In viaggio con una donna camionista!

  • Advertisement

[Classificazione oli] impariamo a leggere le etichette

Solo discussioni generiche, es: l'additivo per la benzina serve a qualcosa? I fari allo xeno sono utili? Non improvvisatevi mai meccanici!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

[Classificazione oli] impariamo a leggere le etichette

Messaggioda firefox » 01/01/2010, 21:13

CLASSIFICAZIONE SAE

Nella classificazione SAE, gli oli vengono identificati in base alla viscosità, non tenendo conto di nessun'altra caratteristica qualitativa.
Il primo numero si riferisce alla viscosità a freddo, per uso invernale (simbolo W = winter), mentre il secondo prende in considerazione quella a caldo.
Il criterio di scelta deve tenere conto, per l'inverno, della minima temperatura ambiente cui il motore sarà sottoposto e della massima temperatura di funzionamento per l'estate.
Nel caso di una guida sportiva ed urbana o quando la temperatura dell'aria è elevata, il motore subisce alte temperature che accentuano il fenomeno. E' quindi fondamentale utilizzare un olio che resti sufficientemente liquido, per distribuirsi bene nel motore e proteggere i pezzi meccanici e facilitare l'accensione.

Gli oli monogradi sono utilizzati generalmente quando la temperatura di funzionamento varia poco.
Un olio multigrado è meno sensibile alla temperatura.
Gli oli multigradi sono una classe particolare di oli, la cui curva di viscosità è tale da rispondere a più numeri SAE. Ad esempio un olio 15W-40 copre tutto il campo delle gradazioni 15W-20/30/40.

Immagine
Immagine
(GRADAZIONI SAE PER OLI MOTORE CONSIGLIATE IN RAPPORTO ALLE TEMPERATURE ESTERNE)
(dati ed informazioni estrapolate dal sito selenia spa)
sperare che il mondo ti tratti bene perchè sei una brava persona, è come sperare che un toro non ti carichi perchè sei vegetariano
Avatar utente
firefox
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
 
Messaggi: 1517
Iscritto il: 15/05/2006, 16:16
Località: Palma di Montechiaro-Agrigento(2013 mannheim-germania)
Nome: giuseppe

Re: [classificazione oli]impariamo a leggere le etichette

Messaggioda firefox » 01/01/2010, 21:41

SPECIFICHE ACEA

L'ACEA è l'associazione formata dai principali costruttori automobilistici europei (Alfa Romeo, BMW, Citroen, Peugeot, Fiat, Renault, Volkswagen, Daimler Benz, British Leyland, Daf).
E' nata dalla fusione di CCMC (Comitato Costruttori Mercato Comune) con la ATIEL (Associazione Tecnica dei Produttori Europei di Lubrificanti). Le specifiche CCMC, ormai lentamente sostituite dalle ACEA, classificavano i prodotti con G per motori benzina, PD per diesel leggeri e D per diesel pesanti.
Le specifiche ACEA sono nate per ottenere un livello qualitativo più affidabile, prestazioni più elevate, gestione d'esercizio semplificate e maggior rispetto ambientale nelle nuove motorizzazioni.

L'adozione di specifiche ACEA comporta:

* l'introduzione di nuove formulazioni con materie prime innovative rispetto a quelle utilizzate per le stesse destinazioni d'uso
* l'analisi e la certificazione delle prestazioni di ogni singola formula utilizzata
* vincolo da parte del produttore a non cambiare i componenti della formula già certificata
* certificazione ISO 9001/2 degli impianti di produzione
* osservanza da parte del produttore delle norme ATIEL, l'ente che insieme al Comitato dei Produttori di Additivi ha definito metodologia e parametri alla base della certificazione ACEA.

I test richiesti dalle specifiche ACEA si aggiungono a quelli previsti dalla CCMC e li rendono più rigidi.
Le lettere (classi) identificano le diverse tipologie di motori nel modo seguente:
[A] - per motori benzina
[B] - per i diesel leggeri
[C] - per motori provvisti di sistemi di post-trattamento per abbattimento emissioni
[E] - per i diesel pesanti

Le categorie numeriche indicano i diversi usi ed applicazioni all'interno di una determinata classe di lettere, legate a più livelli di performance dell'olio.


L'ultimo aggiornamento delle specifiche ACEA risale al mese di Febbraio 2007..
L'applicazione specifica di una sequenza (classe + categoria) è responsabilità del singolo costruttore per i suoi veicoli e motori.
Oli appartenenti ad una certa categoria possono rispondere anche alle esigenze di un'altra categoria, ma in alcuni motori possono essere utilizzati solo oli di una certa categoria all'interno di una determinata classe.
L'anno di riferimento è da intendersi solo per uso industriale ed indica l'anno di implementazione di un livello più severo per una determinata categoria. Un nuovo numero significherebbe che un nuovo test, parametro o limite è stato incorporato alla categoria per rispondere a nuove esigenze di performance, rimanendo però compatibile con le applicazioni esistenti. Un aggiornamento deve sempre soddisfare le applicazioni della edizione precedente, altrimenti si inserisce una nuova categoria.
[A] - SEQUENZE MOTORI BENZINA
A1 A2 A3 A4 A5
fuel economy revocata alte prestazioni non utilizzata fuel economy alte prestazioni

A1 Olio per motori benzina studiato per l'utilizzo specifico di oli bassa viscosità e basso attrito con alta temperatura / alto indice di viscosità tra 2.6 a 3.5 mPa.s. Questi oli possono non essere adatti per l'uso in alcuni motori. Consultare il libretto di uso e manutenzione. Questa specifica attesta oli fuel economy.

A2 Revocata

A3 Olio stabile per uso in motori ad alte prestazioni e/o per prolungati intervalli di cambio dove specificato dal costruttore, e/o per oli a bassa viscosità per uso durante tutte le stagioni, e/o per condizioni operative severe come definito dal costruttore.

A4 Riservato per uso futuro su motori ad iniezione diretta.

A5 Olio stabile, con viscosità permanente per l'uso ad intervalli prolungati ad elevate prestazioni studiato per l'utilizzo specifico di oli bassa viscosità, basso attrito con un valore HT/HS tra 2.9 e 3.5 m.Pa.s. L'utilizzo può essere non adatto in alcuni motori. Consultare il libretto di uso e manutenzione.

[B] - SEQUENZE DIESEL LEGGERI
B1 B2 B3 B4
fuel economy rev alte prestazioni per motori a iniezione indiretta alte prestazioni per motori a iniezione diretta
B5
fuel economy alte prestazioni

B1 Olio per uso in motori diesel auto e veicoli commerciali leggeri, specifico per olio ad uso bassa viscosità e basso attrito con alta temperatura / alto indice di viscosità da 2.6 a 3.5 mPa.s. Questi oli possono essere non adatti all'uso in alcuni motori. Consultare il libretto di uso e manutenzione.

B2 Revocata

B3 Olio stabile, con viscosità permanente per uso in motori diesel auto e veicoli commerciali leggeri ad elevate prestazioni e/o per prolungati intervalli di cambio dove specificato dal costruttore e/o per oli a bassa viscosità per uso durante tutte le stagioni e/o per condizioni operative severe come definito dal costruttore.

B4 Olio stabile, con viscosità permanente per uso su motori diesel auto e veicoli commerciali leggeri con iniezione diretta ma anche per prestazioni richieste dalla B3.

B5 Olio stabile, con viscosità permanente per uso in motori diesel auto e veicoli commerciali leggeri ad intervalli di cambio prolungati studiato per l'uso di oli a bassa viscosità e basso attrito con un livello HT/HS da 2.9 a 3.5 mPa.s. Questi oli possono non essere adatti per alcuni motori. Consultare il libretto di uso e manutenzione. Richiede prestazioni più elevate rispetto alla B1.

Richiede lo stesso livello di performance previsto dalla B4 ma in più attesta l'aspetto fuel economy.

[C] - SEQUENZE MOTORI PROVVISTI DI SISTEMI DI POST-TRATTAMENTO PER ABBATTIMENTO EMISSIONI

C1 Olio di elevata stabilità viscosimetrica è per l’utilizzo in motori benzina e diesel con sistemi DPF (Filtro Particolato) e TWC (Catalizzatore a tre vie) che richiedono basso attrito, bassa viscosità, basse SAPS con valore di HTHS maggiore di 2.9 mPa.s. Questi oli allungano la vita dei sistemi DPF e TWC e mantengono caratteristiche di fuel economy.
Nota bene: questi lubrificanti presentano i più bassi livelli di SAPS e possono non essere adatti per l’utilizzo in determinati motori. Consultare il Libretto di Uso e manutenzione del veicolo.

C2 Olio di elevata stabilità viscosimetrica per l’utilizzo in motori benzina e diesel con sistemi DPF e TWC che sono in grado di sopportare basso attrito, bassa viscosità, basse SAPS con valore di HTHS maggiore di 2.9 mPa.s. Questi oli allungano la vita dei sistemi DPF e TWC.
Nota bene: questi lubrificanti possono non essere adatti per l’utilizzo in determinati motori. Consultare il Libretto di Uso e manutenzione del veicolo.

C3 Olio di elevata stabilità viscosimetrica per l’utilizzo in motori benzina e diesel con sistemi DPF e TWC. Questi oli allungano la durata dei sistemi DPF e TWC.
Nota bene: questi lubrificanti possono non essere adatti per l’utilizzo in determinati motori. Consultare il Libretto di Uso e manutenzione del veicolo.

C4 Olio di elevata stabilità viscosimetrica per l’utilizzo in motori benzina e Diesel con sistemi DOF e TWC che richiedono lubrificanti ’low SAPS’ e con un valore di HTHS superiore a 3.5mPa.s. Questi oli allungano la durata dei sistemi DPF e TWC. Nota bene: questi lubrificanti possono non essere datti per l'utilizzo in determinati motori. Consultare il Libretto di Uso e manutenzione del veicolo.

(dati ed informazioni estrapolate dal sito selenia spa)
Ultima modifica di firefox il 01/01/2010, 21:49, modificato 2 volte in totale.
sperare che il mondo ti tratti bene perchè sei una brava persona, è come sperare che un toro non ti carichi perchè sei vegetariano
Avatar utente
firefox
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
 
Messaggi: 1517
Iscritto il: 15/05/2006, 16:16
Località: Palma di Montechiaro-Agrigento(2013 mannheim-germania)
Nome: giuseppe

Re: [classificazione oli]impariamo a leggere le etichette

Messaggioda firefox » 01/01/2010, 21:45

SPECIFICHE DEI COSTRUTTORI INTERNAZIONALI

Accanto alle specifiche emesse da organismi internazionali ed associazioni di costruttori, aventi la finalità di rendere omogenee le caratteristiche minime alle quali deve rispondere un lubrificante per poter essere utilizzato senza problemi sui diversi motori, esistono specifiche emesse da singoli costruttori. Esse definiscono particolari caratteristiche che deve presentare un lubrificante per poter essere considerato ideale per una determinata tipologia motoristica. Si tratta di un'autorizzazione fornita dal costruttore al produttore del lubrificante, per poter fregiare un prodotto di una sigla di approvazione che lo rende particolarmente indicato per le automobili di una determinata marca.

Le più conosciute sono sicuramente le specifiche emesse da Volkswagen, Mercedes Benz, BMW, FIAT, GM.

SPECIFICHE VOLKSWAGEN

Le specifiche previste da Volkswagen, attestanti specifiche qualità di un olio motore che lo rendono
utilizzabile sulle auto del costruttore, si dividono in tre grandi gruppi:
I. Specifiche per lubrificanti duali
500.00 per motori benzina e diesel NA
501.01 per motori benzina e diesel NA

Prevedono un cambio olio ogni 15.000 KM ma sono ormai obsolete perché previste solo per oli approvati prima del Marzo 1997
II. Specifiche per lubrificanti per motori benzina
502.00 per motori benzina elevate prestazioni, cambio ogni 15.000 km
503.00 per motori benzina con intervallo di cambio prolungato (30.000 km),bassa viscosità
503.01 per motori benzina con intervallo di cambio prolungato solo AUDI
504.00 per motori benzina Euro IV
III. Specifiche per lubrificanti per motori diesel
505.00 per motori diesel con intercooler, cambio ogni 15.000 km
505.01 per motori diesel auto inclusi motori della nuova generazione, con iniettore pompa singolo, cambio ogni 15.000 km
506.00 per motori diesel auto, con intervallo cambio olio prolungato superiore a 50.000 km, non per uso su motori con iniettore pompa singolo. Il cambio viene comunque indicato dall'indicatore elettronico di servizio (WIV).
506.01 simile alla 506.00, con maggiore protezione all'usura, cambio a 50.000 km, per tutti i motori diesel. E' la specifica dell'olio di lunga durata per AUDI A2 1.4 TDI con motore dotato di singolo iniettore pompa. Non deve essere usato dove sono richieste le specifiche VW 503.00/506.00/505.01/505.00/502.00.
507.00 per motori diesel Euro IV

SPECIFICHE MERCEDES BENZ

Il nome delle specifiche di MB deriva dallo schema del Bluebook Mercedes, diviso per paragrafi numerati e per pagine. E' utilizzato dai concessionari per individuare i prodotti omologati dal costruttore e la loro corretta applicazione sui motori.
229.1 Per motori benzina e diesel. Qualità minima richiesta ACEA A2/B2 con limiti addizionali su motore.
229.3 Per motori benzina e diesel. Qualità minima richiesta ACEA A3 / B3 / B4 e MB 229.1. Può attestare solo oli 0/ 5 W-x. Sono previste prove addizionali su motori DB.
229.31 Per motori diesel di nuova generazione. Applicabile a lubrificanti con caratteristiche mid SAPS e gradazione SAE 5W-30.
229.5 Cambio massimo a 50.000 KM. Qualità minima richiesta ACEA A3 / B3 / B4. Può attestare solo oli 0/5 /l0 W-30 /40/50. Si utilizza per le nuova auto MB con sistema ASSYST (si basa su numero di accensioni, tempo di funzionamento del motore, kilometraggio percorso e tipo di lubrificante).
229.51 per motori benzina e diesel di nuova generazione. Applicabile a lubrificanti con caratteristiche mid SAPS e gradazione SAE 5W-30.

SPECIFICHE BMW

Le specifiche BMW sono maggiormente conosciute come "Long Life". Si tratta di tre categorie di prodotti che, superando determinati test, possono raggiungere specifici intervalli di cambio olio.
"BMW Special Oils" 1996

Il requisito minimo è ACEA A3/B3. Si aggiunge il test M42 richiesto per permettere l'utilizzo per tutto l'anno di prodotti a gradazione 0W/5W/10W- x.
"BMW Long Life Oils" 1998

Il requisito minimo è A3/B3 ed è abbinabile alle seguenti gradazioni viscosimetriche: 0W/5W/10W-30/40. Gli oli che superano il test M44, consentono intervalli estesi, fino a 20.000 Km o due anni.
"BMW Long Life" 2001

Il requisito minimo è ACEA A3/B3 e le gradazioni viscosimetriche che possono riportare queste specifica sono 0W/5W/10W-30/40. Il test M44 nella nuova versione, garantisce intervalli di cambio fino a 20/40.000 o due anni. E' obbligatorio per le nuove vetture che richiedono il Long Life 01 e può rimpiazzare i precedenti.
"BMW Long Life" 2004

Il requisito minimo è ACEA A3 e BMW Long Life 2001. Applicabile ai lubrificanti di nuova generazione con elevata volatilità e valori medi di ceneri solfatate, zolfo e fosforo.

QUALIFICAZIONI POWER TRAIN TECHNOLOGIES/ FIAT GROUP
FIAT 9.55535-G1 qualificazione per lubrificanti per motori a benzina con caratteristiche fuel economy ed allungamento dell'intervallo di cambio.
FIAT 9.55535-G2 qualificazione per lubrificanti per motori a benzina con caratteristiche standard.
FIAT 9.55535-H2 qualificazione per lubrificanti per motori a benzina elevate prestazioni, ed allungamento dell'intervallo di cambio.
FIAT 9.55535-H3 qualificazione per lubrificanti ad altissime prestazioni per motori a benzina.
FIAT 9.55535-D2 qualificazione per lubrificanti per motori Diesel con caratteristiche standard.
FIAT 9.55535-M2 qualificazione per lubrificanti per motori a benzina e Diesel con allungamento dell'intervallo di cambio.
FIAT 9.55535-N2 qualificazione per lubrificanti per motori a benzina e Diesel con caratteristiche ottimizzate per turbocompressori ad alte temperature, ed allungamento dell'intervallo di cambio.
FIAT 9.55535-S1 qualificazione per lubrificanti per motori Diesel con sistemi di post trattamento dei gas di scarico, con caratteristiche fuel economy ed allungamento dell'intervallo di cambio.
FIAT 9.55535-S2 qualificazione per lubrificanti per motori a benzina con sistemi di post trattamento dei gas di scarico, con allungamento dell'intervallo di cambio.



Definiscono le caratteristiche cui devono soddisfare i lubrificanti impiegati nei motori a ciclo Otto e Diesel per primo riempimento e durante l'esercizio. La norma è costituita da una serie di prove sia di laboratorio che su motore per valutare il livello di prestazione dei lubrificanti.
Le prove di laboratorio qualificano il lubrificante valutando la viscosità, il punto di scorrimento a freddo,la tendenza a produrre schiuma, la corrosione su lamina di rame, il comportamento con le gomme e la resistenza all'ossidazione.
Le prove motoristiche valutano, su alcuni motori sia diesel che benzina, rappresentativi delle più avanzate tecnologie di Fiat Auto, le prestazioni dei lubrificanti in termini di incollamento anelli, depositi sui pistoni, usure ed inoltre consumo olio.
I lubrificanti che superano la qualificazione, sono contrassegnati da un Approval number.

SPECIFICHE GM (OPEL)

Il costruttore richiede per tutti i veicoli le specifiche europee ACEA A3-98 e B3-98 con differenti gradi viscosimetrici SAE 0/5/10 W - 30/40 con cambio olio 15 mila km o 1 anno con i motori Euro 2 (costruiti cioè prima del 2001) e 30 mila km o 1 anno con i motori Euro 3.

Opel inoltre ha introdotto nel 2002 l'Opel Long Life Service Oils (a partire dalla Vectra model year 2002), un intervallo di cambio olio variabile che può arrivare a 30 mila km o 2 anni per i motori benzina (specifica GM-LL-B-025) e 50 mila km o 2 anni per i diesel 2.0 e 2.2 DTI (GM-LL-A-025).
Le vetture che utilizzano l'Opel Long Life Service Oils devono superare le specifiche ACEA A3, B3, B4 e le prove Opel B040 2095 HTHS >2.9 e B040 2098 per lubrificanti con HTHS >3.5.
Questo sistema di qualificazione dei lubrificanti è stato sviluppato appoggiandosi a laboratori indipendenti tedeschi che effettuano le prove motore (per usura, depositi e F.E.) o tribologiche, utilizzando procedure Opel.

(dati ed informazioni estrapolate dal sito selenia spa)
Ultima modifica di firefox il 01/01/2010, 21:50, modificato 2 volte in totale.
sperare che il mondo ti tratti bene perchè sei una brava persona, è come sperare che un toro non ti carichi perchè sei vegetariano
Avatar utente
firefox
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
 
Messaggi: 1517
Iscritto il: 15/05/2006, 16:16
Località: Palma di Montechiaro-Agrigento(2013 mannheim-germania)
Nome: giuseppe

Re: [classificazione oli]impariamo a leggere le etichette

Messaggioda firefox » 01/01/2010, 21:46

SPECIFICHE API

Definisce tre categorie di lubrificanti identificati con una sigla di due lettere. La prima distingue il motore a cui è destinato: S sta per Service (veicoli a benzina), C sta per Commercial (veicoli diesel), G per le trasmissioni.
La seconda lettera indica il livello prestazionale: più la lettera è avanti nell'alfabeto migliori sono le prestazioni. La specifica più attuale per i veicoli benzina è la API SL mentre per i veicoli diesel si sono raggiunte ultimamente le specifiche API CH-4 e CI-4.
I test previsti dalla API, dalla SH in poi, sono condotti seguendo le regole previste dal protocollo CMA (controllo dei test motoristici, controllo delle formulazioni, controllo dei dati).
Per ottenere questa classificazione, un lubrificante deve superare quattro prove motoristiche che considerano:

* l' aumento della temperatura dell'olio motore in servizio
* l'allungamento dell'intervallo di cambio fissato dai costruttori
* la ricerca di performance motoristiche
* la rigidità di norme di protezione dell'ambiente
* la riduzione del consumo di carburante grazie ad una scarsa viscosità (solo per oli "Energie conserving")

SPECIFICHE API "S", per motori benzina
API SG Per i motori benzina di auto e veicoli commerciali leggeri a partire dal 1989. Gli oli SG hanno caratteristiche migliori rispetto agli SF in termini di resistenza alla formazione di depositi, protezione contro l'usura e resistenza alla corrosione.
API SH Stesse caratteristiche dell'SG ma condizioni dei test più severe.
API SJ Olio motore del livello SH, ma sviluppato in accordo con i sistemi di certificazione API seguendo criteri di prova multipli.
API SL Nata nel luglio 2001, introduce limiti specifici per resistenza all'ossidazione, controllo depositi alle alte temperature, riduzione della volatilità e dei consumi.
API SM In vigore dal novembre 2004, richiede il superamento di test più rigidi relativi a resistenza all'ossidazione, protezione da depositi, prestazioni a basse temperature.

SPECIFICHE API "C", per motori diesel
CF Per motori diesel ad iniezione indiretta e per altri motori diesel che utilizzano un ampio range di lubrificanti, inclusi quelli con elevato contenuto di solfuro (oltre 0,5 wt.). Controllo sui depositi dei pistoni, l'usura e la corrosione delle bronzine è rilevante per questi motori, che possono essere naturalmente aspirati, turbo-compressi e turbo-compressi ad elevate prestazioni. Gli oli per queste funzioni, esistono dal 1994 e possono essere utilizzati quando è raccomandata la specifica CD.
CF-2 Motori diesel due tempi ad utilizzo severo. Tipico per i motori diesel due tempi che richiedono effettivo controllo su cilindri, sugli anelli e sui depositi. Gli oli designati per questo tipo di servizio, esistono dal 1994 e possono essere utilizzati anche quando è raccomandata la specifica CD-II. Non incontrano necessariamente i requisiti della specifica CF o CF-4 anche se devono superare anche questi test.
CF-4 Motori diesel 1990. Tipico servizio ad alta velocità, motori 4 tempi. Supera i requisiti della specifica CE, fornendo un maggior controllo su consumo olio e deposito pistoni. Questi oli dovrebbero essere usati al posto degli oli in categoria CE. Ideali per lunghi tragitti e condizioni severe di utilizzo. Quando combinato con la categoria S appropriata, possono anche essere utilizzati per motori benzina e diesel leggeri (auto, veicoli leggeri, vans) se raccomandato dal costruttore.
CG-4 Motori diesel in condizioni di utilizzo severe 1994. Questa specifica descrive oli per utilizzo motori diesel ad elevate velocità sia con applicazioni in condizioni severe in autostrada (carburante con 0.05% di solfuro) ed fuori autostrada (meno dello 0.5% di solfuro nel carburante). Forniscono elevato controllo sul deposito pistoni alle alte temperature, usura, corrosione, stabilità all'ossidazione, accumulazione di fuliggine , schiume.Oli specifici per motori nati per incontrare gli standard di emissione oli esausti del 1994 e per motori che richiedono API CD, CE e C-4. Questi oli esistono dal 1994.
CH-4 Motori diesel in condizioni di utilizzo severe 1998. Oli ideali per levate velocità, motori 4 tempi che rispondono agli standard di emissione oli esausti del 1998 e nati per utilizzare carburanti diesel con un contenuto di solfuro fino a 0.5%. Questi oli sono superiori in performance a quelli che incontrano API CF-4 ed API CG-4.
CI-4 Motori diesel in condizioni di utilizzo severe 2002.Oli per l'uso ad alte velocità, motori diesel 4 tempi, nati per rispondere agli standard sulle emissioni degli oli esausti del 2004, da implementare ad Ottobre 2002. Da utilizzare con carburanti con contenuto di solfuro fino a 0.05%. Questi olisono efficaci per supportare la durata del motore quando sono utilizzati EGR ed altri componenti relativi alle emissioni.Fornisce ottima protezione contro l'usura, stabilità alla alte e basse temperature, protezione contro la fuliggine, controllo deposito pistoni e schiume, perdita di viscosità. Questi oli hanno performance superiori agli oli API CH-4, CG-4 e CF-4 e possono essere utilizzati nei motori per cui sono previste queste categorie API.

(dati ed informazioni estrapolate dal sito selenia spa)
sperare che il mondo ti tratti bene perchè sei una brava persona, è come sperare che un toro non ti carichi perchè sei vegetariano
Avatar utente
firefox
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
 
Messaggi: 1517
Iscritto il: 15/05/2006, 16:16
Località: Palma di Montechiaro-Agrigento(2013 mannheim-germania)
Nome: giuseppe

Re: [classificazione oli]impariamo a leggere le etichette

Messaggioda ottobre_rosso » 01/01/2010, 21:59

Bel lavoro firefox. Metto il post in evidenza :wink:
L'unico luogo dove riesco a rilassarmi?
Immagine
Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 8423
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Località: La terra della cassoeula!!!
Nome: Daniele

Re: [classificazione oli]impariamo a leggere le etichette

Messaggioda firefox » 01/01/2010, 22:10

grazie...!! :arros :ciao
sperare che il mondo ti tratti bene perchè sei una brava persona, è come sperare che un toro non ti carichi perchè sei vegetariano
Avatar utente
firefox
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
 
Messaggi: 1517
Iscritto il: 15/05/2006, 16:16
Località: Palma di Montechiaro-Agrigento(2013 mannheim-germania)
Nome: giuseppe

Re: [Classificazione oli] impariamo a leggere le etichette

Messaggioda stefanonegri » 10/03/2010, 17:41

Scusate io ho comprato un olio 20 - 50, posso metterlo nella uno fire con su 130 mila km o è presto, sulla confezione è scritto, per motori con chilometraggi elevati, voi che dite?
stefanonegri
Rank: Patentato attento
Rank: Patentato attento
 
Messaggi: 105
Iscritto il: 25/03/2008, 15:01

Re: [Classificazione oli] impariamo a leggere le etichette

Messaggioda firefox » 10/03/2010, 18:32

stefanonegri ha scritto:Scusate io ho comprato un olio 20 - 50, posso metterlo nella uno fire con su 130 mila km o è presto, sulla confezione è scritto, per motori con chilometraggi elevati, voi che dite?

per le auto con chilometraggi elevati penso non è riferito alle auto che hanno percorso tanti chilometri nel tuo caso 130.000...ma è più alle auto che tra un tagliando è l'altro percorrono tanti chilometri...posso anche sbagliarmi....cmq 20w50 mi sembra non adatto per la uno fire....li ci va il 10w40
sperare che il mondo ti tratti bene perchè sei una brava persona, è come sperare che un toro non ti carichi perchè sei vegetariano
Avatar utente
firefox
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
 
Messaggi: 1517
Iscritto il: 15/05/2006, 16:16
Località: Palma di Montechiaro-Agrigento(2013 mannheim-germania)
Nome: giuseppe

Re: [Classificazione oli] impariamo a leggere le etichette

Messaggioda ottobre_rosso » 10/03/2010, 23:11

20W-50? credo sia troppo viscoso. Concordo con firefox
L'unico luogo dove riesco a rilassarmi?
Immagine
Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 8423
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Località: La terra della cassoeula!!!
Nome: Daniele

Re: [Classificazione oli] impariamo a leggere le etichette

Messaggioda eraser » 05/07/2010, 18:24

firefox ha scritto:
stefanonegri ha scritto:Scusate io ho comprato un olio 20 - 50, posso metterlo nella uno fire con su 130 mila km o è presto, sulla confezione è scritto, per motori con chilometraggi elevati, voi che dite?

per le auto con chilometraggi elevati penso non è riferito alle auto che hanno percorso tanti chilometri nel tuo caso 130.000...ma è più alle auto che tra un tagliando è l'altro percorrono tanti chilometri...posso anche sbagliarmi....cmq 20w50 mi sembra non adatto per la uno fire....li ci va il 10w40



la dicitura "per motori con chilometraggi elevati" si riferisce ai propulsori che hanno un tot di Km sulle spalle, diversamente reciterebbe "cambi d'olio prolungati"

In ogni caso, sei il motore non consuma eccessivamente, continuerei ad usare il lubrificante che sino ad ora hai impiegato; in difetto puoi utilizzare il 20W 50 oppure l'HPX che se non erro è un 20W 60
eraser
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
 
Messaggi: 19
Iscritto il: 02/07/2010, 20:56
Nome: Andrea

Prossimo

Torna a Tecnica, Meccanica e Fai da Te - Discussioni Generali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti