Cristalli di seconda scelta? Ecco che cosa ne pensa Carglass

Dopo l'articolo sulla gara Carglass "Best Of Belron Italia 2012", un lettore ha criticato l'azienda. Che risponde così

Cristalli di seconda scelta? Ecco che cosa ne pensa Carglass
Il 13 marzo scorso avevamo pubblicato un articolo nel quale parlavamo del resoconto di una giornata trascorsa con Carglass, il noto specialista nella sostituzione e riparazione dei cristalli per auto, in occasione della premiazione del miglior installatore di vetri d'Italia, selezionato dalla stessa Carglass tra gli operatori dei suoi centri convenzionati.

UN LETTORE CRITICA CARGLASS...

Nell'articolo avevamo ovviamente parlato di ciò che avevamo visto, spiegando anche le modalità che Carglass dichiara di utilizzare per garantire la qualità degli interventi e la loro sicurezza, sia a favore dei suoi operatori, sia dei clienti. Un lettore, però, che evidentemente lavora nel settore della sostituzione-riparazione dei cristalli o in settori collegati, ha inviato via e-mail le sue osservazioni sulle procedure di Carglass spiegate nell'articolo. Eccole:
"Purtroppo a chi non conosce il settore (della sostituzione dei cristalli-ndr) sembrano delle belle cose. Però chi lo conosce sa che Carglass, a differenza di Glass Drive o Doctor Glass, usa solo vetri, dove possibile, di seconda o terza scelta, molto spesso cinesi se non addirittura "demarchiati" con fiori e croci gigantesche per far vedere che sono di seconda scelta di marca Pilkington, e non utilizza, se non su richiesta, i vetri che rappresentano il 50 % di quelli prodotti dal leader eurpeo per la sicurezza (Saint-Gobain) e nemmeno quelli che sono quasi allo stesso livello (Agc-Splintex). La salute è la vostra: non conta la velocità nel montare i vetri, ma come li monti e che cosa monti".

...E CARGLASS RISPONDE

A questo punto, abbiamo "girato" le osservazioni del lettore (che, stranamente, non siamo riusciti a ricontattare in quanto la sua e-mail respinge costantemente i messaggi) direttamente a Carglass, la quale ha replicato come segue:
Per Carglass, non esistono vetri di "seconda o terza scelta", ma solo vetri che rispettano i più elevati standard qualitativi internazionali e che superano i controlli di Carglass stessa. A tal proposito, Carglass si impegna a segnalare eventuali difetti ai fornitori a seguito della consegna. Qualora il difetto fosse confermato sia da Carglass, sia dal produttore, quest'ultimo ritira immediatamente i vetri che non hanno superato i controlli di Carglass e intensifica il controllo qualità allertando il processo di produzione. Sono montati da Carglass, quindi, solo ed esclusivamente vetri che rispondono a requisiti di qualità e omologazione certificata, provenienti dai principali fornitori internazionali. È bene ricordare infine che la qualità del vetro non è data dal marchio della casa automobilistica, ma dalle relative sigle di omologazione e certificazione. In casi particolari il cliente ha comunque la possibilità di richiedere un vetro con la personalizzazione della casa automobilistica".

Pubblicato in Attualità il 03 Aprile 2012 | Autore: Redazione


Commenti

Giuliano il giorno 03 Aprile 2012 ha scritto:

Forse Carglass dovrebbe fare delle ispezioni a sorpresa all'interno delle carrozzerie affiliate (perché al Sud Italia hanno dei carrozzieri affiliati e non centri Carglass di proprietà). Sono sicuro che rimarrebbero anche loro di stucco nel vedere cosa viene montato sulle auto dei clienti canalizzati.

pietro sartori il giorno 03 Aprile 2012 ha scritto:

superano i controlli di Carglass stessa, a bhe allora siamo tutti piu tranquilli .Diciamo che questo non significa niente i cristalli devono essere marchiati e rintracciabili nella filiera tutto il resto è fuffa.

Antonio Nardi il giorno 03 Aprile 2012 ha scritto:

Sei anni fa ho dovuto far sostituire il parabrezza originale (Saint-Gobain) danneggiato da una pietra caduta dal cassone di un camion. Portato l'auto nell'officina di fiducia (a Verona), mi fissarono l'appuntamento per la sostituzione. Non ho assistito all'operazione, quindi non so chi abbiano chiamato, comunque mi hanno montato un Pilkington... vedevo tutto deformato ed a onde se guardavo dalla parte del passeggero. Per quanto mi riguarda, uno schifo.

Resto Anonimo. il giorno 16 Aprile 2012 ha scritto:

Ho il vetro della mia auto da sostituire per un evidente scheggiatura. Preventivo Carglass. 1360 euro Concessionaria ufficiale. 800 Altri: 700/900 Beh, fate voi.

Katia Pellegrin il giorno 20 Aprile 2012 ha scritto:

Raccontare la mia storia è un po complicato, ma vi assicuro che assicurare l'auto con doctor glass è tutta una grande truffa organizzata con le assicurazioni. Dopo aver pagato per anni il servizio assicurativo alla mia agenzia (per fortuna, senza averne mai usufruito), mi sono ritrovata a dover sostituire il cristallo anteriore della mia toyota a mie spese. Tutto perchè il centro doctorglass voleva montare un vetro "origniale non marchiato". Cosa significa un "vetro origniale non marchiato"? Un consiglio spassionato: NON Assicurate l'auto con doctorglass. Mi sono recata presso un'autocarrozzeria e dopo qualche giorno avevo il cristallo anteriore "ORIGINALE E MARCHIATO TOYOTA".

tra i tanti truffati il giorno 03 Giugno 2012 ha scritto:

anch'io ri recente presso un centro convenzionato carglass zona Avellino, mi sono ritrovato a sentirmi dire, naturalmente DOPO la 'riparazione', che la scheggiatura subita per un sassolino in autostrada, non potrà mai essere riparata (13 mm iniziali.... ora si sta allargango) e che loro non promettono nessun risultato definitivo. L'unica cosa definitiva è che si sono presi il denaro della riparazione. Al momento della visione che la scheggiatura continua nonostante il forellino che praticano con tanto di 4 gocce, letterali, di resina 'speciale' (dicono..), reclinano ogni responsabilità...... Per me, quindi, rientrano nella pubblicità ingannevole e vanno sanzionati. Infatti sto portando avanti degli esposti e segnalazioni alle autorità competenti. DIFFIDATE dai 'miracolosi interventi professionali'.., se il problema comunque non incide sulla sicurezza stradale e dell'automobilista...forse ce la caviamo meglio con 'atac' sigilla-tutto, e a livello personale,

an onimo il giorno 21 Giugno 2012 ha scritto:

vorrei rispondere all'ultimo , che parla della riparazione non possibile e che dice che vengono usate 4 gocce di resina , io direi , che quello descritto non è il metodo CarGlass , in quanto , non viene versata nessuna resina , ma iniettata tramite pompetta apposita che crea il sottovuoto , e che quindi se hai visto versare della roba , sul tuo parabrezza , era il prodotto per pulire la rottura , ma dopo dovevano mettere la pompetta del sottovuoto , poi non è vero che non è garantito la riparazione effettuata , ma certamente non possono garantire se la rottura peggiore , durante la riparazione , fatti un ragionameto logico , hai portato l'auto col parabrezza scheggiato , quindi rotto , mica te lo rompono loro , ma se riesce la riparazione , e si parla di oltre il 96% di riuscita , il tuo intervento è garantito , che se si allarga la rottura , non paghi la riparazione e di vengono sottratti dalla sostituzione , quindi o sei stato da uno non convenzionato oppure uno che la convenzione non la merita oppure è una leggenda . perche non provi davvero a metttere l'attack su un vetro , poi raccontamelo , vedrai che divertimento .

pippo il giorno 18 Novembre 2012 ha scritto:

Carissimi, assicuro che carglass non monta vetri originali e tantomeno marcati con logo della casa automobilistica. Inoltre i loro ricambi costano molto di piu rispetto agli originali. Come tutte le multinazionali pensano al profitto e null'altro

Rambo 789 il giorno 29 Novembre 2012 ha scritto:

Salve. Ho chiesto un preventivo a carglass per un cristallo di una ford fiesta 2006. Andava sostituito per via di una lesione. Mi hanno formulato un preventivo chiedendomi nome e cognome con un totale di 470 EURO!!! Altre aziende hanno chiesto dai 270 a 300 euro. Fate voi. Se non sono ladri loro!!!

Sono io il giorno 01 Giugno 2013 ha scritto:

Tanto adesso carglass ha comperato doctor glass....

rubyn3 il giorno 07 Giugno 2013 ha scritto:

Con mia grande rabbia ho sostituito un parabrezza da Carglass due settimane fa, quando mai non ho letto prima i vostri commenti!!! Vetro non originale con onde lato guidatore, copri sensore pioggia rotto, prezzo esagerato!! Truffa da parte di Carglass e da parte delle assicurazioni che sono convenzionate con loro e ti girano le spalle quando le contatti!! Mi hanno fatto pagare, per un vetro non originale di una Leon 612 euro, quando ovviamente l'assicurazione ne copriva solo 500. Purtroppo solo dopo aver già pagato e ritirato l'auto mi sono accorta del copri sensore rotto e ho portato l'attenzione al marchio del vetro.. in carrozzeria non convenzionata, per un vetro originale marchiato Seat avrei speso in totale 570 euro, mentre col vetro schifoso me ne avrebbero fatti spendere 400... fate voi i conti!!!! E i clienti ne pagano le conseguenze.

Deepman il giorno 09 Giugno 2013 ha scritto:

Ho una fiesta s del 2008 vado da loro e mi chiedono 500€ x la sostituzione iniziando a spaventarmi col fatto che se mi fermavano mi multavano... Siccome non sono stupido,mi sono fatto un giro x carrozzerie e tutti mi hanno detto la stessa cosa CARGLASS TI FOTTE COME TUTTE LE MULTINAZIONALI SUPER PUBBLICIZZATE. Vi elenco i prezzi: vetro 103€,kit montaggio 50€ e manodopera 77€ tot 230€. Carglass ne voleva 270 in più pensate a quanta gente deve "mangiare" sul vostro parabrezza... Parlo dei loro capi in giacca e cravatta che non fanno un caxxo e girano in Mercedes e con rolex d'oro al polso grazie ai vostri soldi. Il mio consiglio e' NON CI ANDATE XKE TUTTI VI SUDATE I SOLDI LAVORANDO E UN PADRE DI FAMIGLIA CHE SBORSA MEZZO STIPENDIO X CAMBIARE UN VETRO,TRA L ALTRO NON ORIGINALE,SUBISCE UN DANNO ED UNA PRESA X IL CUxO NON INDIFFERENTE.

ALESSANDRO il giorno 23 Dicembre 2013 ha scritto:

Sono lieto di poter esprimere la mia, parlando del sistema "carglass". Io sono un operatore del settore, un carrozziere come tanti, e a dire il verò anche abbastanza infastidito dal "sistema carglass". Sono di parte. Non parlo di tecnica, anche perchè a parte la semplicità della sostituzione di un Parabrezza, ad esempio nel caso delle Porte, o dei fissi posteriori sono più i danni che troviamo ed li che ci vuole professionalità di un carrozziere, che il montaggio del cristallo fisso o scendente. Tasselli mancanti o rotti, nylon mancanti o rotti sotto i pannelli porta, cause di infiltrazioni d'acqua e rumori anomali. Vorrei rivolgere l'attenzione e pregherei un bella inchiesta giornalistica, che metta in luce la relazione molto stretta, tra questo "sistema" e le assicurazioni. Partiamo col dire che esiste una "convenzione" tra i vari "Carglass" e le compagnie d'Assicurazione che però guardacaso favorisce il "sistema carglass". In pratica, quando si rompe il vetro l'automobilista si rivolge alla prorpia compagnia d'assicurazione che puntualmente canalizza il cliente in uno dei centri "convenzionati" "carglass o altri" e fin qui e tutto ok. Un po come avviene nel caso di un sinistro, la vettura viene sottoposta a ispezione da un perito e il danno concordato con il carrozziere , se le parti sono d'accordo il cliente firma la cessione del credito, il carrozziere ripara la macchina che il proprietario ritirerà felice e contento senza aver sborsato nulla da tasca. Coi vetri c'è un distinguo sostanziale, mediamente le compragnie d'assicurazione applicano un tetto al costo dell'intervento che si aggira dai 600 a 700 Euro , le carrozzerie non convenzionate sono tagliate fuori, oppure il cliente ci rimette un 15/20 % di franchigia, non ci sono Periti che verificano il "prima e il dopo " la riparazione , il più delle volte il cliente firma una polizza dove lui stesso si "vincola" a questo "sistema" , quindi si ritrova obbligato a recarsi in un centro Convenzionato, uno dei tanti "carglass" e fin qui ci sarebbe tanto da dire, ma mi limito a dire che è poco male , andiamo quindi per ordine. Parliamo del costo del ricambio , dei materiali, della mano d'opera. Intanto, partiamo col dire che esiste il RICAMBIO ORIGINALE ( quello venduto dalla rete ufficiale del costruttore dell'auto) e poi ci sono tutti gli altri. Naturalmente tutti hanno prezzi diversi, diciamo quindi che l'originale è il più caro, per ovvie ragion, e gli altri costano meno. I "sistemi Calglass convenzionati" adoperano e ricambi NON ORIGINALI , bene . Inspiegabilmente però, gli addetti si adoperano a più non posso a "strombazzare" i cristalli, come una corona di diamanti preziosi dal valore inestimabile , "venduto" come ricambio di PRIMO IMPIANTO, ma guardacaso non HA MAI IL LOGO DEL COSTRUTTORE DEL VEICOLO, fatta eccezione quando il ricambio viene acquistato nel concessionario di zona, pertanto tutti i cristalli sostituiti, sono da considerarsi NON ORIGINALI, in teoria anche il costo dev'essere più basso di quello originale. Passiamo ai materiali, qui mi viene in mente il film di Aldo-Giovanni e Giacomo in TreUominiEUnaGamba...trattasi di altissima tecnologia applicata alla meccanica, collaudata,certificata,bla bla bla bla..... alla fine parliamo di un semplicissimo tubetto da 310ml di Sigillante Poliuretani e o ai Polimeri per cristalli, prodotto e venduto dalle migliori marche sul mercato a qualche decina di Euro. Ed infine, siamo alla mano d'opera, "i Carglass" sono dotati di un'attrezzatura che si e no può avere un valore di un paio di mila euro, nulla da dire anzi molto valida, generalmente arriva dagli Usa. Strumenti che permettono un addetto di eseguire la sostituzione di un Parabrezza in poco tempo, ma questo solo per il parabrezza, un po come il ponte a due colonne per un meccanico, utilissimo e di rapida esecuzione per un cambio d'olio. Detto cio,e come dire che anche senza quest'attrezzatura che tanto aiuta, si può cambiare un parabrezza (nel mio caso 3 ore di media cronometro alla mano) meno di un ora nel caso dei "Carglass", bene. In conclusione facciamo un esempio e due conti , molto grossolani, e li mettiamo a confronto. Il sottoscritto umile carrozziere esegue una sostituzione a : Fiat Grande Punto evo PARABREZZA ORIGINALE 400,00 PIU' KIT INCOLLAGGIO 28,00 PIU' GUARNIZIONI O LISTELLI 50,00 PIU' MANO D'OPERA (35,00 PIU' IVA 22 % X 4 ORE) 170,00 TOTALE 648,00 EURO. Una bella cifra, non c'è che dire, ricambio originale, garanzia garantita dal costruttore, in caso di vettura nuova tanto meglio, il mio lavoro è garantito per legge 2 ANNI questo totale possiamo dire che è proporzionato al lavoro eseguito, in più siamo nella sopracitata soglia delle 600/700 euro. Arriviamo ai "carglass": stessa vettura PARABREZZA NON ORIGINALE COSTO???? (e li vogliamo bene...) 100,00 PIU' KIT INCOLLAGGIO 15,00 PIU' GUARNIZIONI O LISTELLI 25,00 PIU' MANO D'OPERA (60 EURO PIU' 22% IVA X 1 ORA) 75,00 EURO, TOTALE 215,00!!!! Aggiungiamo € 35,00 di chiamata , o di mancia e arriviamo, a 250,00 EURO, Stranamente però le ricevute fiscali che ho sito io, quando vengono consegante.....rispecchiavano il famoso tetto dei € 600/700, poco male, oddio non mi è chiaro il vantaggio di questa convenzione... Sarei curioso di sapere il costo orario di mano d'opera, considernado che il sottostritto a naso a un "capitale" di struttura di qualche centinaio di mila euro, e questi " professionisti" a parte un carrello di chiavi 2 cavalletti e un furgone e un magazzinetto di vetri, che valore gli possiamo dare 50mila euro? Noterete quindi, che numeri alla mano c'è molto da discutere... In Ferrari sono più economici... Voglio però andare avanti e chiedere, questo TANTO E STROMBAZZATO CRISTALLO LO VOGLIAMO METTERE ORIGINALE OPPURE NO??? (ORIGINALE CON STAMPIGLIATURA DEL LOGO DELLA CASA COSTRUTTRICE)A voi la parola. Cordialmente

Serina Simone il giorno 18 Febbraio 2014 ha scritto:

Rispondo al nostro caro alessandro (carrozziere) io sono del settore precisamente Glassdrive marchio Saint gobain (sai chi è Saint gobain ) il più grosso produttore di cristalli auto mondiale , questo cosa vuol dire: che produciamo per primo impianto e after marchet , cosa significa, vendiamo i vetri ai costruttori mondiali e nell'after marchet cioè senza marchio per la rivendita. Ma se montiamo Saint gobain sono vetri di primo impianto non marchiati con tutte le omologazioni del caso poi quello che fanno gli altri concorrenti a noi non importa. Per ciò caro amico carrozziere se il lavoro ti è calato basta spargere m.... Addosso agli altri , cosa ne pensi? Tra le altre cose i collanti per vetri devono essere certificati dalle case costruttrici , noi si usa sika (sai cose' ) termino con li montiamo in un'ora perché probabilmente noi se ne monta 80-90 parabrezza alla settimana la nostra manualità non a niente a che vedere con voi carrozzieri , a dimenticavo guarda caso circa una decina alla settimana li montiamo presso i carrozzieri trovano più conveniente che li montiamo noi .conqludo siamo i migliori .

Sergio il giorno 13 Marzo 2014 ha scritto:

Salve a tutti. Vorrei condividere la mia esperienza avuta recentemente con Carglass. Qualche mese fa ho subito la scheggiatura estesa del parabrezza e avendo polizza cristalli sono stato inviato dalla mia assicurazione nella filiale Carglass di zona (Ravenna) per la sostituzione. Devo dire che il disbrigo della pratica è stato rapido. Nel giro di una settimana è arrivato il vetro e in un paio d'ore il lavoro è stato effettuato. Troppo rapido probabilmente.. Purtroppo tornando verso casa riscontravo nel lato sinistro del trasparente del quadro strumenti una profonda rigatura di almeno 7/8 centimetri non presente al momento della consegna. Ho fatto presente la cosa all'addetto che ha eseguito la sostituzione il giorno lavorativo seguente il quale ha visionato il danno e ha avviato la loro procedura interna di reclamo cliente. Da quel momento in poi è stato un rimpallo continuo tra il numero verde e la filiale passando per responsabili assenti e tecnici che avrebbero dovuto fare perizia della procedura per verificare se durante la lavorazione specifica il danno fosse compatibile o meno con gli strumenti usati e il modello di vettura.. Risultato. Carglass risponde al reclamo con una comunicazione ufficiale in cui si esclude ogni loro responsabilità e io rimango con un danno stimato da una officina autorizzata di quasi il doppio del costo del cristallo perché comporta la sostituzione completa del quadro strumenti. Ora non discuto la professionalità del lavoro eseguito ma il trattamento di assoluta chiusura ricevuto in seguito. Certo è la mia parola contro la loro ma credo che se un cliente lamenta un danno subito un'azienda seria possa cercare di venirgli incontro e riconoscere che lavorando si può anche sbagliare. E per questo ci sono tutte le coperture assicurative del caso di cui anche il più sprovvisto dei carrozzieri si dota. Andrò avanti avvalendomi dell'appoggio di una associazione consumatori la quale mi dice che non sono il primo a lamentarsi di Belron Carglass.. Giudicate voi

Fabio il giorno 18 Marzo 2014 ha scritto:

Io ho dovuto sostituire il mio parabrezza alla Carglass circa un anno fa e durante la lavorazione mi hanno rotto un gancio di plastica della mascherina. Sinceramente non me ne ero nemmeno accorto. Me lo ha fatto notare l'operatore che me ha proposto la sostituzione del pezzo a loro spese, cosa che ho rifiutato trattandosi sinceramente di una cavolata. Certo se la cosa viene segnalata dopo essere andati via dall'officina è difficile dimostrare l'accaduto anche perché generalmente una volta ritirata si dichiara di essere soddisfatti del lavoro altrimenti soprattutto in Italia chiunque si farebbe risistemare l'auto a spese di altri.

Mauro il giorno 27 Aprile 2014 ha scritto:

La mia esperienza con Doctor Glass: debbo sostituire il parabrezza di una Mercedes Ml e mi sento dire la solita storiella, ovvero che non esiste alcuna differenza tra l'originale ed il Pilkington che mi monteranno. Me la bevo, e faccio eseguire il lavoro, firmando la convenzione in quanto sono assicurato con la polizza cristalli. A fine lavoro mi vedo costretto a sborsare oltre 200 € perchè la mia compagnia non coprirebbe tutto il valore del parabrezza (sarei curioso di sapere quanto costa...) Ma la cosa non finisce qui: dal giorno stesso inizio ad avvertire un fastidiosissimo rumore aerodinamico, in pratica un fruscio dalla parte superiore del parabrezza già attorno ai 90 km/h. La riporto al Centro, dove un tecnico la prova in autostrada e mi dice che si, effettivamente fa rumore; il rimedio? Un po di silicone nero nella parte superiore della guarnizione (la quale, notare bene, dovrebbe essere termosaldata). A tutt'oggi il fastidio è ancora presente e me lo tengo, perchè Doctor Glass ha ritenuto di non poterci fare nulla. Gran bel servizio, alla faccia di tutti le chiacchiere e le promesse pubblicitarie.

Alexander il giorno 28 Maggio 2014 ha scritto:

BMW e MERCEDES montano PILKINGTON... che viene fornito anche da DoctorGlass e CarGlass. Sulla qualità del montaggio e sui prezzi, ovviamente lì è un'altro discorso. Ogni produttore di auto si rifornisce dai soliti 5/6 aziende produttrici di vetri.... non è una novità.... semmai prima di far fare il lavoro dovreste leggere le targhette sul vetro ed usare internet per ricercare info in merito.

ROBERTO CUGOLA il giorno 07 Ottobre 2014 ha scritto:

Recatomi alla CarGlass per una scheggiatura da sasso con una piccola incrinatura di circa 4/5 mm. dello strato esterno dopo 10 minuti sono stato chiamato dall'operatore il quale mi informava che dopo avere applicato una pressione di 4 atm. l'incrinatura è diventata una crepa di 30 cm. e quindi il parabrezza andava sostituito. Mi sono informato presso un'altra azienda del settore e mi hanno risposto che loro applicano una pressione di 2 atm. Qualcuno del settore può cortesemente dirmi qual è la pressione corretta da applicare ? Grazie in anticipo

Renato Rossi il giorno 22 Maggio 2015 ha scritto:

Buongiorno a tutti, volevo chiedere spiegazioni a qualcuno del mestiere a riguardo delle marche utilizzate nella sostituzione del parabrezza. Nello specifico,avendo una lancia ypsilon del 2014 ho dovuto far sostituire il parabrezza di marca Pilkinton (credo di averlo scritto correttamente) con un'altro di marca agc con il quale secondo la garglass dovrebbero essere di pari qualità. Mi spiegate come mai usano altre marche?È normale secondo voi?

marcello grosso il giorno 15 Ottobre 2015 ha scritto:

sono proprietario di una opel corsa del 2010 e ho il parabezza rotto avendo l'assicurazione con unipolsai mi hanno direzionato myglass me l'anno sostituito con un pilkinton dicendomi che e' originale secondo me come si dice a roma mi hanno fatto una sola perche' i vetri che monta l'opel corsa sono della gm

Mario il giorno 29 Settembre 2016 ha scritto:

Cambiando compagnia assicurativa ho dimenticato di fare aggiungere la polizza cristalli (errore mio). Purtroppo a causa di un sasso in autostrada si è crepato il parabrezza e già da subito la riparazione non era possibile (crepa di circa 10 cm e vicino al bordo vetro). Ho pertanto atteso finché la sostituzione del vetro non è stata più rimandabile: dovevo fare la revisione e, in seguito ad un fermo macchina di 15 giorni all'aperto, la crepa si è allargata a tutto il vetro. Faccio il preventivo da Carglass e con mio sommo stupore scopro di dover pagare l'elevatissima somma di 838€ (Kia cee'd 2007)!!! Per la fretta di sostituire il vetro prima della revisione ho pagato ed ho fatto eseguire il lavoro, salvo scoprire in seguito che altri operatori avrebbero fatto il lavoro a 350€ circa!

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri