Nuova Fiat 500L: prova su strada in anteprima

Estetica rinnovata e maggiore tecnologia per la Fiat 500 adatta alle famiglie

22 maggio 2017 - 21:48

Lanciata ormai diversi anni fa la Fiat 500L è stato il primo modello della gamma 500 ad aprire un corso completamente nuovo, che ha visto la costruzione di una famiglia di auto ispirate alle mitica e originale Fiat 500 ma che coprono diversi segmenti e tipologie di clienti. Noi abbiamo provato in anteprima la nuova Fiat 500L, che si rinnova in parte nell'estetica e nella tecnologia di bordo, totalizzando ben un 40% di componenti del tutto nuove rispetto al passato.

UGUALE MA DIVERSA A primo impatto la nuova Fiat 500L sembra essere del tutto comune al modello che già tutti conosciamo, ma in realtà le cose sono ben diverse e c'è più di qualche particolare che è stato completamente rivisto. È il caso in primis di tutto l'anteriore, che richiama il restyling ottenuto dalla Fiat 500 classica nelle luci di posizione a LED, ora identiche alla citycar e che formano una sorta di cerchio spezzato, ma parallelamente si legge anche un po' di Fiat 500X nel design (leggi la nostra prova su strada della Fiat 500X). I “baffi” sul muso sono cambiati e più sottili per esempio, come la griglia della presa d'aria cromata è la stessa della 500 classica, i proiettori hanno delle palpebre per dare un tocco di personalità allo sguardo e, particolare riservato alla versione Cross – quella che una volta era chiamata Trekking ma che adesso ha più una connotazione da crossover, anche nel nome – è il paracolpi sotto il paraurti che si unisce in pezzo unico con la bull bar. Il paraurti stesso gode di un design rinfrescato, proiettato verso l'esterno e che cerca di offrire una sensazione visiva di larghezza, cosa che accade anche al posteriore, lato dell'auto che ha sicuramente beneficiato meno del restyling. Tra gli aspetti più interessanti che sono rimasti invariati rispetto al passato sicuramente il montante A vetrato, quindi con un'apertura che permette di aumentare la visibilità, è quello più degno di nota.

INTERNI AGGIORNATI Così come esternamente è la parte anteriore della Fiat 500L quella che ha visto l'impegno maggiore della matita dei designer, anche l'abitacolo realizza in prima fila le modifiche più apprezzabili. Impianto infotainment e strumentazione hanno fatto un salto in avanti ed hanno abbracciato una tecnologia più recente, più apprezzata dal mercato che preferisce touchscreen capacitivi dal buon feedback al tocco ma soprattutto con connettività completa e protocolli Android Auto e Apple Car Play. Lo Uconnect con schermo 7 pollici incontra il benestare delle persone giovani e meno giovani, smanettoni e meno inclini alla tecnologia, con una disposizione ergonomica sulla plancia che permette tanto a chi guida tanto a chi è al suo fianco di gestire l'impianto. La postazione del guidatore è stata del tutto rivista ed ora può leggere tutte le informazioni necessarie su un display TFT al centro della strumentazione, che nella parte analogica ha le tacche rialzate per dare un tocco premium e di classe, oltre che 3D, mentre dal nuovo volante spuntano tutti i comandi necessari anche per gestire eventuali telefonate e comandi vocali. Comunque l'innovazione arriva anche da piccoli particolari che permettono un feeling decisamente migliore ma con una spesa decisamente contenuta, come l'illuminazione bianca dei tasti che sono sulla plancia e sul tunnel, molto più eleganti rispetto al passato, così come l'ergonomia ha assunto un ruolo fondamentale su di un'auto che deve essere vissuta, deve garantire comodità e cercare di essere la compagna tanto di viaggio quanto della vita quotidiana: i comandi del climatizzatore sono stati riposizionati per favorire quest'ottica, ma soprattutto la leva del cambio è stata rialzata.

LA COMODITA' E' IL SUO FORTE Se bisogna trovare immediatamente un pregio a quest'auto, così a bruciapelo, senza dubbio la comodità vince su tutto. In effetti è anche una delle prime cose che abbiamo apprezzato durante la nostra scampagnata per le strade torinesi e non solo, poichè seppur guidavamo la versione Fiat 500L Wagon, modello lungo 4,34 metri e capace di ospitare 7 persone a fronte dei 4.24 metri della versione classica cinque posti, le sconnessioni del pavè ed alcune zone completamente dissestate non sono state affatto un problema in termini di vibrazioni trasmesse all'interno e sobbalzi vari. La Fiat 500L che abbiamo provato si affidava ad un motore benzina da 1.4 litri e 120 cavalli, che vibra poco e riesce a spingere bene la massa dell'auto anche su salite ben pendenti, a patto che ci si ricordi di mantenerlo allegramente oltre i 2500 giri perchè al di sotto di tale soglia è completamente morto, soprattutto se aggiungiamo il carico dell'aria condizionata. In ogni occasione basta scalare una marcia con il cambio manuale a sei rapporti per avere il brio necessario, che in valore assoluto non è nemmeno malvagio per un'auto di questo segmento, ma è proprio la rumorosità percepita che non riesce a far quadrare una situazione che, altrimenti, potrebbe essere di ideale tranquillità. Comunque in un percorso collinare con salite e discese di percentuali non proprio basse non è solo il motore che ha scoperto tutte le carte alla propria mano ma anche l'assetto, pacioso e comodo, ideale per le famiglie e le scampagnate fuori porta che vedono al centro dei propri pensieri solo il relax e la felicità di moglie e figli, senza alcuna sportività predominante. D'altronde la Fiat 500L ha la volontà di raggruppare le famiglie italiane sotto un'unica icona che da 60 anni riesce a soddisfare clienti l'uno dopo l'altro, non di stracciare gomme tra i cordoli, anzi la versione Fiat 500L Cross riesce anche a superare ostacoli come fondi particolarmente scivolosi oppure discese molto ripide con l'ausilio dell'elettronica gestita dal Drive Mode Selector.

CONCLUSIONI In fin dei conti il successo che ha avuto la Fiat 500L dalla sua prima apparizione si capisce esclusivamente guidandola, e questa nuova generazione è riuscita ad enfatizzare alcune delle doti importanti nella guida di tutti i giorni. Nei concessionari è ordinabile già da ora ed allo stesso prezzo della “vecchia” 500L, quindi a partire da 15.900 euro che diventano 14.900 euro con la promozione Menomille.

Commenta per primo