Park by memory, al CES 2018 debutta l’auto con la memoria visiva

Clarion e Hitachi hanno svelato al CES 2018 un sistema di parcheggio autonomo con memoria visiva in grado di imparare

Park by memory, al CES 2018 debutta l’auto con la memoria visiva
Le auto capaci di parcheggiare da sole sono entrate ormai nella quotidianità della guida in città, certo non coprono ancora tutti i segmenti e i Marchi, ma rendono sicuramente più facile la vita nelle manovre di parcheggio risicate premendo un tasto e gestendo i pedali (vedi qui ad esempio il Park Assist di Volkswagen in azione). Al CES 2018, la fiera internazionale dell'elettronica di Consumo, il sodalizio tra Hitachi e Clarion, ha presentato un sistema in grado non solo di parcheggiare da solo ma di ricordare quali sono le preferenze del guidatore. Una funzione che le due società si preparano ad implementare sui prossimi modelli di auto, ma vediamo come funziona.

COME FUNZIONA LA MEMORIA VISIVA

Park by Memory è una funzione pensata per parcheggiare autonomamente un'auto nelle zone di parcheggio abituali, quindi vicino casa o all'ufficio o in genere dove il conducente è solito fermarsi. La tecnologia fonde il riconoscimento ambientale di Clarion con attuatori dello sterzo e dei freni e la tecnologia di controllo integrata del veicolo sviluppata da Hitachi Automotive Systems. L'auto associa le immagini dall'alto riprese da SurroundEye, il sistema di videocamere sviluppato da Clarion che sono montate attorno all'auto, con dati di rilevamento sulle strutture circostanti ottenuti da segnali sonar e dati GPS sulla posizione, per memorizzare le zone e i percorsi dei parcheggi abituali. In questo modo, l'auto  è in grado di segnalare al conducente che è possibile eseguire una manovra di parcheggio in maniera autonoma quando si trova in una zona di parcheggio memorizzata. Il conducente può quindi iniziare a eseguire la manovra di parcheggio autonoma premendo un pulsante sul veicolo o su un'app sullo smartphone.

RICONOSCE I PARCHEGGI GRATIS

Utilizzando i dati di riconoscimento delle immagini ad alta precisione del sistema SurroundEye, la tecnologia "Park by Memory" è in grado di parcheggiare in maniera autonoma in spazi di varie dimensioni, compresi quelli contrassegnati solo da righe bianche. Inoltre, l'utilizzo di dati GSP standard inviati dai dispositivi di navigazione presenti in auto, al posto di un sistema informativo specifico sulla posizione, ha agevolato l'introduzione della tecnologia.
VERSO LA GUIDA TOTALMENTE AUTONOMA Hitachi Automotive Systems e Clarion hanno dichiarato di continuare lo sviluppo della tecnologia di assistenza alla guida basata su funzioni avanzate di riconoscimento esterno e tecnologia di controllo integrata del veicolo, supportando lo sviluppo di veicoli con guida autonoma e la tecnologia di parcheggio autonomo che sono ricercati dai produttori automobilistici e contribuendo a un'applicazione pratica pionieristica. Leggi qui tutte le novità e le tecnologie più curiose e interessanti presentate al CES 2018.
Pubblicato in Tecnica, Aftermarket e Manutenzione Auto il 09 Gennaio 2018 | Autore: Donato D'Ambrosi


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri