Uconnect FCA 4.0: ecco tutti i dettagli dal 2018

Al CES 2018 svelati i segreti dell'Uconnect 4, fra Android Nougat, "recinti" GPS, Smartwatch e realtà aumentata

Uconnect FCA 4.0: ecco tutti i dettagli dal 2018
Ci si potrebbe chiedere perché le doti di connettività delle auto sono così apprezzate dagli automobilisti. Sicuramente c'è un effetto di creazione della domanda da parte dell'offerta, dato che i Costruttori stanno inserendo queste possibilità anche nei modelli più "popolari", ma il gradimento dei consumatori è indubbiamente alto. Gli automobilisti giudicano sicuramente appetibile un veicolo che permette di continuare ad usare le funzioni degli ormai imprescindibili smartphone (sapevi che le auto connesse e smart valgono 14 miliardi di dollari?). Ci sono Case che ci hanno creduto sin da subito e altre che si sono mosse un po' in ritardo, come FCA: il Gruppo ha però recuperato terreno, come dimostrato dalla quarta generazione del suo celebre sistema Uconnect, vista al CES 2018.

EVOLUZIONE SOSTANZIALE

Il Consumer Electronic Show è uno dei più importanti e spettacolari eventi nel settore dell'elettronica e delle telecomunicazioni e, seguendo una prassi ormai consolidata, fa da vetrina anche a importanti novità automotive, come accade anche in altre fiere simili (leggi che SEAT ha presentato l'auto di gitale al Mobile World Congress di Barcellona).Giocando "in casa" la multinazionale FCA ha presentato proprio a Las Vegas importanti novità che riguardano il suo noto e apprezzato sistema Uconnect e le sue prospettive di evoluzione. Partiamo dall'inizio, ossia dalle novità di Uconnect Gen 4: le vettura-vetrina erano 4 versioni della nuova Jeep Wrangler 2018, il grande display della quale si era già visto in anteprima a novembre. I nuovi servizi connessi, e le relative funzionalità, di Uconnect 4 sono: Compatibilità della App Uconnect con gli Smartwatch, gli "avvisi familiari", la ricerca online integrata nell'Uconnect Navigation e Drive 'n Save, per ottimizzare i consumi di carburante.

PIÙ INTEGRAZIONE, PIÙ SERVIZI

L'Uconnect di quarta generazione con display da 8,4 pollici dispone di servizi connessi che accedono ai dati necessari dalla rete 4G LTE, un'aumentata potenza di calcolo, display multi-touch, una grafica più nitida e vivida, l'integrazione con i sistemi operativi automotive Apple CarPlay e Android Auto. La compatibilità della App Uconnect, per ora riservata ai clienti USA, è assicurata con i dispositivi Apple Watch e Android Wear e permette ai proprietari di avviare il loro veicolo da remoto, bloccare e sbloccare le porte, suonare il clacson e lampeggiare i fari direttamente dal loro orologi smart.
I servizi sono disponibili sui veicoli Model Year 2018 che dispongono di SiriusXM (è la radio digitale che copre il Nord America e il Centro America) Guardian; la app Uconnect va installata sullo smartphone e lo smartwatch va poi abbinato al cellulare. I Family Alerts sono invece dedicati alle famiglie che comprendono guidatori particolari, come i neopatentati o gli anziani. Il Boundary Alert avverte i proprietari se l'auto esce da o entra in una sorta di "recinto virtuale": se ne possono creare fino a cinque diversi, da richiamare a seconda delle situazioni. Curfew Alert è invece una funzione che avvisa se il loro veicolo viene guidato al di fuori di un "coprifuoco", ossia un orario, prestabilito. Lo Speed Alert avverte il proprietario che la sua auto ha superato una determinata velocità prestabilito. Più curioso è il Valet Alert: se si lasciano le chiavi ad un parcheggiatore si sarà avvisati se il veicolo si allontana per più di 0,25 miglia (circa 400 metri) dal luogo nel quale si sono consegnate le chiavi stesse.

AR E ASSICURAZIONI INCORPORATE

Non direttamente collegata al nuovo Uconnect è la nuova app Jeep Adventure Reality, che ha debuttato per la Wrangler 2018 ed è un configuratore in Realtà Aumentata sui generis, dato che visualizza la Jeep ovunque, anche... in casa! Attualmente disponibile per iPhone 7, 8, X e iPad Pro, permette di combinare livelli di finitura, colori e configurazioni: 2 e 4 porte, hard top o soft top, diversi cerchioni e così via. Si potrà "entrare" nel veicolo per vedere gli interni, abbassare il parabrezza, accendere aprire le portiere e altro ancora; le combinazioni scelte potranno poi essere condivise con gli amici (e, incidentalmente, forniranno a FCA utili informazioni per capire i gusti del pubblico).
Il nuovo Uconnect permette poi di attivare Drive 'n Save, una piattaforma che raccoglie informazioni che consentono di risparmiare sull'assicurazione se si guida "bene", ad esempio accelerando e frenando con gradualità, guidando poco di notte e così via. Il punteggio personalizzato viene visualizzato dal solo proprietario, che potrà così decidere se condividerlo con le Compagnie assicurative per avere uno sconto: FCA assicura che il punteggio non viene divulgato se il guidatore non vuole. Il nuovo Uconnect visto al CES 2018 introduce anche la ricerca online, che va oltre il database dei punti di interesse memorizzato nelle mappe dato che è aggiornato con risultati estratti dal cloud.

COME TI INCORPORO ANDROID

Importante è anche Jepp Skill, lanciata sulla Jeep Cherokee 2018 e che è l'integrazione con Amazon Alexa, l'assistente personale del gigante dell'E-commerce. Alexa è un servizio vocale di Amazon ed è presente in dispositivi quali Amazon Echo, Echo Dot ed Echo Show ma in questo caso può controllare, e riferire a voce, cose quali il livello del carburante e la pressione delle gomme (leggi delle auto che capiscono il guidatore viste al CES 2017).
Non ancora operativa ma indubbiamente interessante è poi la presentazione di una versione particolare di Android Nougat 7.0 integrata in Uconnect e capace, per esempio, di controllare l'infotainment. La soluzione promette di essere molto più flessibile di Android Auto, sia perché si adatta facilmente alle diverse esigenze dei Costruttori sia perché accede nativamente alle app di Play Store e può quindi espandere facilmente, come si fa con gli smartphone, le funzioni d'intrattenimento dell'auto. Il sistema, che era in dimostrazione in una berlina Chrysler 300, è una dimostrazione di come i legami fra FCA e Google si evolvono oltre a quanto sta già avvenendo con le Pacifica di Waymo. La potenza finanziaria di Big G consentirebbe in effetti l'acquisizione in blocco di tutto il Gruppo FCA, staremo a vedere.

Pubblicato in Tecnica, Aftermarket e Manutenzione Auto il 11 Gennaio 2018 | Autore: Nicodemo Angì


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri