Nissan: il nuovo Safety Lab USA da 40 milioni per i crash test

Oltre 40 diversi tipi di crash test e un polo di ricerca per i sistemi di assistenza alla guida: ecco il Technical Center Nissan negli USA

12 ottobre 2021 - 15:00

Nissan ha ampliato il Technical Center North America (NTCNA) negli USA con un Safety Advancement Lab da oltre 40 milioni di dollari. Il nuovo laboratorio è il luogo dove avvengono i crash test dei nuovi modelli. Ecco cosa avviene nel centro dove da oltre 30 anni il costruttore promuove l’obiettivo Nissan di ridurre le vittime da incidenti stradali.

UN LABORATORIO DA 40 MILIONI DI DOLLARI PER I CRASH TEST

“Qui nel Safety Advancement Laboratory, ci concentriamo sulla sicurezza passiva”, afferma Mike Bristol, direttore, Vehicle Safety Test Engineering, NTCNA. “I nostri veicoli sono dotati di tecnologie per aiutare a prevenire un incidente. Ma qui ci concentriamo sulla protezione dei passeggeri in caso di collisione e sulla valutazione della struttura del veicolo, sull’efficacia degli airbag, delle cinture di sicurezza e altri meccanismi che aiutano proteggere i nostri clienti”. Nella struttura da oltre 10 mila metri quadrati, gli ingegneri Nissan possono condurre 48 diverse simulazioni di crash test. La struttura è dotata di sistemi fotografici di ripresa ad alta velocità e un sistema di traino dei veicoli, simile al Centro di Sicurezza Fiat in Italia che vi abbiamo mostrato con un crash test dal vivo. All’interno della struttura c’è anche un laboratorio di calibrazione dei manichini per crash test, uno spazio per la preparazione dei veicoli e un laboratorio per la sicurezza dei pedoni come mostra il video sotto.

I MODELLI SVILUPPATI AL NISSAN TECHNICAL CENTER

Il Nissan Technical Center North America (NTCNA) è anche un polo tecnologico per la ricerca e lo sviluppo di Nissan Motor Company dove da oltre 30 anni vengono sviluppate tecnologie per la sicurezza di vari modelli. Dalla progettazione, alla ricerca e collaudo, ai controlli di qualità delle auto durante la produzione. Oggi il Technical Center si occupa in particolare dei modelli per il mercato statunitense, tra cui Altima, Frontier, Leaf, Rogue, Sentra, Maxima, Pathfinder, Murano, Titan, Versa e Infiniti QX60. Qui gli ingegneri Nissan hanno testato i sistemi di assistenza alla guida come Nissan ProPILOT Assist e il Nissan Leaf e-Pedal.

NISSAN: 310 MILIONI DI DOLLARI PER LA SICUREZZA DEI VEICOLI

Negli ultimi 30 anni Nissan ha investivo nella struttura di ricerca per la sicurezza attiva e passiva oltre 310 milioni di dollari dall’apertura nel 1991. “Questa espansione sottolinea l’impegno di Nissan e ci consente di essere un centro di eccellenza globale per i test sui nuovi veicoli”, ha affermato Chris Reed, vicepresidente senior regionale, ricerca e sviluppo, Nissan America. L’obiettivo delle zero vittime guida sempre il nostro lavoro. La combinazione di questo nuovo laboratorio e delle nostre tecnologie di sicurezza attiva e passiva può aiutarci a raggiungerlo”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Nissan Ariya, nel test dell’alce sicura ma poco agile

Albero di Natale in auto: come fare a trasportarlo

Crash test a 150 km/h: il video shock della prova estrema