Tomtom a misura di auto elettriche, a Francoforte 2017 lancia EV Service

"Ansia da autonomia" addio? TomTom ci prova con il suo EV service, che sarà presentato a Francoforte 2017: le stazioni di ricarica in palmo di mano

Tomtom a misura di auto elettriche, a Francoforte 2017 lancia EV Service
L'auto elettrica sta arrivando verso una reale diffusione di massa? Ricordiamo che già nel 1906 Mercedes produceva un taxi elettrico ma poi per più di un secolo non è successo nulla. Oggi sembra che si faccia sul serio: la notizia che Mercedes-Benz attuerà un robusto piano di risparmi per sostenere i margini inficiati dagli investimenti per le EV è infatti indicativa. I costruttori sembrano crederci e anche i fornitori si stanno "attrezzando": TomTom, per esempio, lancerà al Salone di Francoforte 2017 il suo EV Service per i suoi navigatori, un servizio che guiderà l'auto verso la stazione di ricarica libera più vicina.

COLONNINA, IO TI VEDO

Molti esperti ritengono che il vero salto nella diffusione delle elettriche avverrà soltanto quando le colonnine per la ricarica rapida saranno molte e ben distribuite. È infatti ormai chiaro che la ricarica lenta, con i classici 3 kW di potenza del contratto medio delle case, può essere praticabile soltanto se l'auto ha batterie non tanto capaci (leggi la prova della Nissan Leaf prima generazione con le note su ricarica e autonomia) e/o viene usata così poco da richiedere un "rifornimento" di pochi kWh. Se si hanno 60 o più kWh la ricarica ha senso quasi soltanto con le colonnine rapide.
 
Queste sono invariabilmente collegate al Web per vari motivi, dalla fatturazione alla segnalazione del loro status e di eventuali guasti, ed è quindi possibile visualizzare le loro informazioni operative e di posizione su una mappa. Sfruttando questi dati TomTom inserisce la posizione e la situazione delle colonnine di ricarica nelle sue mappe e chiama quest'utile possibilità EV Service.

LA RICARICA È SICURA, L'ANSIA SCENDE

L'EV Service di TomTom, secondo l'azienda, lavora in Real Time ed è in grado di combattere efficacemente l'ansia da autonomia, una fastidiosa sindrome che colpisce i possessori di auto elettriche con batterie non troppo capaci. Questa feature è stata sviluppata per aiutare i guidatori degli EV a prendere decisioni informate su quando e dove caricare i loro veicoli, riducendo così l'insicurezza che arriva quando l'indicatore della carica residua scivola verso lo "0". L'EV Service dà in tempo reale la disponibilità dei punti di ricarica insieme a importanti informazioni quali gli orari di apertura, modalità di pagamento, i tipi dei connettori disponibili, l'accessibilità (ossia se pubblici o privati: leggi del decreto che favorisce i carburanti alternativi e parla dei punti di ricarica) e altro ancora. Le informazioni real time riguardo la disponibilità vengono fornite dai più importanti gestori delle reti di colonnine di ricarica per essere poi "fuse" in modo intelligente con le mappe TomTom. L'aggiornamento live è essenziale dato che la disponibilità della colonnina può cambiare istante per istante. Antoine Saucier, amministratore delegato di TomTom Automotive, ha spiegato che "uno dei principali ostacoli all'adozione dei veicoli elettrici è la 'range anxiety' per cui, con il lancio di TomTom EV Service, stiamo aumentando la serenità dei guidatori e stiamo incoraggiando la mobilità sostenibile".

COPERTURA COMPLETA

L'EV Service verrà lanciato inizialmente in Europa mentre l'espansione al Nord America avverrà all'inizio del prossimo anno e dopo questo "sbarco" il servizio di TomTom avrà un database di 35.000 stazioni di ricarica. Notiamo come, tramite sofisticati algoritmi, i navigatori TomTom riescano a calcolare l'autonomia residua e in questo calcolo tengono anche conto dell'altimetria e delle caratteristiche della strada; la combinazione con i dati di EV Service dovrebbe quindi garantire l'arrivo a destinazione o alla colonnina di ricarica.
Questo servizio è l'ideale completamento della gamma di servizi connessi di TomTom, che comprende già la versione di questo servizio dedicata ai distributori, TomTom Fuel Service, TomTom Traffic e TomTom Wheater. Ricordiamo che il nuovo servizio TomTom EV Service verrà presentato al Salone di Francoforte 2017 nello stand D26 del padiglione 8. Il servizio appare utile e probabilmente riuscirà a far "rilassare" i guidatori delle auto elettriche. Rimane l'interrogativo di come considererà le reti proprietarie, come i Supercharger Tesla: se i proprietari di Model S, X e 3 possono caricare da qualsiasi colonnina tramite adattatori, la rete Tesla è compatibile solo con le auto della Casa. La grande rete europea frutto dell'accordo fra BMW, Daimler, Ford e VW dovrebbe invece essere a disposizione di tutti e quindi apparire nel servizio.

Pubblicato in Tecnica il 13 Settembre 2017 | Autore: Nicodemo Angì


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri