sanzioni (a cui si deve aggiungere la decurtazione dei punti patente da un minimo di 1 a un massimo di 4 in base all’aumentare dell’eccedenza) e la continuazione del viaggio è subordinata alla riduzione del carico entro i limiti consentiti:

– da 42 a 173 euro se l’eccedenza non supera 1 tonnellata;
– da 87 a 345 euro se l’eccedenza non supera le 2 tonnellate;
– da 173 a 695 euro se l’eccedenza non supera le 3 tonnellate;
– da 431 a 1.734 euro se l’eccedenza supera le 3 tonnellate.

Se invece la massa complessiva non supera le 10 tonnellate, tali sanzioni sono applicabili allorché la eccedenza, superiore al 5%, non superi rispettivamente il 10, 20, 30%. Oppure superi il 30% della massa complessiva.

Ci sono eccezioni per le auto ad alimentazione esclusiva o doppia a metano, gpl, elettrica e ibrida e dotati di controllo elettronico della stabilità, per cui vi rimandiamo alla lettura integrale dell’art. 167 CdS.

COME SISTEMARE I BAGAGLI IN UN’AUTO

Per rendere il veicolo più stabile ed evitare lo sbilanciamento, bisogna fare in modo che il proprio carico sia il più compatto possibile. Di conseguenza è consigliabile collocare le merci e i bagagli più pesanti a ridosso dello schienale posteriore, evitando di distribuirli da un solo lato (il crash test ADAC mostra cosa succede a mettere i bagagli nel modo sbagliato). Inoltre è preferibile utilizzare cinghie per fermare i bagagli, nel caso in cui abbiano spazio e quindi possibilità di muoversi, al fine di consentire al conducente la totale visibilità. Questo crash test fa vedere per esempio come NON si devono trasportare i mobili Ikea in un’auto.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Patente K o CAP

Patente K o CAP: a cosa serve e come ottenerla

Incidente autostradale soccorsi

Constatazione amichevole: i casi in cui non va firmata

parcheggio per disabili personalizzato

Parcheggio per disabili personalizzato: come ottenerlo