Delphi, in arrivo le telecamere intelligenti che seguono le curve

I fornitori automotive virano sempre di più verso l'Hi-tech e così Delphi fornirà telecamere intelligenti sistemi di sicurezza a Great Wall

Delphi, in arrivo le telecamere intelligenti che seguono le curve
Frizioni, pistoni, ammortizzatori, iniettori e anche radar, videocamere, software e sensori (al CES 2017 abbiamo visto i sensori che faranno le auto più sicure e autonome): il portafoglio del fornitore del 21° secolo è sempre più diversificato e orientato verso l'elettronica. Le previsioni sono concordi: se le auto elettriche avranno bisogno di meno manutenzione e ricambi, quelle autonome (le 2 connotazioni si sovrapporranno parecchio) saranno infarcite di sensori e componenti di ogni tipo. Molti di questi, come quelli che Delphi fornirà a Great Wall, sono di tipo già conosciuto, dato che servono per gli ADAS, ma guardano alla guida autonoma.

TECNOLOGIE PER LA DI SICUREZZA ATTIVA

L'Active Safety Technology è un insieme di tecnologie che Delphi ha predisposto per aumentare la sicurezza attiva. Evitare le situazioni di pericolo e gli incidenti è molto importante e le moderne tecnologie possono dare una mano molto concreta, dando alle automobili un "sesto senso" che permette di anticipare le situazioni della circolazione (leggi del sistema V2I Audi che fa "parlare" le auto con i semafori). I componenti che Delphi fornirà a Great Wall dal 2019 aiuteranno i guidatori a evitare gli altri veicoli nei punti ciechi del loro campo visivo, li faranno stare più facilmente nelle loro corsie e anticiperanno il traffico, regolando la velocità ma senza frenare bruscamente.

IL SUV DI SUCCESSO SARÀ PIÙ SICURO

Great Wall Motors, il più grande produttore di SUV cinese, ha scelto Delphi come fornitore di un set Active Safety Technologies per i suoi veicoli di nuova generazione (leggi che Delphi punta molto sull'Hi-tech al punto da prendere le distanze dai powertrain classici). Ricordiamo che il SUV Haval di Great Wall è stato il più venduto in Cina per 14 anni consecutivi. A partire dal 2019 le sue nuove versioni, e altre automobili che verranno presentate, saranno equipaggiate con videocamere Intelligent Forward View (IFV), Mid Range Radar (MRR) e Short-Range Radar (SRR) di Delphi.
La IFV è particolarmente interessante perché, pur possedendo un sensore singolo, riesce rilevare, classificare e monitorare i "bersagli", ossia gli oggetti e i veicoli sulla strada. Questa capacità è essenziale per diverse funzioni di sicurezza come l'avviso di cambio corsia e di possibile collisione frontale, il controllo automatico dell'illuminazione frontale e il rilevamento dei pedoni. Il radar a corto raggio SRR è stato il primo del mercato automobilistico a funzionare nella banda dei 76 GHz ( 1 GHz = 1 miliardo di oscillazioni al secondo).

NUOVA GAMMA TOP

Sistemato a 4 angoli dell'auto offre un rilevamento a 360 gradi e riesce ad identificare gli oggetti e scansionare spazi anche complessi.
Il suo contributo è molto utile nel rilevamento dei punti ciechi e del cambio di corsia, nel "percepire" gli altri veicoli e nell'evitamento delle collisioni laterali. L'SRR che sarà fornito a Great Wall avrà la funzione di Safe Exit Alert che assisterà nell'apertura delle portiere a veicolo fermo, utile per evitare urti con i veicoli a 2 ruote e con i pedoni. l'MRR Delphi lavora anch'esso sui 76GHz, pesa solo 200 grammi ed è entrato in produzione nel gennaio 2017. Si tratta di un radar a basso costo ma che permette di implementare avanzati sistemi di frenata di emergenza e la gestione di cruise control adattivi. Sappiamo bene che questi sistemi sono anche alla base della guida autonoma e Delphi vuole essere in prima linea in questo settore (leggi dei test di Delphi per i taxi robot in Francia e Normandia).
L'Azienda ha comunicato che questi componenti verranno prodotti nei suoi impianti di Singapore e Suzhou, una città nel sud della Cina. Le prospettive sono di un certo sviluppo, dato che questi componenti verranno usati anche per i modelli prodotti con il nuovo marchio premium di Great Wall, Wey, dal nome del presidente della società Wey Jianjun. La Casa cinese prevede di lanciare 3 crossover a marchio Wey nella seconda metà dell'anno. Delphi è un altro dei fornitore globali che ha firmato accordi per fornire componenti a Wey: sono infatti già della partita Continental, BorgWarner e Renesas che forniranno trasmissioni processori per il nuovo marchio.

Pubblicato in Tecnica il 10 Luglio 2017 | Autore: Nicodemo Angì


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri