D

DAC – Driver Alert Control

17 giugno 2013 - 17:30

Dispositivo di sicurezza attiva che vigila sullo stato di attenzione del conducente prodotto da Volvo:  avverte il guidatore quando questi diventa troppo stanco, assonnato o distratto per proseguire il viaggio in sicurezza.

Invece di monitorare il comportamento del guidatore (metodo che può portare a conclusioni non sempre attendibili dal momento ognuno reagisce a modo suo alla fatica e al sonno, Volvo tiene sotto controllo il comportamento della vettura.

Questo approccio consente anche di poter usare il DAC per individuare chi alla guida non presta abbastanza attenzione alla strada perché distratto dal telefonino, dal navigatore o dagli altri passeggeri. Il DAC, infatti, utilizza una centralina che elabora le informazioni raccolte

  • dalla telecamera collocata tra lo specchietto retrovisore e il parabrezza;
  • da una serie di sensori che registrano i movimenti dell’automobile rispetto alle righe della segnaletica che delimitano la carreggiata.

Se la centralina giudica che il rischio è elevato viene attivato un segnale acustico e si accende una spia che invita il pilota a effettuare una sosta.

In ogni caso, il guidatore può consultare un visore che gli fornisce l’informazione sul livello d’attenzione residua: cinque barrette all’inizio del viaggio, che scendono gradualmente se l’andatura diviene più incerta e le traiettorie serpeggianti.

Molto simile al sistema Attention Assist.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

DPCM 6 marzo 2021

DPCM Draghi 6 marzo 2021: bozza e regole fino a Pasqua [PDF]

Il MIT cambia nome: nasce il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili

Covid-19: lo smog rafforza il virus, lo studio in 82 città italiane