Bollo auto Calabria

Bollo auto Calabria: calcolo e pagamento online

Come funziona il bollo auto in Calabria? Qui trovate info sul calcolo dell'importo, sulla scadenza e sul pagamento online della tassa automobilistica

5 aprile 2022 - 13:00

Oggi spieghiamo come si effettua il calcolo del bollo auto in Calabria e quali sono le varie scadenze, le modalità di pagamento online e le esenzioni. La gestione della tassa sul possesso dell’auto compete alla Regione Calabria, di conseguenza gli automobilisti residenti hanno come interlocutore il Settore Gestione Tassa Automobilistica articolato nelle aree territoriali di Catanzaro-Crotone (viale Europa snc, Catanzaro), Cosenza (viale della Repubblica 91, Cosenza) e Reggio Calabria-Vibo Valentia (via Modena 1, Reggio Calabria). Gli uffici sono aperti al pubblico il lunedì e il venerdì mattina, per concessionari e riscossori anche il mercoledì mattina. Le informazioni sul bollo auto Calabria si possono richiedere anche per email all’indirizzo info.tributi@regione.calabria.it.

BOLLO AUTO CALABRIA: CALCOLO E SCADENZA

Per calcolare l’importo del bollo auto occorre conoscere la potenza in kW e la classe ambientale (Euro 1, 2, 3, ecc.) del proprio veicolo. Informazioni che si trovano sul libretto di circolazione o sul documento unico. Dopodiché basta moltiplicare i kilowatt della vettura con il valore corrispondente alla classe ambientale stabilito da un’apposita tabella. Tuttavia, visto che sulla quantificazione del bollo possono intervenire alcune variabili, e inoltre le vetture con potenza superiore a 185 kW sono soggette al cosiddetto superbollo, per essere sicuri di ottenere l’importo esatto è meglio consultare il servizio online Calcolo Bollo Auto dell’ACI oppure il Portale Tributi della Regione Calabria.

Per quanto riguarda invece la scadenza del bollo auto Calabria, il primo bollo di un veicolo nuovo dev’essere pagato entro l’ultimo giorno del mese di immatricolazione, mentre il rinnovo della tassa automobilistica di veicoli già circolanti va effettuato nel corso del mese successivo alla scadenza dell’ultima tassa dovuta. Per altre informazioni e ulteriori casistiche cliccate qui.

BOLLO AUTO CALABRIA: PAGAMENTO ONLINE O TRAMITE CANALI FISICI

Ma dove si paga il bollo auto in Calabria? I contribuenti possono scegliere tra diverse opzioni, sia via internet che mediante canali fisici. Le principali modalità di pagamento online sono:

Portale Tributi Regione Calabria (utenti non registrati);

Portale Pagamenti Regione Calabria (avviso PagoPA);

– Home banking (banche convenzionate).

Altrimenti il bollo si può pagare recandosi di persona presso sportelli o intermediari convenzionati con la piattaforma PagoPA. Ad esempio uffici e delegazioni ACI, uffici postali, tabaccherie, agenzie di pratiche auto, ecc.

BOLLO AUTO CALABRIA: ESENZIONI E RIDUZIONI

La Regione Calabria contempla numerose agevolazioni per alcune categorie che sono pertanto esentate dal pagamento del bollo auto, oppure beneficiano di una riduzione. Ecco le più importanti:

Vetture destinate ai disabili. È prevista l’esenzione dal pagamento del bollo auto per i veicoli destinati alla mobilità dei cittadini portatori di handicap o invalidi, con limitazione di cilindrata: fino a 2000 cc per i veicoli a benzina e ibridi benzina/elettrico; fino a 2800 cc per i veicoli diesel e ibridi gasolio/elettrico; e fino a 150 kW per i veicoli elettrici. Ulteriori informazioni qui.

Veicoli delle Onlus. Il beneficio dell’esenzione è concesso limitatamente a un singolo veicolo, utilizzato esclusivamente per l’attività propria di servizio, di cilindrata non superiore ai 1.200 cc se alimentato a benzina o a gasolio; ovvero non superiore ai 1.400 cc se alimentato non esclusivamente tramite combustibile gassoso o dotato non esclusivamente di motore elettrico. Tuttavia l’ esenzione può essere concessa indipendentemente dal numero e dalla cilindrata per i veicoli che, dalla carta di circolazione, risultino adibiti esclusivamente a trasporto di natura sanitaria. Ulteriori informazioni qui.

Veicoli storici ultratrentennali. I veicoli storici ultratrentennali non adibiti a uso professionale sono esenti dal pagamento della tassa automobilistica. L’esenzione è automatica e non occorre quindi presentare alcuna domanda né essere iscritti in un registro storico. Se però un veicolo ultratrentennale è posto in circolazione su strade e aree pubbliche è dovuta una tassa di circolazione forfettaria annuale.

Veicoli storici ultraventennali. Gli autoveicoli e i motoveicoli, compresi quelli a uso professionale, di età compresa tra 20 e 29 anni, con il Certificato di Rilevanza Storico-collezionistico annotato sulla carta di circolazione, usufruiscono di una riduzione del 50% sull’importo del bollo auto.

Veicoli elettrici. Gli autoveicoli, i motocicli e i ciclomotori a due, tre o quattro ruote con motore 100% elettrico godono dell’esenzione bollo auto per 5 anni a decorrere dalla data di prima immatricolazione. Successivamente gli autoveicoli pagano una tassa pari a 1/4 dell’importo previsto per i corrispondenti veicoli a benzina, mentre motocicli e ciclomotori pagano l’intera tassa.

Veicoli GPL e metano. Le autovetture e gli autoveicoli a uso promiscuo omologati per la circolazione esclusivamente con alimentazione a GPL o gas metano, sono soggetti al pagamento di 1/4 del bollo previsto per i corrispondenti veicoli a benzina.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Esame patente B: come si svolge la prova pratica

Albero di Natale in auto: come fare a trasportarlo

Bollo auto a metano

Bollo auto acquistata usata da un privato: chi lo paga?