B

BLIS – Blind Spot Information System

17 giugno 2013 - 17:30

Consiste in un sistema di monitoraggio tramite una telecamera installata nei retrovisori del veicolo. La telecamera sorveglia i veicoli che si avvicinano da dietro affiancandosi all’auto in marcia.

Il dispositivo fu inserito per la prima volta nell’auto sperimentale Volvo Safety Concept Car (SCC) del 2001 ed è stato poi reso disponibile per il modello Volvo S80. Attualmente è anche impiegato su vetture come Ford, Lincoln e Mercury.

Dispositivo  del tutto simile al ASA.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

acea emissioni ue

ACEA fissa i target per l’azzeramento della CO2 nel 2035

Mobility manager: cosa fa, quando è obbligatorio [novità 2022]

Quanto è sicura la microcar XEV YOYO di Enjoy?