Auto dell'anno 2016: il premio va all'Opel Astra

Opel agguanta per la quinta volta assoluta e dopo 4 anni di digiuno l'ambito premio internazionale davanti a Volvo, Mazda, Audi e BMW

1 marzo 2016 - 10:00

La Opel Astra sbaraglia la concorrenza e si aggiudica il titolo di Auto dell'Anno 2016. La hatchback tedesca ha soffiato, per una manciata di voti, la prima piazza alla svedese Volvo XC90 la quale, nonostante chicche come il Pilot Assist, non ha stregato la giuria.

OPEL CINQUE VOLTE SUL GRADINO PIU' ALTO DEL PODIO – Come di consueto, alla vigilia del Salone di Ginevra si tiene al Palaexpo la cerimonia per l'assegnazione del titolo di Auto dell'Anno; l'ambito riconoscimento è stato assegnato dalla Giuria, composta da 58 giornalisti in rappresentanza di 22 diverse nazioni europee, alla Opel Astra. A distanza di quattro anni la Casa di Russelsheim ritorna sul gradino più alto del podio, sbaragliando una blasonatissima concorrenza e portandosi a casa il quinto titolo. Il brand del Gruppo General Motors ha infatti trionfato nel 1985 con la Kadett, nel 1980 con la berlina Omega, nel 2009 con la Insigna e nel 2012 con la ibrida Ampera, titolo condiviso con la gemella Chevrolet Volt (leggi come il low cost uccise la Ampera).

LA MEDIA TEDESCA PREFERITA ALL'OPULENTO SUV SVEDESE – Le contendenti al titolo 2016 erano tutte decisamente agguerrite e tutte potenzialmente meritevoli del favore dei giudici. La Opel Astra ha totalizzato 309 punti vincendo quasi un testa a testa con il suv Volvo XC90, fermatosi a 294 punti. Distaccata di ben 107 punti la nipponica Mazda MX-5, fermatasi a quota 202. Fuori dal podio sono rimaste la Audi A4 con 189 punti, la Jaguar XE con 163 punti, la Skoda Superb con 147 punti e la BMW Serie 7 con 143 punti. Il premio è stato ritirato dall'AD Opel Karl Thomas Neumann, il quale ha dichiarato con orgoglio: “l'Astra rappresenta l'inizio di una nuova epoca e l'importante riconoscimento di Car of the Year conferma che siamo sulla strada giusta” (ecco la nostra prova su strada della Opel Astra). I tempi bui della Casa tedesca, quando General Motors ventilò l'ipotesi di una cessione del marchio Opel, sembrano essere sempre più lontani e il punto di pareggio nei bilanci sempre più vicino (leggi le pesanti perdite Opel negli anni passati).

ITALIANE ESCLUSE MA IL RECORD APPARTIENE AL GRUPPO FCA – Il premio Auto dell'Anno è stato assegnato per la prima volta nel 1964 (la prima edizione fu vinta dalla Rover 2000) e per esso competono le auto commercializzate, durante l'anno precedente, in almeno cinque differenti mercati continentali. I giurati, perlopiù giornalisti di settore, nell'assegnazione dei punteggi tengono conto, tra i vari parametri, anche dell'innovazione tecnologica e del design in rapporto al prezzo di vendita. Questa edizione non ha visto la partecipazione di modelli Made in Italy (scopri tutti modelli che hanno partecipato al Car of the Year 2016), anche se, grazie ai titoli vinti dai brand Fiat, Lancia e Alfa Romeo, il Gruppo FCA detiene il record con 12 vittorie complessive. L'ultimo trionfo tricolore risale al 2008 quando Auto dell'Anno venne incoronata la Fiat 500.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Coronavirus sospensione RCA

Coronavirus: verso sospensione RCA fino a luglio?

Trasportare bambini su auto a noleggio: può costare caro in caso di incidente

Uber contro il Coronavirus: corse gratis per i medici a Roma