S

SmartBeam

17 giugno 2013 - 17:24

Il sistema che, agendo su diverse impostazioni dei fari della vettura,  migliora la visibilità sulle Saab,

Sono praticamente dei fari adattativi mossi dalle rilevazioni di una piccola macchina fotografica che grazie a un sistema di tre specchi con la tecnologia elettrocromica guida la luminosità dei fari SmartBeam.

SmartBeam utilizza un chip miniaturizzato ed una fotocamera combinati tra loro da un algoritmo che regola automaticamente i fari del veicolo, ottimizzando il loro utilizzo in base alle condizioni del traffico circostante. Il sistema ottimizza in primo luogo l’illuminazione, eliminando l’accensione e lo spegnimento manuale ripetitivo in determinate situazioni. Il sistema SmartBeam è integrato con lo specchietto retrovisore interno elettrocromico di Gentex Corporation che attenua automaticamente i riflessi prodotti dai fari dei veicoli che seguono la vettura.

Proiettori Bi-Xenon / da 0 a 50kmh

Questa funzionalità si attiva automaticamente con una luce normale e con una velocità inferiore ai 50kmh. La luce prodotta è ampia e asimmetrica, ideata per le strade cittadine ben illuminate. L’illuminazione è notevolmente ampliata in modo che i pedoni e gli oggetti situati sui lati della carreggiata possano essere tempestivamente riconosciuti. Il fascio di luce è stato studiato per evitare l’abbagliamento degli altri veicoli. Di seguito i principali vantaggi.

  • Ampia diffusione della luce specialmente in una strada urbana con incroci e presenza di pedoni
  • Ideata per per le basse velocità
  • Nessun riflesso sul resto del traffico

Proiettori Bi-Xenon / da 50 a 100kmh

Tale tipo di illuminazione è relativamente simile a quello degli attuali anabbaglianti, ma utilizza nuove tecnologie per migliorare l’illuminazione della strada e delle zone laterali durante la normale guida. Oltre all’illuminazione della corsia percorsa, l’illuminazione del traffico in senso contrario sarà meno intansa, tale funzione si attiva dai 50 ai 100kmh. Una particolare caratteristica è la migliore illuminazione del brodo stradale in tale modo i pericoli laterali (come l’attraversamento di animali selvatici) potranno essere riconosciuti in anticipo. Di seguito i principali vantaggi.

  • Migliorata la visibilità sul lato destro e sinistro della strada
  • Migliorata la visibilità, riducendo al minimo l’abbagliamento dei veicoli in senso opposto

Proiettori Bi-Xenon / dai 100kmh in su

L’obiettivo di questo sistema di illuminazione è quello di portare una visibilità adeguata alle elevate velocità sopratutto in autostrada. Grazie alla non presenza di veicoli provenienti in senso opposto, l’area illuminata è stata incrementata. Il campo di visibilità aumenta da 70 a 140 m in modo da poter riconoscere gli oggetti molto distanti per tutta l’intera larghezza della strada, non producendo alcun disagio agli altri veicoli. Di seguito i principali vantaggi.

  • La sicurezza ed il comfort di guida sono notevolmente migliorate
  • Il sistema di illuminazione autostradale si attiva superando i 100kmh con una velocità costante

Proiettori Bi-Xenon / in condizioni avverse

Il sistema di illuminazione regola la luce in condizioni meteorologiche avverse ed è attivato da pioggia e neve rilevati grazie al sensore che attiva i tergicristalli ed ai retronebbia. L’ampia distribuzione della luce leggermente rivolta verso i lati permette di migliorare l’illuminazione a bordo della carreggiata. L’intensità della luce in lontananza è aumentata al fine di riconoscere la segnaletica sul lato destro della strada e gli ostacoli sulla carreggiata nonostante le condizioni meteo, inoltre, il disturbo ai veicoli circostanti è ridotto al minimo abbassando la riflessione della strada bagnata. Di seguito i principali vantaggi.

  • Maggiore sicurezza in caso di pioggia, neve e nebbia
  • Ridotto l’abbagliamento dei veicoli provenieti in senso opposto

Fonte: saabnews.it

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto elettriche: in Germania il crollo peggiore di tutta l’Europa

Noleggio autobus con autista: servizi, prezzi e preventivo gratis

Move-In Emilia Romagna

Move-In Emilia Romagna: come funziona dal 1° gennaio 2023