Calibrazione ADAS errata: 1 solo grado manda l’auto fuori carreggiata

L’IIHS ha testato su strada l’efficacia dei sistemi FCW e AEB dopo la sostituzione del parabrezza con una calibrazione non corretta dei sistemi ADAS

30 luglio 2021 - 14:00

I parabrezza delle auto con telecamere per sistemi ADAS richiedono una calibrazione specifica ad ogni intervento di riparazione ai vetri o all’elettronica. Anche il semplice scollegamento della batteria può prevedere che la telecamera sia ricalibrata. Eseguirla frettolosamente può essere tanto pericoloso quanto non farla proprio. A rivelarlo è un test dell’IIHS (Istituto assicurativo per la sicurezza stradale USA) che ha voluto verificare cosa succede con una calibrazione ADAS errata. Gli effetti di una piccola rotazione dell’obbiettivo (inferiore a 1°) mandano letteralmente in tilt i sistemi AEB (Autonomous Emergency Breaking), LDW (Lane Departure Warning) e FCW (Forward Collision Warning).

Aggiornamento del 30 luglio 2021: miglioramento della leggibilità

PERCHE’ LA CALIBRAZIONE ADAS E’ IMPORTANTE?

Montare un parabrezza originale del Costruttore o equivalente di qualità può fare poca differenza, come abbiamo spiegato nel video qui sotto. Ma l’IIHS ha verificato che con i vetri più innovativi che prevedono la sede di installazione per la telecamera diventa ancora più importante effettuare la calibrazione dei sistemi ADAS. La staffa infatti potrebbe essere in una posizione impercettibilmente diversa, quanto basta per provocare la rotazione dell’obbiettivo della telecamera ADAS. Cosa succede ai sistemi di assistenza alla guida se il parabrezza (o la staffa della telecamera) è montato più a destra o a sinistra e non si procede alla calibrazione della telecamera? L’IIHS lo ha sperimentato ruotando la telecamera all’interno della sua sede per il gioco equivalente a circa 1° sull’asse longitudinale dell’auto. Ruotare la telecamera a destra o a sinistra equivale a orientare anche l’asse del campo visivo dell’auto in una direzione o in un’altra e infatti gli effetti sul funzionamento del sistema FCW e dell’AEB sono pericolosi. Nel video qui sotto mostriamo come si effettua la calibrazione degli ADAS.

OSTACOLO CENTRATO IN PIENO A 18 KM/H

Su una Honda Civic 2016 con sistemi ADAS è stato montato un parabrezza aftermarket. Nei test si è verificato il funzionamento alterato dei sistemi FCW e AEB dalla rotazione della telecamera. Nei test di riferimento con telecamera correttamente installata e calibrata a 25 mph (40 km/h), l’AEB della Honda Civic si è attivato in un time-to-collision (TTC) di 1,5 secondi e il veicolo ha evitato il bersaglio. Dopo la sostituzione del parabrezza aftermarket, l’AEB si è attivato a TTC di 0,9 secondi e il veicolo ha colpito il bersaglio a 11 mph (18 km/h). In pratica la differenza tra evitare un’auto o colpirla abbastanza forte da creare abbastanza danni, nei casi migliori.

CALIBRAZIONE ADAS ERRATA: L’AUTO NON RICONOSCE LA CARREGGIATA 

Restare al centro della carreggiata è l’unica funzione affidata al sistema LDW, che diventa fondamentale in caso di distrazione o colpo di sonno. Funziona attraverso il tracciamento delle linee della carreggiata con la telecamera sul parabrezza. Ma se questa è tarata male è facile immaginare cosa può succedere.  Una rotazione a destra o a sinistra della telecamera spinge il sistema LDW a mantenere l’auto molto distante dal margine (fino 69 centimetri) oppure nella corsia accanto (fino a 48 centimetri). Il consiglio quindi è di rivolgervi solo ad autoriparatori che sappiano darvi le giuste garanzie di un lavoro a regola d’arte.  Un professionista preparato sa rispondere a tutte le vostre domande, rassicurandovi sulla calibrazione dei sistemi ADAS dopo la riparazione dei vetri.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP