Questo sito contribuisce alla audience de

Tesla Model 3: al via gli ordini ma la lista degli eletti fa discutere

Con 1000 dollari i clienti possono mettersi in fila per avere la nuova Tesla, ma le politiche preferenziali di Musk piacciono sempre meno

Tesla Model 3: al via gli ordini ma la lista degli eletti fa discutere
Cominceranno a breve i preordini per la nuova Tesla Model 3, un'auto che vedrà presumibilmente l'inizio della produzione nel "tardo 2017". Elon Musk ha dato la possibilità di preordinare l'auto versando una caparra di 1.000 dollari, ma le consegne non cominceranno in modo uniforme e le vie preferenziali verso i clienti già registrati potrebbero far storcere il naso a molti.

COME FUNZIONANO LE PRIORITA'

A quanto pare non basta versare i 1.000 dollari di caparra richiesti da Elon Musk per assicurarsi una Tesla Model 3 in tempi relativamente brevi, e per brevi intendiamo inizio 2018, ma bisogna anche avere la fortuna di abitare in uno stato nel quale sarà prioritaria la consegna, perché l'avvio di distribuzione non avverrà in modo uniforme. Il patron dell'auto elettrica ha pianificato le consegne a partire dalla zona nord ed ovest degli Stati Uniti, poi pian piano si sposteranno verso la costa est e solo alla fine le Model 3 toccheranno Europa (prima) ed Asia (poi). Una politica discutibile anche considerando la relativamente bassa capacità produttiva dello stabilimento, alla quale si aggancia anche il fattore proprietà: i clienti Tesla avranno la priorità in ogni Stato sulle consegne, quindi una nutrita comunità di proprietari Tesla nel proprio stato non farebbe altro che far slittare indietro i nuovi acquirenti. Un po' in antitesi nei confronti dell'espansione del brand, secondo il nostro parere.

I SONDAGGI SONO POSITIVI

Prima del lancio ufficiale della Model 3 e considerando la dovuta caparra, depositabile online o nei concessionari dedicati Tesla, un sondaggio proposto dalla CNBC lascia intravedere quali siano le reazioni dei possibili clienti. La domanda è chiara è diretta, "Depositeresti 1.000 dollari per una Tesla Model 3?" e le risposte degli internauti non sono tardate ad arrivare: su 22.559 votanti (ad ora) il 51% ha dichiarato di essere disposto a depositare la somma e che poi comprerà effettivamente l'auto, percentuale che scende al 20% per i votanti che depositerebbero la somma ma non hanno la certezza di finalizzare l'acquisto (in quel caso il deposito verrebbe restituito). Solo il 9% dei votanti ha dichiarato di non essere affatto interessato all'auto, mentre il restante è diviso tra la voglia di acquistare l'auto ma senza attualmente la volontà di versare la caparra e l'indecisione più totale.

L'AUTO PER LE MASSE

A detta di Elon Musk la Tesla Model 3 punta ad abbracciare una clientela di massa, dato il prezzo di attacco rispetto alle vetture già a listino (leggi dove e come verrà prodotta la Model 3). Certo è che il brand non naviga in acque limpidissime ed il futuro è costantemente sul filo del rasoio, tanto che a Wall Street il titolo è stato ridimensionato (leggi della previsione di Morgan Stanley). Noi intanto aspettiamo la presentazione.

Pubblicato in Auto elettriche il 31 Marzo 2016 | Autore: Claudio Anniciello


Commenti


Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri