Kit di protezione ammortizzatori: perché prevengono il mal d’auto?

I kit di protezione ammortizzatori aiutano anche ad aumentare il comfort: ecco perché sono importanti e qual è la loro funzione

29 luglio 2021 - 7:30

La sostituzione degli ammortizzatori usurati è il momento migliore per cambiare anche i kit di protezione. Come vedremo nel video qui sotto, può essere necessario farlo anche prima se provando l’auto su strada si notano i sintomi degli ammortizzatori poco efficienti. Uno degli errori più frequenti anche tra gli addetti ai lavori è rimontare i kit di protezione vecchi con gli ammortizzatori nuovi. E’ sbagliato pensare che siano dei semplici parapolvere e adesso potrai capire meglio a cosa servono. Vuoi sapere perché i kit di protezione allungano la durata degli ammortizzatori e contrastano il mal d’auto? Non perderti il video qui sotto e le altre pillole formative per ricambisti, autoriparatori e automobilisti in cui SicurAUTO.it in qualità di Monroe Brand Ambassador spiega tutti i segreti delle tecnologie Monroe e i trucchi sulla manutenzione degli ammortizzatori auto.

C’E’ MOLTO PIU’ DI UN PARAPOLVERE NEI KIT DI PROTEZIONE AMMORTIZZATORI

Nella maggior parte degli ammortizzatori monotubo e bitubo la superficie esterna dello stelo è la parte più esposta che va protetta da ghiaia, bitume, sale, la lancia dell’autolavaggio, ecc. Il kit di protezione ha il compito di evitare il contatto del pistone con corpi estranei che potrebbero danneggiare l’oring e provocare perdite d’olio. Ma non solo, la parte alta di un kit di protezione Monroe per ammortizzatori anteriori ha un cuscinetto in poliuretano ad alta densità che assorbe l’energia degli impatti più forti, come quando si colpisce un marciapiede o si passa su una buca profonda. C’è ancora un altro motivo per cui Monroe consiglia di cambiare sempre i kit di protezione insieme agli ammortizzatori nuovi. Molti non sanno che, oltre a preservare la durata degli ammortizzatori, i kit di protezione riducono anche il rollio e le oscillazioni dell’abitacolo, migliorando la stabilità dell’auto nelle curve e nei cambi di direzione. I movimenti maggiormente percepiti dai passeggeri che soffrono il mal d’auto. In questo video invece puoi vedere a cosa servono le molle e quando vanno sostituite.

KIT DI PROTEZIONE AMMORTIZZATORI: QUANDO CAMBIARLI

Ora sai perché Monroe consiglia di fare un veloce controllo ai kit di protezione almeno ogni 20 mila km e cambiarli ogni 80 mila in occasione del cambio degli ammortizzatori. Se un tuo cliente ti sembra poco convinto, mostrargli sul simulatore TADIS di Monroe come cambiano rollio e beccheggio dell’auto montando nuovi kit di protezione. Potrà vedere con i suoi occhi quanto può tornare davvero efficiente e sicura la sua auto con una piccola spesa aggiuntiva. Spiegagli (e ricorda) che non si può considerare davvero completa la sostituzione degli ammortizzatori senza aver cambiato anche i kit di protezione e i kit di montaggio!

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jaguar I-PACE vs Jaguar F-PACE: costi di manutenzione a confronto

Smart forfour EQ vs Smart forfour: costi di manutenzione a confronto

Smart fortwo EQ vs Smart fortwo: costi di manutenzione a confronto