Pneumatici fuori uso rivenduti illegalmente

Pneumatici Fuori Uso in Europa: il 94% delle gomme viene riciclato

L’Italia recupera e ricicla l’89% degli pneumatici fuori uso: ecco il bilancio ETRMA sugli PFU in Europa e la mappa dei Paesi più efficienti

14 maggio 2021 - 9:54

In Europa ci sono Paesi più bravi di altri nel riciclare gli Pneumatici Fuori Uso (anche noti come PFU) e a salvarli dalle discariche abusive. In media il 94% delle gomme consumate viene correttamente destinato allo smaltimento per recuperare le materie prime seconde da utilizzare in altri settori. Ecco il bilancio dell’ETRMA, l’Associazione Europea dei Costruttori di Pneumatici e articoli in gomma.

IL BILANCIO SUGLI PFU RECUPARATI IN EUROPA

Il bilancio sugli Pneumatici Fuori Uso in Europa per il 2019 è stato realizzato analizzando i dati di 32 Paesi dell’Unione Europea (UE27, Norvegia, Serbia, Svizzera, Turchia e Regno Unito). Il dato complessivo che emerge è che il 94% di PFU nei 32 Paesi considerati è stato raccolto e trattato per il riciclaggio dei materiali e il recupero dell’energia altrimenti dispersa. La media è allineata al trend degli anni precedenti con tassi di trattamento di PFU tra il 92% e il 95%. Gli Pneumatici Fuori Uso sono raccolti attraverso il consorzio organizzato e destinato al trattamento e recupero nei Paesi stessi. Le materie prime secondarie degli PFU infatti sono risorse importanti destinate ad altri impieghi per i settori dell’edilizia, l’automotive (in parte riutilizzati in nuove gomme) e la produzione del cemento.

QUANTI PFU SONO STATI RECUPERATI IN EUROPA NEL 2019

L’analisi dettagliata dei dati ETRMA sugli Pneumatici Fuori Uso mostra che il recupero di PFU in Europa nel 2019 si è fermato a 3,45 milioni di tonnellate, circa -3% rispetto all’anno precedente. Circa 1,88 milioni di tonnellate di PFU sono state trattate per il recupero di materiale. Di cui:

– 1,34 milioni di tonnellate di pneumatici inviate al processo di granulazione;

– 458.000 tonnellate di gomme sono state usate nella produzione nel cemento;

– 82.300 tonnellate sono state utilizzate nelle applicazioni di ingegneria civile.

RECUPERO DI PNEUMATICI FUORI USO IN EUROPA

Altre quantità minori di gomme fuori uso poi sono state impiegate in processi di pirolisi, acciaierie e fonderie. Delle gomme raccolte, quelle stoccate o sconosciute, e in attesa di trattamento, è la metà rispetto alle quantità raccolte l’anno precedente, pari a 170.000 tonnellate. Tra i Paesi più diligenti nella racconta e recupero di PFU ci sono l’Austria, Cipro, Estonia, Finlandia, Germania, Irlanda, Malta, Olanda, Portogallo, Romania, Spagna, Svezia, Norvegia, Serbia e Svizzera. Tutti con una percentuale pari o superiore al 100%. Clicca l’immagine sotto per vederla a tutta larghezza.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sicurezza stradale: lo spettacolo “I Vulnerabili” va in DAD

Auto usata: le 5 truffe più diffuse da cui stare alla larga

Green Pass Covid

Green Pass Covid: come funziona e come ottenere la Certificazione verde