Officine Case auto: non sempre le “Premium” sono migliori

Prezzi premium come le auto ma non sempre la qualità del servizio è adeguata: Auto Bild fa le pulci a 32 officine delle Case auto in Germania

22 novembre 2022 - 12:59

Quando si porta l’auto in un’officina autorizzata della Casa costruttrice ci si aspetta che tutto sia eseguito alla perfezione. Che si tratti del semplice tagliando auto ordinario o di un guasto da riparare, chi dovrebbe sapere cosa fare nei minimi particolari, se non la rete di assistenza degli stessi Costruttori? Il magazine tedesco Auto Bild ha messo alla prova 32 officine dei brand Audi, BMW, Mercedes Benz e Volvo, scoprendo che non sempre il servizio di assistenza si rivela Premium come le auto. Ecco i dettagli dell’indagine.

OFFICINE AUTORIZZATE IN GERMANIA SOTTO LA LENTE DI AUTO BILD

L’indagine di Auto Bild sulle officine delle Case auto inizia da una riflessione: “I prezzi elevati non escludono automaticamente che le persone possano comunque commettere errori. La rivista tedesca ha indagato sull’operato di 32 officine dei principali Brand Premium in Germania con tariffe orarie fino superare 200 euro per la manodopera e un prezzo dell’olio motore fino a 40 euro al litro. Ecco come è avvenuto il test:

– per ogni brand sono state selezionate 8 auto di privati che si sono offerti di partecipare all’indagine in Germania. Unico requisito, l’auto doveva avere meno di 10 anni e una percorrenza inferiore a 250 mila km;

– per ogni auto è stato fissato un appuntamento prezzo l’officina autorizzata della Casa auto nelle vicinanze;

– prima di portare l’auto in officina, Auto Bild in collaborazione con Dekra ha “nascosto” 5 anomalie o problemi facilmente risolvibili rispettando semplicemente i controlli previsti dal piano di manutenzione del Costruttore. Ad esempio un solo pneumatico sgonfio, livello liquido raffreddamento basso, etc. A questi 5 difetti è stato aggiunto un guasto di semplice risoluzione, segnalando solo i sintomi all’officina;

– il voto assegnato alla rete di assistenza di ogni Brand deriva dalla valutazione complessiva della prenotazione dell’appuntamento, restituzione dell’auto, rispetto delle procedure di ogni Costruttore e i rapporti con il cliente in generale. La prestazione lavorativa costituisce comunque il 70% del voto finale.

LE MIGLIORI OFFICINE AUTORIZZATE DEI BRAND PREMIUM SECONDO AUTO BILD

Dal report di Auto Bild sulle migliori e peggiori officine auto Premium in Germania emerge che nessuno è perfetto. “È sorprendente che per ogni Brand ci sia sempre stata una filiale che ha commesso diversi errori”. Tuttavia la media dei guasti individuati permette di stabilire quali Brand offrono un servizio di assistenza migliore di altre:

Audi ha ottenuto il miglior risultato con l’86,5% di anomalie individuate;

BMW, 86% di anomalie risolte e 4 filiali che hanno eseguito un lavoro impeccabile secondo Dekra;

Mercedes Benz, risolve solo l’83,3% delle anomalie, anche a causa di una filiale non particolarmente efficace;

Volvo, solo il 61,7% delle anomalie è stata individuata.

GLI ERRORI PIU’ CLAMOROSI COMMESSI DALLE OFFICINE NELL’INDAGINE

Volvo secondo Auto Bild è il Brand che risulta più indietro per la qualità del servizio offerto dalle filiali in Germania. In una delle filiali Volvo è stato applicato il prezzo più alto per l’olio motore, 40 euro al litro, circa 10 euro più delle altre filiali autorizzate della stessa Casa. Due officine Volvo in particolare hanno fatto storcere di più il naso:

“L’auto tagliandata a Cuxhaven è rimasta in panne alcuni giorni dopo per aver perso olio motore (filtro olio non installato correttamente)”;

“Alla filiale Volvo Mülheim/R l’officina voleva sostituire l’intera serratura della porta per 420 euro, ma sull’auto di prova era stato attivato solo il blocco di sicurezza per bambini.

Anche con altri Brand non è sempre filato tutto liscio:

Audi, “la metà delle filiali riceve la chiave d’oro. Sarebbero state cinque se la filiale di Münster non avesse dimenticato una vite di fissaggio del rivestimento passaruota. Un capitolo piuttosto inglorioso: le tariffe orarie di manodopera in Audi hanno superato 200 euro in alcune filiali.

Mercedes, “una filiale ha trascurato 4 difetti nascosti su 5;

BMW, “una filiale è stata creativa, si sono inventati un controllo invernale, che è economico, ma prevede meno verifiche di quelle che avrebbero dovuto eseguire”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Motorsport: la filiera italiana vale 2 miliardi di fatturato l’anno

Mercato auto: l’Europa ha perso competitività per il CEO VW

Batterie al litio: sotto il 70% la capacità si riduce prima. L’indagine