Omicidio stradale: come potrebbe cambiare l'assicurazione auto?

Con l'omicidio stradale, si discute della rivalsa Rca per incidenti da alcol: Konsumer Italia vuole che quella clausola resti in piedi

7 marzo 2016 - 9:00

L'omicidio stradale è legge (vedi qui). Con 149 voti favorevoli, 3 contrari e 15 astensioni, il 2 marzo il Senato ha approvato definitivamente il Disegno legge 859-1357-1378-1484-1553-D, introduzione del reato di omicidio stradale e del reato di lesioni personali stradali, nonché disposizioni di coordinamento al Codice della Strada. Il nuovo reato punisce con la reclusione da 8 a 12 anni l'omicidio stradale colposo commesso da conducenti un veicolo a motore in stato di ebbrezza alcolica grave o di grave alterazione psicofisica conseguente all'assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope; in stato di ebbrezza o alterazione psicofisica meno grave laddove si tratti di conducenti che esercitano professionalmente l'attività di trasporto di persone e di cose. E qui s'inserisce il discorso assicurativo.

I CONTRATTI RCA – L'associazione dei consumatori Konsumer Italia sostiene che se “l'inasprimento delle pene per chi coscientemente usa un veicolo sapendo che potrà causare un incidente è questione di civiltà, lo è altrettanto il monito che arriva a tutti su un uso della strada che sia fatto con responsabilità ed il massimo rispetto verso tutti gli altri utenti”. Il riferimento è ai contratti Rca: una polizza normale infatti consente la rivalsa assicurativa. Se il guidatore è ubriaco o drogato, la compagnia risarcisce i danni, però poi si fa dare indietro quanto rimborsato: vedi qui. Ma c'è un ma.

CLAUSOLA ANNULLABILE – In cambio di un sovrapprezzo sulla Rca, la compagnia può annullare la rivalsa: parliamo di rinuncia alla rivalsa, o di garanzia per la rivalsa. Di qui, l'attacco di Konsumer Italia: “Basta con le garanzie per le rivalse verso chi guida in stato d'ebbrezza o dopo aver usato stupefacenti. È immorale garantire questi incoscienti dietro il pagamento di pochi euro per salvarne il patrimonio e a questo punto influendo, anzi, aggirando un reato”. 

QUESTIONE DI SOLDI – Per Konsumer Italia, “chi si droga e chi si ubriaca deve rispondere non solo penalmente, ma anche con il proprio patrimonio personale alle conseguenze del proprio comportamento. Ci aspettiamo dalle imprese che alle meritorie campagne sulla sicurezza stradale segua anche un comportamento commerciale conseguente e rispettoso di una legge dello Stato”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Incidente con cane senza guinzaglio

Incidente con cane senza guinzaglio: chi paga i danni?

Autovelox e telecamere Ztl

Autovelox e telecamere Ztl possono verificare assicurazione e revisione

Decreto semplificazioni: le grandi opere che il Governo intende sbloccare