Volkswagen T-Roc, debutta in Italia il crossover globale

Presentata in Italia, sulle rive del lago di Como, la nuova T-Roc lancia la sfida alla concorrenza nel sempre dinamico e propositivo segmento dei SUV

24 agosto 2017 - 11:50

Si chiama T-Roc, ed è il SUV che mancava in casa Volkswagen, presentata qui in Italia, sulle sponde del lago di Como. In un mercato che richiede una sempre maggiore offerta all'interno del vasto universo degli Sport Utility Vehicle, la T-Roc è la più piccola per dimensioni della famiglia Volkswagen composta dalla Tiguan e dal Touareg. Con la T-Roc, Volkswagen lancia ufficialmente la sfida a chi, in questo segmento, ci sta e anche da tempo, come la Jeep Renegade, la FIAT 500X o la Renault Capture, insieme a tante altre proposte. Insomma, un segmento iper-competitivo, ma la T-Roc sembra avere tutte le carte in regola per fare bene.

LOOK DINAMICO E MUSCOLOSO Partiamo dal design. Si riconoscono i tratti canonici del family feeling di Volkswagen, che comunque sulla T-Roc subiscono una netta evoluzione. Le proporzioni utilizzate per il disegno laterale le conferiscono una notevole dinamicità, con tratti tipici delle coupè. Nuovo il frontale, dove Volkswagen porta al debutto una calandra a nido d'ape, e nuovi fari a LED, inseriti in un contesto decisamente muscoloso, per via delle evidenti nervature che percorrono il cofano. Stesse line forti che ritroviamo anche sulle fiancate e sui passaruota che conferiscono alla T-Roc un look da “bad boy”. In sintesi si potrebbe dire che, a primo impatto, la T-Roc sembra un'auto adatta sia per le città, grazie ad un look sportivo e alla moda, sia per chi ama trascorre le proprie giornate lontane dal frastuono cittadino, grazie agli elementi tipici di una off road, come le dimensioni generose e i paracolpi sui paraurti.

PER LA PRIMA VOLTA BICOLORE Con il nuovo design debutta anche un “nuovo” optional per Volkswagen, ovvero la possibilità di scegliere un colore da affiancare a quello principale, ma non è certo l'unica novità presente sulla T-Roc. Anche gli interni sono ampiamente personalizzabili, sia per le colorazioni sia per la tecnologia. Al centro della plancia abbiamo unoschermo da 8″ in vetro che serve per interagire con le principali funzioni di bordo e con il sistema infotainment. Infotainment che è stato studiato per essere il più semplice e rapido possibile, con il Volkswagen Car-Net, un sistema che permette di usufruire dei servizi on line dei propri smartphone, sia Apple che Android, compreso di Apple CarPlay e Android Auto(dovrebbe essere confermato anche il Volkswagen Meda Control App, del quale vi avevamo già parlato). Non poteva certo mancare l'Active info display (disponibile come optional), lo schermo da 11,7″ posto dietro al volante e completamente personalizzabile. Anche lui ha conosciuto una decisa evoluzione, raggiungendo una risoluzione di ben 133 dpi. Altri optional interessanti offerti sulla T-Roc sono la piastra a induzione per la ricarica dei propri dispositivi, e l'impianto audio Bose da 300 Watt. Di seguito il video teaser di lancio della Volkswagen T-Roc

 

UN SUV “ONNIVORO” Che il vostro pane quotidiano sia l'asfalto cittadino o la ghiaia, a questa T-Roc sembra non interessare. Almeno stando alle caratteristiche tecniche. Grazie alla qualità della piattaforma modulare MQB (la stessa di Golf e A3 per intendersi) ci si aspetta ottime doti su strada, anche grazie alle sospensioni adattive a gestione elettronica DCC (di serie sulle versioni a trazione integrale, come optional su quelle a trazione anteriore), che permettono di scegliere fino a cinque impostazioni di marcia, insieme allo sterzo progressivo che ha fatto il suo debutto sulla ultima Golf GTI. In off road, invece, sono l'assetto rialzato e la trazione integrale permanente 4Motion (con due modalità disponibili: Offrad e Individual) a far pensare che questa T-Roc riuscirà a sguazzare agevolmente nel fango, nella neve e in altre condizioni difficili.

TANTA SICUREZZA DI SERIE Interessanti le dotazioni tecnologiche volte all'assistenza di guida, numerose e per la gran parte di serie- e che in parte abbiamo avuto modo di provare con la Volkswagen Tiguan. Partiamo dal riconoscimento della stanchezza del guidatore, la frenata anti collisione multipla, il sistema di controllo perimetrale Front Assist (con riconoscimento dei pedoni e frenata automatica di emergenza) e il mantenimento della corsia. Quanto costano? Niente! O meglio, questa è l'offerta di serie per la sicurezza della T-Roc. A questa si può aggiungere un'ampia gamma di servizi, come il Cruise Control attivo, riconoscimento della segnaletica stradale, telecamera per la retromarcia, il Park Assist e telecamere per l'angolo cieco, solo per citarne alcuni.

DISPONIBILE DA NOVEMBRE Nonostante non sia stato ancora presentato il listino ufficiale, le vendite della T-Roc partiranno dal novembre, con un prezzo che si dovrebbe aggirare intorno ai 21.000 Euro. Saranno disponibili propulsori sia benzina che diesel, tutti turbo, con potenze che andranno da 115 a 190 cv. Entry level il 1.0 TSI da 115 cv e 200 Nm di coppia, che sarà disponibile con cambio manuale a 6 marce e trazione anteriore. Il top di gamma è rappresentato dal 2.0 TDI da 190 cv e 400 Nm di coppia, abbinato al cambio DSG a 7 rapporti e alla trazione integrale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto elettriche: in Germania il crollo peggiore di tutta l’Europa

Noleggio autobus con autista: servizi, prezzi e preventivo gratis

Move-In Emilia Romagna

Move-In Emilia Romagna: come funziona dal 1° gennaio 2023