P

PDC – Park Distance Control

17 giugno 2013 - 17:25

Un raffinato sistema di aiuto nelle manovre di parcheggio basato principalmente sulle immagini fornite da varie telecamere dislocate su tutta la parte esterna della vettura.

Si tratta di un dispositivo ad ultrasuoni che permette durante le manovre di parcheggio di avvisare mediante segnalazione acustica o visiva l’avvicinarsi di un ostacolo.

Il funzionamento del Park Distance Control si basa sull’emissione di onde elettromagnetiche ad ultrasuoni che, rimbalzando contro un ostacolo, forniscono echi di ritorno poi analizzati da una centralina il cui grado di precisione può essere di meno di 50mm.

Il guidatore è avvisato mediante segnali sonori sempre più frequenti e (su vetture di lusso) anche da un’immagine grafica sul display che indica in quale punto rispetto al veicolo si trova l’ostacolo man mano che diminuisce la distanza rispetto a quest’ultimo.

Il Park Distance Control ha un raggio di azione di circa 1,6mt e si avvale dell’uso concomitante di 4 o più sensori posizionati sulla parte posteriore e a volte anche all’anteriore dell’auto.

E’ sviluppato da Audi e Bentley.

 

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Mini Cooper 2021: vince facile nel test dell’alce, ma a quale prezzo?

Auto di proprietà: in Italia ce ne sono 663 ogni 1000 abitanti

Esami patente e lezioni in zona rossa

Patente e proroga Covid: nuove scadenze al 2022