Tesla Model 3 e Audi e-tron, le elettriche più sicure nei crash test 2019

Le auto elettriche superano i test più severi dell’IIHS: Model 3 e Audi e-tron sono più sicure di altre auto tradizionali nei crash test 2019

19 settembre 2019 - 14:02

La sicurezza delle auto elettriche in caso di incidente è per molti ancora un terreno inesplorato. Cosa succede alla batteria di un’auto elettrica in caso di tamponamento? Le auto elettriche prendono fuoco? I crash test dell’IIHS (Insurance Institute for Highway Safety) esorcizzano questi timori dopo aver provato Tesla Model 3, Audi e-tron e la Chevrolet Bolt. Tesla e Audi sono risultate le auto elettriche più sicure del 2019 fino ad ora provate tanto da meritare il Top Safety Pick Plus. Nel video qui sotto le prove deli crash test sulle 3 auto elettriche.

QUANTO SONO SICURE LE AUTO ELETTRICHE CON IL TOP SAFETY PICK+

Il Top Safety Pick Plus non è un premio che l’IIHS riconosce tanto facilmente alle auto sottoposte ai crash test. Il fatto che una Tesla Model 3 e l’Audi e-tron l’abbiano agguantato smentisce i dubbi sulla sicurezza delle auto elettriche di recente accesi da più parti. Ottenere il Top Safety Pick Plus significa superare le prove di crash test fontale moderato e small overlap (lato guida e passeggero), il crash test laterale, il test sui poggiatesta, la valutazione sui sistemi ADAS e sull’efficienza dei fari. In queste prove le auto elettriche Tesla Model 3 e Audi e-tron sono andate meglio della Chevrolet Bolt come mostra il video qui sotto.

TESLA MODEL 3 E AUDI e-TRON NEL CRASH TEST IIHS

La Tesla Model 3 è l’ultimo modello Tesla ma il primo ad aver ottenuto il Top Safety Pick Plus, nonostante qualche deformazione più importante del telaio. Il sistema ADAS che previene gli incidenti della Tesla Model 3 ottiene un buon punteggio nei test in pista a 12 e 25 miglia orarie. Lo stesso per i fari che ottengono un giudizio “buono”. Nei diversi crash test della Tesla Model 3, il telaio, le cinture e gli airbag funzionano correttamente. Solo nella prova small overlap più impegnativa, la cerniera e il longherone sottoporta si spostano di 8 pollici (circa 20 cm). Ciò che non avviene invece nello stesso crash test small overlap dell’Audi e-tron, in cui l’intrusione nell’abitacolo è minima vicino ai pedali.

LA SICUREZZA DELLA CHEVROLET BOLT PENALIZZATA DAI FARI

La Chevrolet Bolt (venduta in alcuni Paesi europei ma non in Italia) manca il Top Safety Pick Plus perché non ha superato al meglio le prove di crash e le valutazioni fari. In particolare la valutazione “accettabile” nella prova small overlap non è abbastanza. In questo crash test severo la testa del manichino si è spostata lateralmente col rischio di colpire parti dell’auto. Avrebbe anche potuto ottenere il Premio Top Safety Pick con la valutazione accettabile, ma la prova dei fari standard ha penalizzato la Chevrolet Bolt.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Airbag “depotenziati” sui modelli Dacia: Latin NCAP accusa Renault

Lavorare in Porsche: è il miglior luogo di lavoro 2020

Crash test Jeep Renegade 2019: solo 3 stelle Euro NCAP senza AEB