Honeywell presenta il gas refrigerante R456 A, più ecologico dell’R134 A

Il nuovo gas refrigerante Solstice R-456 A può ridurre l’impatto dei gas serra di oltre il 50% rispetto al vecchio R 134 A. Ecco com’è fatto

19 maggio 2022 - 11:10

Per molti automobilisti l’arrivo della primavera fa scattare il pulsante dell’aria condizionata in auto e molti si accorgeranno solo in questo periodo che è necessario effettuare una ricarica al climatizzatore. Il gas refrigerante non si consuma, ma è disperso nell’ambiente attraverso crepe o guarnizioni usurate. L’attenzione dei legislatori UE sull’inquinamento dei gas ad effetto ozono è sempre stata più forte negli anni (in questo approfondimento parliamo dell’evoluzione dei gas per climatizzatori) e così anche le aziende hanno sviluppato nuove tecnologie e gas refrigeranti più ecosostenibili per le officine. In questo articolo vi parleremo del nuovo gas refrigerante Solstice 456 A, per sostituire il gas R 134 A nei veicoli meno recenti.

HONEYWELL: 1 MILIARDO DI DOLLARI PER LA RICERCA SUI GAS REFRIGERANTI

L’azienda Honeywell, specializzata in prodotti e servizi aerospaziali, tecnologie di controllo per edifici e industria e materiali ad alte prestazioni, ha investito un miliardo di dollari in ricerca e sviluppo per la tecnologia Solstice. L’obiettivo è sviluppare tecnologie con un basso indice GWP (Global Warming Potential) che esprime il contributo all’effetto serra attraverso la CO2. Secondo l’azienda, il nuovo gas refrigerante Solstice R 456 A può ridurre di oltre il 50% l’impronta delle emissioni di gas serra dei climatizzatori nei veicoli circolanti. Secondo le stime dell’azienda, le auto che utilizzano già il nuovo gas R 456 A hanno evitato il potenziale rilascio nell’atmosfera di oltre 260 milioni di tonnellate di anidride carbonica, equivalenti alle potenziali emissioni di oltre 56 milioni di auto l’anno.

COM’E’ FATTO IL GAS REFRIGERANTE 456 A

Il nuovo refrigerante a base di Idro-Fluoro-Olefine (HFO) e Idro-Fluoro-Carburi (HFC), che sarà disponibile per l’aftermarket automobilistico europeo, ha prestazioni simili al gas R-134A, contribuendo a soddisfare le esigenze delle officine, ma anche la normativa MAC (Mobile Air Conditioning). Il gas R-456A è un refrigerante classificato ASHRAE A1, non infiammabile e facile da usare – secondo l’azienda – poiché può essere facilmente adottato su macchine e strumenti AC attualmente esistenti. Ecco di seguito le caratteristiche del gas R-456A Solstice:

– Composizione: HFO-1234ze(E)/R-134a/R-32;

– Peso %: 49.0/45.0/6.0;

– Peso Molecolare (kg/kmol): 101,4 g/mol;

– Punto di ebollizione a 1 atm (101,3 kPA): -30,8°C;

– Temperatura critica (°C): 102,7 °C;

– Pressione critica (bar): 4175 kPa;

– Densità del liquido a 21,1 °C (70 °F): 1178,4 kg/m3;

Il GWP diminuisce da 1.430 dell’R-134A, al valore di 626 del nuovo refrigerante R-456A.

RICARICA GAS CLIMATIZZATORE DA R134 A R456

Honeywell sostiene che attualmente ci siano oltre 200 milioni di auto circolanti sulle strade europee che utilizzano ancora l’R-134A. Il gas refrigerante è una soluzione retrofit per la manutenzione dei climatizzatori auto sui veicoli prodotti prima del 2017. Sarà disponibile per il settore dell’Independent Aftermarket europeo entro la fine del 2022.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Motorsport: la filiera italiana vale 2 miliardi di fatturato l’anno

Autolavaggi in zona: come trovarli online

acea emissioni ue

ACEA fissa i target per l’azzeramento della CO2 nel 2035